Archivio tag: Wolfgang Fröhlich

0499 – Solstizio d’Inverno, Natale, auguri ai revisionisti internati nei lager olocau$to-sterminazionisti

.

Con l’avvicinarsi delle feste del Solstizio d’Inverno o del Natale cristiano non possiamo non rivolgere un pensiero commosso a quei revisionisti imprigionati per aver difeso le idee che ci stanno a cuore; si sentiranno soli in questo periodo.

solstiziod'inverno2013,olocausto,truffaPensiamo ad inviare loro anche solo una cartolina di incoraggiamento. Quattro sono di lingua tedesca e la maggior parte delle prigioni accetta solo missive in tedesco. La soluzione per i non germanofoni è sia di inviare una cartolina carina firmata con il vostro indirizzo, sia servirsi, senza motivo di vergogna, del traduttore, al seguente indirizzo http://translate.google.it/

Ecco gli indirizzi di quegli eroi che non rispettano: Continua a leggere

0492 – Comunicato stampa di Wolfgang Fröhlich, revisionista, internato per 9 anni per leso olocau$to ebraico

.

Wolfgang Frohlich

Wolfgang Frohlich

Dipl. Ing. Wolfgang Fröhlich – Justizvollzugsanstalt Stein – H.Nummer 46484
A-3504 Krems/Stein – Steiner Landstrasse 4

– Automne 2013
Présentement dans sa neuvième année d’incarcération,
 – en violation des droits de l’homme
et en violation du « Covenant on Civil  and Political Rights » des Nations Unies
Voir « UN-General comment CCPR/C/CC/34 »

…”Attualmente nel suo nono anno di detenzione, – in violazione dei diritti dell’uomo e in violazione del << Covenant on Civil and Political Rights>> delle Nazioni Unite. Si veda : « UN-General comment CCPR/C/CC/3″…

Comunicato stampa

Ho sentito dire che non é stato dato seguito alle richieste di giornalisti che desideravano intervistarmi. Ciò mostrerebbe come le autorità non vogliano un’intervista che rischierebbe di svelare al pubblico le infamie di cui sono vittima, rompendo cosi l’omertà mediatica che è stata praticata sino ad oggi. Sarebbe naturalmente spiacevole per i nuovi inquisitori rischiare che nei processi politici da grande spettacolo i futuri giurati non credessero più a tutto ciò che viene detto loro dai giudici incaricati di “istruirli”, e che quindi giungessero da soli alle loro decisioni in coscienza e in funzione delle loro conoscenze, anche con l’eventualità di un’assoluzione dei colpevoli. Continua a leggere

0397 – Johannes Lerle incarcerato in Germania per aver messo in dubbio il dogma dei sei milioni

 Nuovo caso di repressione della libertà di espressione in Germania

!! olodogma, REPRESSIONE _ REVISIONISMO IN GERMANIA DATI UFFICIALI _1ulteriore conferma dello status di “Organisationsform einer Modalität der Fremdherrschaft“… che tradotto significa “forma Organizzativa di una Modalità del Dominio Straniero“, come epitaffiò il padre della non costituzione tedesca, Carlo Schmid, nelle seduta del parlamento tedesco del 8-9-1948 (Fonte: http://www.spd.de/linkableblob/5652/data/rede_carlo_schmid.pdf). Di seguito diamo informazione sui casi più clamorosi di persecuzione ed internamento nei democratici lager sterminazionisti accaduti in Germania e ROD (Regimi di Occupazione Democratica)  limitrofi: vediamo i casi di Vincent Reynouard, Wolfgang Fröhlich , Gerd Honsik, Sylvia Stolz o Horst Mahler ! Prassi che si vuole importare/imporre anche in Italia per sopperire alla cronica incapacità di argomentare in antitesi al Revisionismo storico dello sterminazionismo più becero e grezzo. Olodogma

_______________________Il caso Lerle _______________________

Dal blog di Michael Hoffman:

JOHANNES LERLE INCARCERATO IN GERMANIA PER AVER MESSO IN DUBBIO IL DOGMA DEI SEI MILIONI [1]

.
Johannes Lerle

Johannes Lerle

L’incarcerazione di Johannes Lerle (http://www.johannes-lerle.net/) in una galera tedesca non è un problema per Amnesty International, Human Rights Watch, il Dipartimento di Stato americano o per i media americani mainstream liberali o conservatori.

Egli è semplicemente una non persona.
L’Olocaustianesimo è una religione civile, l’ultima religione professata sul serio in un Occidente per il resto agnostico.
Lerle, in quanto eretico rispetto ad essa, può essere sottoposto a qualunque condanna, sofferenza o tormento e i fedeli credenti nell’Olocaustianesimo applaudiranno.
Pensiamo di aver fatto progressi rispetto al Medioevo. Ci sentiamo orgogliosi dei nostri valori “illuministi”.
È tutto un imbroglio e un’ipocrisia. Siamo dei primitivi come sempre.L’incarcerazione di Lerle ne è la prova.

[1] Traduzione di Andrea Carancini. Il testo originale è disponibile all’indirizzo: http://revisionistreview.blogspot.it/2013/09/johannes-lerle-imprisoned-in-germany.html

Fonte:  http://andreacarancini.blogspot.it/2013/09/johannes-lerle-incarcerato-in-germania.html

______________________

Olodogma informa che:
A seguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito dal 2-8-13 i commenti sono chiusi.
N.B. Sono graditi segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. Foto, grassetto, corsivo, sottolineatura, evidenziazione, titolo di apertura, non sono parte del testo originale. Per contattarci… olodogma@gmail.com .  QUI  TUTTI gli articoli di Olodogma . Torna alla PAGINA INIZIALE

0374 – Jürgen Graf e il dibattito sull’Olocausto in Ungheria

IL DIBATTITO SULL’OLOCAUSTO IN UNGHERIA TRA OTTO PERGE E IL DR. LASZLO KARSAI

di Jürgen Graf

25 Aprile 2010[1]

Jürgen GrafNel Marzo del 2010, il parlamento ungherese ha adottato una legge anti-revisionista che rende illegale contestare la versione ortodossa dell’”Olocausto”. Nello stesso tempo, il nazionalista e revisionista Otto Perge ha auspicato un dibattito sull’argomento. Uno dei più importanti studiosi dell’”Olocausto” del paese, il dr. Laszlo Karsai, ha accettato la sfida. Avendo saputo tutto ciò, ho contattato Perge, il quale – fortunatamente – conosce l’inglese (io non leggo né parlo l’ungherese) e gli ho offerto la mia assistenza, che lui ha accettato. Gli ho quindi inviato 17 domande per il suo avversario. Perge le ha tradotte in ungherese e le ha fatte pubblicare sul sito web del partito nazionalista Jobbik (Kuruc.info)[2]. Dopo averle lette, il dr. Karsai ha detto a Perge che non intendeva rispondere a tali domande, ed è assai improbabile che lo farà.

Dal canto suo, il dr. Karsai ha cercato di confutare il punto di vista revisionista formulando 15 affermazioni, che ha inviato a Otto Perge. Perge, che ha una buona conoscenza dell’argomento, ma che non è uno specialista, ha tradotto queste affermazioni in inglese e me le ha inoltrate. Poiché alcuni di questi argomenti sono spesso addotti dai nostri avversari, mi sono dedicato con molta attenzione a rispondere ad essi nei dettagli. Il 24 Aprile, le mie risposte alle prime otto affermazioni sono state pubblicate sul sito web dello Jobbik. Le altre seguiranno nei prossimi giorni.

Continua a leggere

0315 – Comunicato di Wolfgang Fröhlich, ingegnere, revisionista, internato in un lager sterminazionista

Riceviamo e pubblichiamo notizie dell’Ing.  Wolfgang Fröhlich, revisionista, nell’ottavo anno di un internamento contrario ai diritti dell’uomo, per “leso olocau$to ebraico”! Olodogma

Estate 2013

Comunicato stampa

Wolfgang Frölich

Wolfgang Frölich

La presente per informarvi che è stato commesso un crimine (probabilmente per necessità) dai giudici e dai procuratori.

Non mi attendo  da voi che rompiate « l’Omertà »  e che possiate riportare la verità ma almeno che  non possiate un giorno dire di non essere stati informati.

   Devo ammettere che sono stato veramente ingenuo per aver creduto in Austria, all’indipendenza della giustizia, alla neutralità e all’indipendenza dei media, allo stato di diritto e di aver creduto a delle storie incredibili. La vita si è incaricata di risvegliarmi bruscamente da questo sogno puerile e mi ha gettato in una realtà che, moralmente, assomiglia alle Ecuries d’Augias. (Le stalle del re Augia).
   Continua a leggere

0281 – “Menzogna di Auschwitz” o “Auschwitz­-lüge” o “Auschwitz lie” : Notizie di Wolfgang Fröhlich, revisionista austriaco, internato in un lager sterminazionista

Repressione della libertà di espressione in Europa

 Notizie del prigioniero Wolfgang Fröhlich (1) revisionista, internato in un democratico lager sterminazionista dall’agosto 2007 per il

… reato di… pensare e …parlare !

Mariette-PaschoudReato ideato ed imposto dalla u$rael-lobby, con chiaro ricatto psicologico ( e non solo!…pena la demonizzazione quale “non amico” dell’entità ebraica di Palestina, “odiatore di israele“, “revisionista/negazionista“, “assassino della memoria” e altre demenze lisergicodiscese simili), alla casta politica goyish nella quasi totalità dei GROD ( Grandi Regimi di Occupazione Democratica) d’Europa, in corso l’ennesimo tentativo (il 3° dal 2007) di applicazione anche in Italia di tale prevaricazione! Reato inventato a TUTELA LEGALE della “menzogna di Auschwitz” o “Auschwitz­-lüge” o “Auschwitz lie” e del regime razzista di apartheid di Palestina ! Mariette Paschoud ha ricevuto una lettera dal prigioniero austriaco Wolfgang Fröhlich che la prega di “trasmettere le notizie agli amici svizzeri e francesi”.(Mariette Paschoud è inse­gnan­te ginnasiale a Losanna, licenziata nel 1986 dal provve­di­tore agli studi Pierre Cevey su «consiglio» del Gran Rabbino Geor­ges Vadnaï). Olodogma

________________La Lettera di  Wolfgang Fröhlic_________________

Continua a leggere

0132- Visita in carcere all’ ingegnere chimico Wolfgang Fröhlich, revisionista, jüdischen Holocaust-Leugner,internato nel lager di Krems/Stein

 Inquisizione olo-$terminazionista, Inquisition exterminationistischen

Wolfgang Fröhlich, Dr. Herbert Schaller,teheranWolfgang Fröhlich, Austriaco di 62 anni, è in prigione per revisionismo dal mese d’agosto 2007 ed in principio per 8 anni e mezzo : ingegnere chimico di formazione, sa molto bene cos’è lo Zyklon B e le sue conoscenze su quest’argomento hanno fatto di lui un revisionista che ha avuto il coraggio di dirlo a voce alta e forte.

Una coppia di amici si sono recati nella prigione di Krems dove è incarcerato ed hanno pubblicato sul sito Altermedia un resoconto della loro visita (http://altermedia-deutschland.info/content.php/3171-Besuch-bei-Wolfgang-Froe).

Eccolo, riassunto dal nostro fedele traduttore (che ringraziamo): Continua a leggere

0131- Il revisionista Herbert Schaller compie 90 anni, auguri!

Oggi 6 febbraio,Herbert Schaller,revisionista, avvocato austriaco festeggia il suo 90 ° compleanno.

Rr. Herbert Schaller 2013

Rr. Herbert Schaller 2013

 

Herbert Schaller 1944 als Oberleutnant der Deutschen Wehrmacht

Herbert Schaller 1944 als Oberleutnant der Deutschen Wehrmacht

Ex ufficiale dell’esercito tedesco, dove ha servito col grado di tenente, sul fronte orientale.
Sposato nel 1945 ha avuto tre figli e la moglie è ancora con lui.

Schaller è stato sostenitore instancabile di revisionisti austriaci come Gerd Honsik, Ochensberger Walter, Herbert Schweiger, Wolfgang Fröhlich, Walter Lüftl, del tedesco Otto Ernst Remer, del tedesco-canadese Ernst Zündel, dell’inglese David Irving e dello spagnolo Pedro Varela.

 

 

Herbert Schaller con Gerd Honsik ,1990

Herbert Schaller con Gerd Honsik ,1990

 

Nel 2006 ha partecipato alla conferenza di Teheran ed è stato ricevuto dal presidente iraniano Ahmadinejad. Il tema della sua conferenza fu: “La mancanza di prove fisiche nell’olocausto”

Tutti i revisionisti che sono stati difesi da lui sentono ancora per lui una sconfinata ammirazione.

Intervento del Dr. Herbert Schaller alla conferenza mondiale sull’olocausto ebraico  tenutasi a Teheran dall’11 al 16 Dicembre 2006 ,alla quale hanno partecipato ,tra molti altri: Prof. Mohammad-Ali Ramin, Dr. Mahmoud Ahmadinejad, Manouchehr Mottaki, Prof. Robert Faurisson, Dr. Herbet Schaller, David Duke,  Lady Michèle Renouf, Serge Thion,  Dr. Fredrick Töben, Bernhard Schaub ed i rabbini del gruppo  Neturei Karta.

Ernst Zundel,on the right, and his attorney, Dr. Herbert Schaller-01-03-2010

Auguri Dr. Herbert !

103- Il carcere a tutela del Dogma o£ocau$tico. Ariel Toaff, Hannah Arendt, Baruch Spinoza, Moshe Carmilly-Weinberger e libertà di espressione

«un modo diverso di muoversi liberamente nel mondo »

  hannah arendt (Men in Dark Times)

$$$_ crucifigeholocaustdeniers,crocifigginegazionista,,,Il politicamente corretto propaganda i “diritti umani” e la “libertà di espressione”. I “savi anziani” mondialisti attaccano da molti decenni ogni valore che faccia riferimento ad istituzioni quali la famiglia come Natura creò e come la conosciamo da sempre, al valore della Nazione come comunità di origine, all’orgoglio di appartenenza, al diritto di non essere invaso in casa propria. In sostituzione a questi valori, scontatamente dati per superati, vecchi, retaggio di politiche che hanno prodotto il “male assoluto”, si impongono, tramite media e “insegnanti” educati alla bisogna, modi di vivere IDEOLOGICAMENTE COSTRUITI col preciso scopo di rendere polvere ogni retaggio, ogni senso di appartenenza, ogni “confine” creatosi nel tempo. Ogni remora all’accettazione di tale “modus vivendi” viene messo alla berlina come reazionaria, fascista, nazista, con “voglia di riaprire Auschwitz”, con l'”accusa/offesa” massima di somigliare, addirittura, essere il “nuovo Hitler”! Il tutto condito da flash sui “lager”, sui “6.000.000” , sulle “camere a gas”, tutto il repertorio orrorifico olo-standard è messo in atto fino all’annichilimento di ogni voce non omologata.Chi osa ancora parlare viene marchiato col termine, “soluzione finale”, di “negazionista”! Nessuno sa cosa intendano con tale idiota definizione, che fa il paio con “antisemitismo”, ma funziona! Tutti tacitati,tranne i revisionisti del cosidetto olocausto ebraico. Qui si innesta il lato reazionario, conservatore, violento, discriminatorio, razzista della politica-attitudine VERA dei  campioni della libertà di espressione (a parole) ! A nessuno è concesso di verificare se le accuse mosse ai “revisionisti” abbiano fondamento, se quello che affermano i revisionisti trovi conferme in documenti o esami tecnici standard. I “campioni” applicano il principio “lo sterminazionismo ha sempre ragione”! Ma non è così!

Olodogma

___________________________

Pagine tratte dal testo di

Gianantonio Valli

LA  RIVOLTA  DELLA  RAGIONE

Il revisionismo storico, strumento di verità

(pagg.20-27)

© 2010 effepi, via Balbi Piovera, 7 – 16149 Genova
dicembre 2010

la rivolta della ragione valli(…) L”illuminista Voltaire (1764): «Il pregiudizio è un’opinione senza giudizio. Così in tutti i paesi del mondo si infondono nei bambini tutte le opinioni che si vuole, prima che possano giudicare». Ed ancora Voltaire: «Chi ha il potere di farvi credere delle assurdità, ha il potere di farvi commettere ingiustizie».
E quindi, a spaziare nei più diversi campi della ricerca storica con originali intuizioni e ad acculturarsi sulle opere degli avversari mostrando duttilità, coraggio ed estrema apertura mentale, sono proprio gli studiosi revisionisti. Infatti, chi assevera il genocidio – gli sterminazionisti di ogni specie, ebrei d.o.c. o shabbos goyim (1), professionisti o dilettanti, in buona o in cattiva fede che siano – non solo si vieta, il che è anche accettabile, di leggere, dibattere e contrastare in dibattiti più o meno pubblici gli studi dell’Altra Parte – preferendo ricorrere, e questo è già meno accettabile, al braccio punitivo di legislazioni sempre più liberticide: sublime la pretesa di volere,sfidati a duello, combattere l’avversario avendogli prima legate le mani nonché privatolo della spada! – ma rimastica la vulgata in un tourbillon di citazioni incestuose e autoreferenziali. Citazioni, notazioni e sentenze, e ci piace copiare Piergiorgio Odifreddi,«sbagliate scientificamente, contraddittorie logicamente, false storicamente,sciocche umanamente, riprovevoli eticamente, brutte letterariamente e raffazzonate stilisticamente». Continua a leggere

0088- Solstizio d’Inverno e i revisionisti deportati-internati nei lager sterminazionisti

In occasione del Solstizio d’Inverno  il nostro pensiero va agli internati nei lager sterminazionisti per il falso reato di “revisionismo”; reato che una ignorante israel-lobby vuole a tutti i costi imporre agli Italiani, con l’approvazione di una legge “ultima-chance” per la tutela di falsari di storia e profittatori della “credulità popolare”!
In questo periodo i revisionisti-internati, che hanno difeso fino al sacrificio della propria libertà individuale la libertà di pensiero-ricerca-espressione-insegnamento, sentiranno particolarmente l’isolamento cui sono soggetti, Olodogma non ci sta!
Scriveremo lettere a ciascun internato.Tramite la posta sapranno che non sono soli, abbandonati, e che le loro battaglie di libertà sono state riprese e rilanciate,quindi non sono state inutili!

Se qualcuno intende seguire il nostro esempio è bene segua questi piccoli consigli:
– Scrivere il testo in italiano quindi tradurlo con http://translate.google.it/#it/de/ ed      incollare il testo tedesco. Si impone ciò in quanto la censura di alcuni lager sterminazionisti NON fa passare la posta scritta in lingue diverse dal tedesco.
– Inviare una cartolina con la sola firma (ed eventuale indirizzo del mittente)
– Nelle lettere NON citare il cosidetto olocausto ebraico, non allegare articoli di giornale o libri (che non vengono fatti passare)

Questi ( in BLUE ) gli indirizzi degli internati revisionisti

Horst Mahler
JVA Brandenburg / Havel
Anton Saefkow-Allee 22
D-14772 Brandenburg / Havel
(Germania)
(Horst Mahler, 76 anni, è stato condannato a 12 anni e 11 mesi di carcere e detenuto dal 25 febbraio 2009)

Axel Möller
JVA Stralsund
Franzenshöhe 12
D-18439 Stralsund
( Axel Möller, 47 anni, è stato condannato a 30 mesi di prigione ed è in carcere dal 7 dicembre 2011)

 

Wolfgang Fröhlich
JVA Stein
Steiner Str. 4
A-3500 Krems-Stein / Wachau NÖ
(Austria)
( Wolfgang Fröhlich, 61 anni, è stato condannato a sei anni e cinque mesi in prigione e carcere dal mese di agosto 2007 )

Gerd Ittner
JVA St. Georgen
Markgrafenallee 49
D-95448 Bayreuth
(Germania)
(Gerd Ittner, 54 anni, è stato condannato nel 2005 a 2 anni e 9 mesi di reclusione, riparato in esilio in Portogallo, è stato arrestato in Portogallo il 11 aprile 2012 ed è stato deportato in Germania il 18 settembre)

E dal 2 gennaio 2013 sarà internato in un lager sterminazionista il revisionista Günter Deckert

Günter Deckert
JVA Mannheim
Herzogenriedstrasse 111
D-68169 Mannheim
(Germania)

 

( Günter  Deckert, 72 anni, è stato condannato a cinque mesi di carcere per autore della traduzione di un libro di Carlo Mattogno (!) )

In questa occasione ricordiamo i 4 cittadini italiani in carcere dal 16 Novembre 2012, ufficialmente per presunti reati di “odio” e “associazione”. Noi pensiamo per il fatto principale che pubblicassero testi revisionisti ed attacchi diretti ai falsari di storia, agli impiegati dell’ “Industria dell’olocau$to” e ai dirigenti della u$rael-lobby. Non si dispone dei loro precisi indirizzi attuali.

.

N.B. Grassetto,foto, sottolineatura, evidenziazione, NON sono parte del testo originale qui riprodotto, in BLUE testi di Olodogma. Mail: olodogma@gmail.com . Per consultare l’elenco di TUTTI gli articoli presenti su Olodogma cliccare il link http://olodogma.com/wordpress/elenco-generale-articoli/.     Torna alla PAGINA INIZIALE
.