Archivio Tag: Olocau­sto

Mar 18

0163 – Il Dr. Valli su frank otto, il diario “di” frank anna, olocau$to, Binjamin Wilkomirski, defonseca misha, rosenblat herman, Enric Marco, Donald Watt… l’ industria editoriale dell’olocau$to

$$$_ anna fram diario,confronto calligrafia

Il testo riprodotto costituisce  la “Nota 31” di “Holocaustica religio- Psicosi ebraica, progetto mondialista“, del Dottor Gianantonio Valli. Nuova versione, ampliata e reimpostata, di “Holocaustica religio – Fondamenti di un paradigma“, © 2010 effepi, via Balbi Piovera, 7 – 16149 Genova , novembre 2009. Il Valli ci delizia di una raccolta di falsi storici, manipolazioni …

Continua a leggere »

Mar 08

0139/ V – Le valenze dell’olocausto in Holocaustica religio, psicosi ebraica, progetto mondialista: aggressiva

Henryk M. Broder

Brano tratto da HOLOCAUSTICA RELIGIO Psicosi ebraica, progetto mondialista di  Gianantonio Valli seconda edizione, ampliata, corretta  e reimpostata, di Holocaustica religio – Fondamenti di un paradigma Copertina di Holocaustica religio, cliccare sulla foto per ingrandirla LE VALENZE DELL’OLOCAUSTO 5 – aggressiva Valenza precedente: “Le valenze dell’olocausto in Holocaustica religio, psicosi ebraica, progetto mondialista: difensiva“, cliccare …

Continua a leggere »

Gen 15

116- Olocau$to ebraico? Assurdo chiedere le prove! Parola di un Tribunale Federale svizzero!

Georges_Vadnai_rabbino

Pagine tratte dal testo di Gianantonio Valli LA  RIVOLTA  DELLA  RAGIONE Il revisionismo storico, strumento di verità (pagg.219-220) © 2010 effepi, via Balbi Piovera, 7 – 16149 Genova dicembre 2010 (…) 17 maggio 1995 – Giunge notizia che il 17 febbraio, quindi tre mesi innanzi, il Tribunale Federale svizzero ha affermato che l’olosterminio è «di …

Continua a leggere »

Ott 30

0039- Quindicesima lettera del dottor Gianantonio Valli al signor Stefano Gatti

Quindicesima lettera del dottor Gianantonio Valli al signor Stefano Gatti  Gentile signor Gatti, torno a scriverLe pur dopo avere promesso che avrei chiuso con la Quattordicesima. Il motivo del mio insistere non sta però, oggi, nella smania di sapere il perché di quel «famigerato», e tantomeno di continuare ad insapienzarLa. La verità è che avrei …

Continua a leggere »