Archivio Tag: Ausch­witz

Apr 03

0192 – Le valenze dell’olocausto in Holocaustica religio, psicosi ebraica, progetto mondialista: psico-esistenziale…di Gianantonio Valli

wistrich robert

La pubblicazione del testo avviene col consenso dell’Autore, che ringraziamo anche a nome di alcuni lettori che ci hanno “incaricato” di porgergli i loro complimenti per il suo lavoro. Olodogma Brano tratto da HOLOCAUSTICA RELIGIO Psicosi ebraica, progetto mondialista di  Gianantonio Valli seconda edizione, ampliata, corretta  e reimpostata, di Holocaustica religio – Fondamenti di un …

Continua a leggere »

Mar 29

0139/ VI – Le valenze dell’olocausto in Holocaustica religio, psicosi ebraica, progetto mondialista: cosmico-religiosa

Brano tratto da HOLOCAUSTICA RELIGIO Psicosi ebraica, progetto mondialista di  Gianantonio Valli seconda edizione, ampliata, corretta  e reimpostata, di Holocaustica religio – Fondamenti di un paradigma LE VALENZE DELL’OLOCAUSTO  6 – cosmico-religiosa  Valenza precedente: “Le valenze dell’olocausto in Holocaustica religio, psicosi ebraica, progetto mondialista: aggressiva“, cliccare QUI. (…) (Pagg. 120→125)     Sul fatto che …

Continua a leggere »

Nov 13

0054- Diciannovesima lettera del dottor Gianantonio Valli al signor Stefano Gatti

$$$_matematica di Auschwitz!,

Diciannovesima lettera del dottor Gianantonio Valli al signor Stefano Gatti Gentile signor Gatti, sicuramente Lei avrà capito l’urgenza, per ogni persona di retto sentire e per la libertà di tutti i popoli, in particolare di quelli europei, della demolizione dell’Oloimmaginario. Anche le ultime due lettere verteranno quindi, in logica sequenza, sulla necessità di offrirLe ulteriori …

Continua a leggere »

Ott 28

0037- Quattordicesima lettera del dottor Gianantonio Valli al signor Stefano Gatti

Immagine 2. Haavara. Click...Click...

Quattordicesima lettera del dottor Gianantonio Valli al signor Stefano Gatti  Gentile signor Gatti, ogni sogno finisce. Alla luce dell’alba – all’apparir del vero – cade ogni illusione. In tre mesi di sollecitazioni assidue, ma sempre dignitose, non sono riuscito a ottenere da Lei neppure un singulto. O una parola di scusa per l’inaudita brutalità con …

Continua a leggere »