Archivio della categoria: Paranoia psicosi schizofrenia

0728 – Legge anti libertà di espressione, i favorevoli : l’ebreo colombo furio

 .

“ La responsabilità più tremenda di uno storico ebreo è di convalidare l’autorevolezza della memoria ebraica

(José Faur, All’Ombra della Storia: gli Ebrei e i Conversos all’Alba della Modernità, Albany: State University of New York Press, 1992), pag.210.)

...«il dossier della storia ufficiale della deportazione degli ebrei è marcio per le troppe menzogne e che i fatti inventati sono “destinati alle immondizie della storia»… in grassetto le parole/sentenza di Jean-Claude Pressac.(Fonte)

Click...

Click…

Nell’articolo anni’50 che presentiamo l’aria di stantio, vecchio,  muffitico, di non aggiornamento, è ciò che si respira. Ineluttabilmente il tempo è passato, andato, ma molti non lo sanno! Dimostrazione lampante che si teme il revisionismo essenzialmente per le conseguenze politiche internazionali che derivano dall’accertamento dei fatti REALMENTE accaduti! Come sempre succede con l’ossessione, preoccupazione principe, della tutela del ghetto di apartheid ebraico incistato in Palestina ! Difesa ad oltranza dell’anti-storico colonialismo sionista realizzato in epoca di decolonizzazione generale degli stati “democratici”, USA esclusa. L’articolo non sembra destinato agli “ebrei” (che conoscono bene la sequenza antefatto-fatto-revisionismo-esito ineludibile) quanto agli eserciti di goyim che si sono dimostrati perfetti shabbat-goyim (servi del sabato degli ebrei) dei sionisti più  virulenti e dei pupari del nuovo ordine politico sorto in Europa dopo il 1945. Un quadro di cosa potrebbe succedere se diventasse di dominio pubblico, metabolizzato, che il racconto olocau$tico standard a base di “camere a gas”, come dicono i revisionisti, spregiativamente detti negazionisti, è una grande, scientifica, montatura ed una grande immensa truffa, politica ed economica. Truffa che ha ben precisi creatori/beneficiari e ben precisi truffati! Presentato il quadro si presentano i terrificanti, per gli sterminazionisti, scenari/sviluppi prevedibili. Unica via d’uscita, una disperata ultima chance, per l’ebreo colombo furio… una legge! Legge che risponda con la violenza di polizia, tribunali, carcere, rovina economica e sociale a semplici risultanze storiografiche !  …”chi sta affogando si attacca anche alla lama di un rasoio”…dice l’adagio!  Con grande amarezza (ed una non detta consapevolezza che accadrà), l’ebreo van pelt robert jan… “intervistato dal confrère Errol Morris nel docu­menta­rio Mr. Death – The Rise and Fall of Fred A. Leuchter Jr, presentato nel gennaio 1999 al Sundance Film Festival di Park City, Utah” …

«Se si dimostrasse che i revisionisti dell’Olo­causto hanno ragione, perde­remmo la percezione che abbiamo della Seconda Guerra Mon­diale, perderemmo la per­ce­zio­ne che ab­bia­mo della democra­zia. La Secon­da Guerra Mondiale fu una guerra mora­le, una guerra tra il Bene e il Male. Se da questo quadro rimuo­vessimo il punto nodale della guerra, il nocciolo che risponde al nome di Ausch­witz, allora ogni altra cosa ci diverrebbe incomprensi­bile. Finirem­mo tutti in manicomio» (01:23:30, tempo in minuti, secondi)

Olodogma

_________________In blue testi di Olodogma___________________

Negazionismo Legge sì L’odio va bloccato

dl Furio Colombo (1)

I fatti criminali devono essere sempre puniti

Continua a leggere

0726 – I racconti olocau$tici modificano il DNA!

.

La Shoah, un trauma ereditario
Di Vivianne Thivent
23 giugno 2014

maiale_maiali_ebreo_ebrei_juden_pork_jews_juif_mucca_germania_parassita_porcoIl trauma dell’Olocausto si trasmette ai discendenti. E non solo attraverso i racconti dei parenti che hanno conosciuto i campi di concentramento, la tortura o la paura di essere fatti prigionieri. No. Quel trauma lascia un’impronta biologica, un marchio nel DNA della generazione seguente. E’ cio’ che mostrano Rachel Yehuda e la sua equipe della scuola di medicina del Monte Sinai a New York nell’ American journal of Psychiatry del 16 maggio, dopo un’epopea scientifica iniziata nel 1998.

Continua a leggere

0725 – Allegre foto, selfie di studenti ebrei ad Au$chwitz sede centrale dell’industria dell’olocau$to SpA

.

Auschwitz sede centrale dell’industria dell’olocau$to SpA

$$$_ AUSCHWITZ,SPA,INDUSTRIA,DELL,OLOCAUSTO,MENZOGNA,DI,AUSCHWITZIl dato di partenza è quello sintetizzato nel titolo: Au$chwitz è il logo di un sistema industriale multinazionale di sfruttamento per meri profitti, economici, politici. Inoltre Auschwitz è il forcipe nel parto del ghetto ebraico incistato in Palestina. Sintesi che sembra condivisa dall’ebrea e ricercatrice storica sereny gitta tanto da permetterle di sparare in testa all’ einsatzagruppe che gestisce i fedeli  sterminazionionisti della chiesa olocau$tica …

 

Atteggiamento "consono". Click...

Atteggiamento olocau$tianamente “consono”. Click…

Perché mai questa gente ha fatto di Auschwitz una vacca sacra? Auschwitz era un posto terribile. Ma non era un “campo di sterminio!” (Gitta Sereny – sopravvissuta e ricercatrice dell’Olocausto – London Times 29 agosto 2001).

Sintesi  che contraddice da sola tutta la fabulazione gasatoria di sedicenti testimoni oculari!

In seconda battuta Auschwitz è notoriamente una frode/truffa perpetrata alle spalle degli oltre 30.000.000 di olocredenti o semplici turisti che hanno pianto dentro la FALSA CAMERA A GAS di Auschwitz, costruita nel 1948 dai funzionari comunisti polacchi e sovietici (come ammesso, obtorto collo, dal direttore del museo di Auschwitz, il burocrate comunista Franciszek Piper, all’ebreo cole david, revisionista,  in questo video https://www.youtube.com/watch?v=VHaT0Mp-KIw ).

.

Continua a leggere

0724 – Della “legge Mancino” parla modigliani enrico, ebreo, vero estensore della legge

.

«Dio non esiste, comunque noi siamo il suo popolo eletto»… l’ebreo allen woody

"Stranamente" la discriminazione sessuale non è considerata reato dalla !legge Mancino"!Click...

“Stranamente” la discriminazione sessuale non è considerata reato dalla “legge Mancino”!Click…

Siamo in Italia, la situazione non è esplosiva, e dunque preferi­rei un disegno di legge. Sono però sollecitato a scegliere il Decreto Legge”… il democristiano ministro dell’Interno Nicola Mancino, l’U­nità, 25.11.1992

“Solle­citato”!? Da chi?

modigliani enrico, ex deputato repubblicano, ebreo , il cervello nell’ombra e il vero autore, in associazione coll’ebreo taradash marco, ed altri,  del testo di legge …

Continua a leggere

0721 – Secondo gli ebrei del CRIF Dieudonne’ e’ piu’ pericoloso di Jean-Marie Le Pen

.

di Allain Jules

L’informazione fuori di testa, al Kärcher, e la libertà’ d’espressione nella sua quinta essenza: “Meglio morire in piedi che vivere in ginocchio” di Emiliano Zapata

Click...

Click…

LA BARZELLETTA DEL GIORNO. Secondo il CRIF Dieudonne’, l”umorista, e’ piu’ pericoloso di Jean-Marie Le Pen

pubblicato il 15 Giugno 2014

E con questo abbiamo sentito e visto di tutto..

L’ umorista era venerdì scorso a Lione per presentare Asu Zoa, suo ultimo spettacolo. Un’associazione autoproclamatasi anti-fascista aveva chiesto alla Prefettura del Rhône-Alpes di vietare lo spettacolo. A queste associazioni di odio marchiate “anti-coso” spuntano le ali, soprattutto perché’ ad alcune autorità’ piace molto violare la legge. Si sa che sara’ la stessa cosa con “La Bête Immonde“, il nuovo spettacolo che Dieudonné si appresta ad offrire ai suoi fans a partire dal 26 giugno al teatro la Main d’or, santuario dell’umorismo […] Continua a leggere

0720 – Legge anti libertà di espressione,cronaca di un fallimento nelle parole di Capacchione Rosaria (PD)

..
.
AAA OLODOGMA piccoloRiportiamo un testo della relatrice del DDL54 (legge anti-negazionismo). Lo riportiamo per mettere in evidenza l’assoluto marasma di idee e punti fissi, a monte dei testi presentati nel tempo! L’evidente voglia di forca per i “negazionisti” è nascosto/ammantato di volta in volta di compiti che non hanno base reale, quindi mere fantasie ideologiche. Una specie di dogma, anzi olodogma! Analizzeremo e commenteremo, tra le righe, per l’immediatezza della risposta,

___________________________________________________

Il nazismo è qui tra noi

 di Rosaria Capacchione*

Click...

Click…

(Capacchione) (…) il pericolo non e` ancora passato e che teorie razziste e xenofobe, stanno conquistando dignita` di pensiero e programma politico: oggi, anche qui, e non soltanto nella Grecia di «Alba Dorata». Con il negazionismo del genocidio degli ebrei, spacciato per ordinario processo di revisione storica utile e necessario alla rivalutazione del nazismo e dell’operato di Hitler.

[Olodogma. Capacchione dovrebbe precisare quale revisionista serio abbia mai legato la revisione storica alla “rivalutazione del nazismo e dell’operato di Hitler“. La storia del revisionismo vede come padre un resistente francese Paul Rassinier, comunista, socialista, partigiano, ex internato in due lager tedeschi; Robert Faurisson, un professore dell’università di Lione, liberale; Roger Garaudy, filosofo francese, ex leader degli intellettuali comunisti parigini; Ditlieb Felderer, nato ad Innsbruck in una famiglia ebrea; David Cole , un ebreo; Il professor Roger Polacco de Ménascequi, ebreo, endocrinologo; ci fermiamo, ma potremmo continuare per un bel pò! Come si può pretendere che queste persone, di nascita, educazione e scelte politiche diverse, cerchino di ottenere una “rivalutazione del nazismo e dell’operato di Hitler“?  Continua a leggere

0719 – Caso Stormfront seconda tranche: processo per 14 persone

.

Il contrasto dell’ “incitamento all’odio razziale” prosegue in contemporanea nei tribunali e nelle aule parlamentari. Nell’aula del Senato con la presentazione dell’ennesima variante del testo del DDL “anti-negazionismo”, nei tribunali col secondo processo “Stormfront”.

annafrank diario ebrei puriDalla stampa del 19.06.14 apprendiamo del rinvio a giudizio chiesto da Tescaroli Luca, pm di Roma, di 14 persone che esprimevano le proprie opinioni su un sito americano. L’azione rappresenta il secondo tempo di ciò che è cominciato con il primo processo a 4 persone e terminato con… l’iscrizione in sentenza, per ben 30 volte , del termine “razza” ed anche “razza ebraica”!

1) “della razza bianca o “coccola negri””(pag.5)…
2) “riservato ai traditori della razza bianca”(pag.5) …
3) “sulla superiorità di una razza“(pag.12)…
(…)
30) “indicati come traditori della razza bianca”(pag.50)…(Fonte)

__________________La notizia__________________ Continua a leggere

0718 – Legge anti libertà di espressione…Viagra per “far star sù” l’olocau$to!

.

PREMESSA. La chiave di lettura di questa vicenda qual’è? Semplice! Nel termine “pubblicamente”!

Da 69 anni una moltitudine di soggetti vive, nel lusso, del monopolio dell’informazione su “fatti storici” che costituiscono la base del potere del sistema dell’usura bancaria, della finanza apolide! Ammettono pubblicamente che la “menzogna di Auschwitz” è… “il luogo della frattura da cui, con fatica, dopo la Shoah, sono sorte in Europa le democrazie“…! Quindi se non mantengono il monopolio dell’informazione pubblica ( ed internet appiattisce TUTTO trasforma “dotti”, luminari, professori, esperti, in banali “uno dei tanti” che chiacchiera) TUTTI hanno la stessa valenza! La stessa credibilità agli occhi dell’internauta! Le “verità ufficiali” hanno lo stesso peso dei testi di un Mattogno, per esempio! L'”ipse dixit” storico NON vale più! Questo il dramma! Per il comune lettore queste note VALGONO le note di un hilberg! 

Fine premessa.

In foto l’autrice, quanto meno la presentarice, dell’ “emendamento 1.700″

capacchione_legge_anti-negazionismoL’ultima versione dell’ultima chance degli sterminazionisti si chiama  “emendamento 1.700″ del disegno di legge anti-revisionismo che intende modificare la liberticida legge Mancino, (emendamento presentato da Capacchione Rosaria, relatrice del “disegno di legge”) questo il testo originale:

” Sostituire l’articolo con il seguente:“Art.1All’articolo 3 della legge 13 ottobre 1975, n. 654, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modificazioni:

al comma 1, alla lettera a), dopo le parole: «ovvero istiga», è inserita la seguente: «pubblicamente»;

alla lettera b), dopo le parole: «, in qualsiasi modo, istiga», è inserita la seguente: «pubblicamente»;

dopo il comma 3, è aggiunto il seguente:

«3-bis. Per i fatti di cui al comma 1, lettere a) e b), e al comma 3, la pena è aumentata se la propaganda, la pubblica istigazione e il pubblico incitamento si fondano in tutto o in parte sulla negazione della shoah ovvero dei crimini di genocidio, dei crimini contro l’umanità e dei crimini di guerra come definiti dagli articoli 6, 7 e 8 dello statuto della Corte penale internazionale ratificato ai sensi della legge  12 luglio 1999, n. 232.»

Quindi la “negazione della shoah” risulterebbe una aggravante per “fatti”, ma nella compilazione MANCA una definizione di cosa si debba intendere col termine straniero “shoah”!
Quindi siamo a punto e a capo!
Chiesto più chiaramente: cosa trasforma una semplice pubblicazione, discussione pubblica, di una ricerca storica, o pubblici commenti su di essa, in una aggravante?

Continua a leggere

0717 – Legge anti libertà di espressione: l’Human Rights Committee,Commissione per i Diritti Umani,dell’ONU non la vuole!

.

!soluzione_finale_legge_negazionismo_ultima_chanceI talebani difensori della menzogna dei 4.000.000 di morti di Auschwitz, detta olocau$tianesimo, con voglie di cancellare i principi dell’art. 21 della Costituzione Italiana…

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure“…

  si ostinano a spingere all’approvazione la liberticida legge anti-revisionismo col pretesto della necessità di adempiere ad una disposizione…”come previsto dalla decisione quadro 2008-913-Gai del Consiglio dell’Unione Europea e dal protocollo addizionale sul cybercrime di Budapest del 2003“… ossessivamente, istericamente ripetendolo a mò di mantra! …ma stranamente…

Continua a leggere

0716 – Legge anti libertà di espressione. La menzogna di Auschwitz protetta con una legge?

.

PREMESSA. Come nasce l’idea di punire la ricerca storica non olo-conformista?

34storicifrancesi,camereagas,1979,le mondeCosì!

Dall’aborto delle capacità della storiografia olosalariata di contrastare il revisionismo storico che il 21.02.1979 ha costretto 34 “luminari” di Storia francesi a firmare una solenne idiozia/rinuncia a se stessi storici publicata su “Le Monde”, questa…

…”Non bisogna chiedersi come, tecnicamente, un tale massacro di massa è stato possibile. È stato tecnicamente possibile perché è avvenuto. Tale è il punto di partenza obbligato di ogni ricerca inchiesta su questo argomento. Questa verità, ci spettava semplicemente di ricordarla: non c’è e non ci può essere alcun dibattito circa l’esistenza delle camere a gas

(A fianco l’originale de Le Monde. Click per ingrandire)

___________________________________________________________________________________

$$$_ legge,anti,revisionismo,negazionismo,israel-lobbyEppur si muove! L’iniziativa parlamentare finalizzata alla soppressione della libertà di espressione dei ricercatori storici e semplici appassionati di Storia,non conformi, detta legge anti-negazionismo, riprende il suo penoso cammino? Sembra proprio di si.

E’ stato presentato un nuovo emendamento, il n°1.700, che aumenta le pene della “legge Mancino” (si quello intercettato col comunista Napolitano)…

“la pena è aumentata se la propaganda, la pubblica istigazione e il pubblico incitamento si fondano in tutto o in parte sulla negazione della shoah“…!

Continua a leggere