Archivio della categoria: Paranoia psicosi delirio cronico schizofrenia

0524 – Due spedizioni punitive ebraiche per un presunto saluto nazzzista antisemita su Facebook

.

L’isteria per il “saluto nazzzista antisemita”

Nel video la causa scatenante: Robert Faurisson

Qui la seconda parte del video: http://www.youtube.com/watch?v=P9uUmffBDO0

Nessun dubbio sembra esistere sulla matrice delle aggressioni, l’articolo parla chiaramente di “dirigenti della comunità ebraica“, che sono intervenuti per “arginare la spedizione“. Segnaliamo che il vero problema non è il saluto e la sua diffusione, quanto la relazione esistente tra l’inventore di tale saluto (antisionista) e l’”assassino della memoria” ebraica , il Prof. Robert Faurisson, “nemico pubblico n°1” del ghetto ebraico di Palestina, revisionista da sempre e autore di studi che hanno demolito la fabulazione olocau$tica standard dei “6.000.000” di ebrei ammazzati e delle “camere a gas” omicide tedesche. Praticamente la ricerca del prof. Faurisson (ed altri revisionisti) ha minato alla base l’edificio  della “Au$chwitz SpA” , Industria dell’olocau$to, rendendo inefficienti la spada e lo scudo del sistema nato sulla fabulazione sionista. Questo il vero problema e l’isteria collettiva in essere. Olodogma

_____________________________________________________________________

Violente e inaccettabili aggressioni ebree contro 2 quenelliers

Continua a leggere

0523 – Il revisionista Wolfgang Fröhlich sconterà 11 anni di carcere per leso olocau$to ebraico

.

Österreich…“Organisationsform einer Modalität der Fremdherrschaft“? 

Olodogma si inchina di fronte alla forza e determinatezza di questo Uomo!

Wolfgang Fröhlich, Dr. Herbert Schaller,teheranIl 7 dicembre, nel messaggio intitolato “Solstizio d’Inverno, Natale, auguri ai revisionisti internati nei lager olocau$to-sterminazionisti”, abbiamo avuto qualche difficoltà ad indicare correttamente la sorte del prigioniero austriaco, l’ingegnere chimico (e anche specialista in disinfestazione!) Wolfgang Fröhlich, avevamo scritto, nel dubbio:

W. Fröhlich, 62 anni, è stato condannato a più di otto anni di carcere ed è  in carcere da agosto 2007 ” (in un messaggio precedente avevamo ricordato anche che aveva già fatto un anno di prigione dal giugno 2003 al giugno 2004). Per esserne certi gli abbiamo semplicemente posto la domanda ed ecco la risposta.

«Per quel che riguarda la tua domanda:

La fine ufficiale della mia pena è gennaio 2016! Avrò quindi passato circa 11 anni in prigione, esclusivamente per aver espresso delle opinioni! Lo sconto di pena per i due terzi della detenzione non mi è stato naturalmente accordato. In questo paese si tratta di un piatto prelibato riservato ai criminali. Una pretesa amnistia per le feste di Natale è altrettanto inverosimile.

Sarebbe una “contraddizione in sé” se gli AUTORI DEI CRIMINI si mettessero ad amnistiare le loro VITTIME.

Un avvocato mi ha consigliato di sporgere denuncia presso la Corte di giustizia di La Haye per crimine contro i diritti dell’uomo.

Se un avvocato austriaco mi rappresentasse per questo, sarebbe sospeso immediatamente dall’ordine degli avvocati. E’ quello che è successo al Dr Herbert Schaller con il quale ero stato a Teheran [alla Conferenza di Teheran del dicembre 2006]. Da allora regna il panico tra gli avvocati. L’Austria è un paese di diritto solo sulla carta.»

Wolfgang Fröhlich,Friedrich Töben und Dr. Herbert Schaller,teheran2006conferenza,olocaustoAnche stavolta una cartolina per lui?

Questo il suo indirizzo (ricordiamo di scrivere solo in tedesco, i guardiani del lager sterminazionista  non lasciano passare lettere o cartoline scritte in altre lingue), ricordiamo che è bene allegare una busta nuova, un foglio bianco vergine ed un francobollo del valore giusto per la spedizione in Europa:

Herr Wolfgang Fröhlich
JVA Stein, H. Nr. 46484
Steiner Landstr.4
A-3504 Krems/Stein
(Austria)

_______________Traduzione a cura di GV

seguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito, dal 2/8/13 i commenti sono chiusi. N.B. Sono gradite segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. Foto, evidenziazione, grassetto, colorazione, titolo di apertura, non sono parte del testo originale. Per  contattarci…  olodogma@gmail.com .   QUI  TUTTI gli articoli di Olodogma . Torna alla PAGINA INIZIALE

0521 – Il catechismo del min-cul-pop-olo (ministero della cultura popolare olocau$tica) per giornalisti, scrittori, bischeri qualunque che scarabocchiano sul web…

.

Post OT, ma a ben guardare olocau$todisceso

Solomon Diamant, Yisroel Dovid Weiss and Dovid FeldmanLa teocrazia olocau$tica non è stata capace di scrivere un qualsiasi straccio di legge contro il “negazionismo”, riducendosi a copiaincollare 5 righe di una liberticida legge straniera, in alternativa ha partorito il decalogo comportamentale della stampa . Nero su bianco ciò che il min-cul-pop-olo (ministero della cultura popolare olocau$tica) decreta come politicamente corretto.

Il catechismo dei giornalisti, scrittori, bischeri qualunque che scarabocchiano sul web…

…”Questa pubblicazione fa seguito al ciclo di seminari di formazione per giornalisti intitolati “L’orgoglio e i pregiudizi”, svoltisi nell’ottobre 2013 a Milano (15), Roma (16), Napoli (19 e Palermo (22) , organizzati dall’UNAR in collaborazione con Redattore Sociale, con il patrocinio dell’Ordine nazionale dei giornalisti e della Federazione nazionale stampa italiana, delle amministrazioni comunali,degli Ordini regionali e dei sindacati dei giornalisti delle città ospitanti. I video dei quattro incontri sono disponibili su www.giornalisti.redattoresociale.it).
I seminari e le presenti linee guida sono stati realizzati nell’ambito del Progetto “LGBT Media and Communication”, finanziato dal Consiglio d’Europa, in attuazione del Programma “Combattere le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere”, in linea con la Raccomandazione CM/REC(2010)5.
L’Italia ha aderito, tramite il Dipartimento per le pari opportunità e l’UNAR, al Programma del Consiglio d’Europa, nel cui ambito è stata adottata la Strategia nazionale LGBT 2013–2015, consultabile on line sul sito www.pariopportunita.gov.it. Si ringrazia il Direttore dell’UNAR Marco De Giorgi!… (Fonte: http://www.pariopportunita.gov.it/images/lineeguida_informazionelgbt.pdf)

Al link il testo completo del parto… MIN-CUL-POP-OLOCAU$TICO_ DISCESO , lineeguida_informazionelgbt

_______________

seguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito, dal 2/8/13 i commenti sono chiusi. N.B. Sono gradite segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. Foto, evidenziazione, grassetto, colorazione, titolo di apertura, non sono parte del testo originale. Per  contattarci…  olodogma@gmail.com .   QUI  TUTTI gli articoli di Olodogma . Torna alla PAGINA INIZIALE

0520 – Fabulazione olocau$tica: rivolta nel ghetto di Varsavia? Mai stata! semplice operazione di polizia? Parla il Prof. Faurisson

.

$$$_ avete-mentitoLa menzogna di Auschwitz e dintorni non regge più! La fabulazione olocau$tica  ha raggiunto il limite del rigetto, neppure chi ha contribuito alla diffusione della propaganda sterminazionista riesce più a gestire , con un qualche guadagno, la versione conformista ! Addirittura il giornale ebraico israeliano haaretz intesta il pezzo di gat eli (“Holocaust survivor“) sulla pretesa “rivolta” del ghetto ebraico di Varsavia con un bel “mito” ! Piano piano, gli sono serviti 20 anni per accettare, obtorto collo, la revisione storica, ci arrivano anche “loro”, ma solo per disperazione  per l’assoluto discredito della favola spacciata per verità!  Ci sarà una “Norimberga”, nel senso di una chiarificazione liberatoria, non certo con le forche tipiche erette dai FALSARI di STORIA e VERITA’, per i mentitori professionisti olocau$tici e per i loro “ventriloqui”-suggeritori ? Presentiamo un breve estratto della notizia e un articolo del Prof. Robert FAURISSON del 28 Aprile 1993. Olodogma

______________________________________________

Il mito Ghetto di Varsavia

(Titolo originale)

ghettovarsaviamito,haaretz,favolaolocaustica,fabulazione,25.12.2013

I combattenti del ghetto possono essere stati coraggiosi , ma non hanno combattutocome è stato rappresentato . E che diritto avevano da decidere il destino degli altri 50.000 ?
Come molti sopravvissuti all’Olocausto , ho sempre sentito a disagio per il modo in cui è stata plasmata la memoria della Shoah . Il mito del ghetto di Varsavia è un ottimo esempio .

Il ghetto di Varsavia – il nome stesso è ingannevole . Gli ebrei del Ghetto di Varsavia non si ribellarono . Nell’estate del 1942 circa 300.000 ebrei del ghetto sono stati inviati a Treblinka e assassinati. Circa 50.000 persone sono state lasciate nel ghetto , erano risparmiati dalla morte al momento perché erano professionisti esperti che hanno lavorato nelle fabbriche tedesche sia all’interno che all’esterno del ghetto . Queste persone non hanno mai pensato rivolta, hanno pensato alla sopravvivenza.

Continua a leggere

0519 – Far soldi!Col logo Adolf Hitler? Perchè no!?Espediente ed “eletta” malattia mentale

.

Essi” mentono. Abitualmente!

riparazioni,tedesche,ebrei,conferenzabaltimora1941,goldmannUna branca dell’industria dell’olocau$to: lo sfruttamento delle proprie malattie mentali e comportamentali affibbiate, “ad usum delphini”,  al Male Assoluto Adolf Hitler! Tutto va bene per far soldi e demonizzare/offendere/condannare chi non può difendersi. Un classico! Brigitte Hamann revisiona la narrazione standard.  La pratica dello sfruttamento/estorsione, a propri fini economici, è dimostrato dalla richiesta di risarcimenti, da parte dell’ebraismo americano, da chiedere alla Germania fatta prima dell’attacco giapponese di Pearl Harbor del 07.12.1941, e prima della dichiarazione di guerra tedesca contro gli Stati Uniti dell’ 11 Dicembre 1941. Prima della Conferenza di Wannsee, dove, propagandisticamente, si è preteso per decenni (ed anche tutt’oggi in alcuni demenziali articoli) che fosse stata presa la decisione di sterminare gli ebrei d’Europa! Olodogma

C’ ERA UN SOSIA NELL’ INFANZIA DI ADOLF HITLER

Continua a leggere

0518 – Il prof. Valvo,l’assoluzione,le teorie revisioniste “aberranti e risibili “.Inchiesta sul giudice Maria Cristina Muccari?

.

Il prof. Roberto Valvo è stato assolto dopo 5 anni di “torture” mediatiche e misure amministrative, sospensione per sei mesi dall’insegnamento. Il 23.12.2013 sono apparsi su “Repubblica” stralci delle motivazioni della sentenza. Abbiamo selezionato alcuni punti dell’articolo che commenteremo brevemente. A cappello dell’articolo il sito che si propone come (unico) obiettivo di “assicurare al pubblico un’informazione corretta su Israele“  scrive che…” una inchiesta sul giudice  Muccari ci pare doverosa e urgente“.  In blue i commenti di Olodogma.  

________________________L’articolo____________________________

valvoassoluzione,informazionecorretta,sitosionista,inchiestasu giudice,punizione,ricatto23.12.2013

Riprendiamo da REPBBLICA di oggi, 23/12/2013, a pag.27, con il titolo “Il prof. negò la Shoah ma non fu propaganda” l’articolo di Francesco Salvatore  a commento della sentenza che manda assolto il prof. romano Roberto Valvo, non fu nezionismo, ma ” con gli studenti solo una conversazione informale”.
L’esimio giudice Maria Cristina Muccari, che ha trovato “asettico” il modo di esprimersi del prof.  Asettico ? Ecco quanto ha detto ai suoi studenti “
inizia a parlare minimizzando il numero di vittime

Una "prova" dello "sterminio ebraico"  accettata a Norimberga,  documento USSR-008, un falso clamoroso!

Una “prova” dello “sterminio ebraico” accettata a Norimberga, documento USSR-008, un falso clamoroso!Click per ingrandire

( Onestamente e correttamente il Prof. Valvo fece osservare che tale “numero”…“era stato oggetto di contestazione da parte di storici non negazionisti”! Facciamo presente, a tale proposito, che la storiografia standard sterminazionista NASCE al processo di Norimberga con le “prove”, accettate dalla corte, prodotte dagli stati vincitori la II^ GM! In questo caso specifico col documento URSS 008, detto “Lysenko” che alleghiamo, dove si scrisse CHIARAMENTE che i “morti accertati” erano  “5.121.000″, ridotti successivamente, in base a misteriosi coefficienti correttivi, a “NON MENO DI 4.000.000″.

Continua a leggere

0517 – Au$chwitz SpA,industria dell’olocau$to: i giovani disertano la messa (in c.lo) olocau$tica

.

Deportazione obbligatoria in konzentrationslager per gli studenti

(In blue testi di Olodogma)

studentideportati museolocausto,studentschainedI Tedeschi, a spese loro, deportarono 1-2-3 milioni di ebrei che non emigrarono in Palestina. I “sionisti” sterminazionisti, a spese “nostre”, “deporteranno” TUTTI gli studenti negli ex-campi di concentramento? Una vaccinazione preventiva , una soluzione finale, una endlösung , una sonderbehandlung  al non ossequio della fabulazione seimilionesca?
Il calo dei volontari alla olo-circoncisione dei cervelli ha fatto scattare il campanello di allarme. Necessitano cure drastiche per riportare i giovani “stolti goyim” alla pratica dei “sacramenti olocau$tici” impartiti nelle cattedrali $hoatiche ufficiali ! Uno scherzo? Assolutamente no!… L’articolo che riproduciamo in foto e in parte del testo è un serio indicatore… Olodogma

_________________________________

19/12/2013

«I giovani non vanno più a Auschwitz»

di matteo alviti

Continua a leggere

0516 – Maria Poumier e il professor Robert Faurisson sul processo Le Monde/Ariane Chemin

.

Riceviamo  e pubblichiamo…

…”Le 28 novembre 2013, à la XVIIe chambre du tribunal correctionnel de Paris, comparaissait Robert Faurisson ; il portait plainte contre Le Monde (Louis Dreyfus) et une journaliste (Ariane Chemin) pour injures publiques (« menteur professionnel », « falsificateur », « faussaire de l’histoire »). Le jugement sera rendu le 16 janvier 2014″…

Antefatto

$$$_ faurisson,olocausto,mito camereagas,giocattolocau$to

Il 28 novembre 2013, nella XVII camera del tribunale correzionale di Parigi, è comparso il Prof. Robert Faurisson che aveva sporto querela contro il giornale  Le Monde (Louis Drefus) ed una giornalista (Ariane Chemin) per diffamazione ( “bugiardo professionista”, ”falsificatore”, “falsario della storia” , le espressioni ritenute diffamatorie ). Il verdetto sarà reso noto il 16 gennaio 2014.

Ariane Chemin

Ariane Chemin

Non una sola menzogna o falsificazione è stata fornita nel lungo articolo della giornalista del 21 agosto 2013, alle pagg.12-13 (l’articolo originale è QUI).

L’avvocato Catherine Cohen-Richelet, per tre volte ha preteso dimostrare una e una sola menzogna di R. Faurisson: secondo lei, quest’ultimo non era assolutamente stato “professore [universitario]” ma solamente “ricercatore universitario”; mentre invece il grado di “professore universitario” era stato accordato a R. Faurisson dal 9 agosto 1979 (provvedimento del ministero delle università, n°00526 del 03/01/80).

________________________________

Continua a leggere

0516 – La “marchetta” di Renato Brunetta

.

Avevamo scritto nel post 0509:

4 spese da stand-by

4 spese da stand-by

Industria dell’olocau$to. Italia 9,5 milioni di poveri ! Ci importa ‘na sega!

Le notizie ufficiali sullo stato di “benessere” del popolo italiano parlano così: …”

In Italia 9,5 milioni di poveri: record dal 2005, povera una famiglia su cinque

Le persone in povertà assoluta passano dal 5,7% della popolazione del 2011 all’8% del 2012″

! viaggio memoria ottobre 2013,pacifici,miseria,fame

Altra spesa inutile

Un padre di famiglia prevederebbe di eliminare le spese superflue, ridurre le spese non indispensabili, come minimo! Ma in Italia non funziona così, si continua a mantenere la stessa mandria di dipendenti pubblici, faraoniche impalcature amministrative (i variparlamenti ) con tutta la flotta di auto-blue e stipendi da nababbi per gli “eletti” o impiegati dello stato (che in pratica dovrebbero essere i nostri dipendenti) come se nulla fosse successo! Una prova di ciò che si afferma? Eccola:…. cliccare per leggere l’articolo

C’è chi si è spinto oltre nell’analisi e sintesi di questa delinquenziale pratica. Riportiamo in foto la notizia

brunetta,marchette,leggestabilità,binario21,900.000euro

Sono seguite dichiarazioni risentite che non riportiamo. Resta l’amaro che si brucino tanti soldi in attività che potrebbero tranquillamente restare in stand-by per anni, senza nessuna controindicazione e destinare quel mare di soldi ai 9.563.000 di Italiani che sono poveri e con “qualche problema” ad arrivare a mettersi a tavola! Scopi e priorità diverse!

_______________

seguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito, dal 2/8/13 i commenti sono chiusi. N.B. Sono gradite segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. Foto, evidenziazione, grassetto, colorazione, titolo di apertura, non sono parte del testo originale. Per  contattarci…  olodogma@gmail.com .   QUI  TUTTI gli articoli di Olodogma . Torna alla PAGINA INIZIALE

0515 – XIX – Inquisizione $hoahtica-legge anti-revisionismo, i contrari…Piero Ostellino

.

$$$_ legge,anti,revisionismo,negazionismo,israel-lobbyNel turbinio delle notizie sulla voglia di repressione della libertà di espressione detta  “legge anti-negazionismo” (1)  ( che tanto…”ci serve“! ),  battezzata da noi “legge ultima-chance“, nel vortice delle prese di posizione a ruota libera, ci era sfuggita la dichiarazione di Piero Ostellino. Posizione contraria all’approvazione di tale norma liberticida della libertà di espressione scritta in quel testo detto costituzione italiana, tanto citato e portato ad esempio dai sacedoti laici allevati nel culto della “liberazione” alleata. Continua a leggere