Archivio della categoria: Paranoia psicosi delirio cronico schizofrenia

0570 – Legge sulla repressione della libertà di espressione i contrari: Emma Fattorini…il reato di negazionismo è un errore

.

Cari senatori, ecco perché il reato di negazionismo è un errore
La lettera della storica e parlamentare Pd inviata ai colleghi di Palazzo Madama

di Emma Fattorini (1)
28 gennaio 2014   

$$$_ legge,anti,revisionismo,negazionismo,israel-lobby

Cari colleghi, mi rivolgo a voi, in questa occasione, non solo in veste di politica ma di storica che si è occupata per decenni della questione relativa alle persecuzioni contro gli ebrei. Scovando documenti, rintracciando responsabilità, e denunciandone gli orrori, in molti scritti.

Vi scrivo questa lettera per ragionare insieme sul perché sarebbe un gravissimo errore approvare una legge che introducesse il reato di negazionismo. Ciò che, del resto, attraverso numerosissime e autorevoli prese di posizioni la comunità scientifica nazionale e internazionale  ha proclamato a viva voce.

Continua a leggere

0569 – There’s no business like ‘$hoah’ business…la nazionale di calcio ad Auschwitz. Usata?

.

Il 9 maggio 2012, in occasione del pellegrinaggio della Nazionale di calcio italiana all’ex campo di concentramento e lavoro di Auschwitz ,  qualcuno scrisse:

pezzetti,marcello,modiano,samuele,auschwitz2012,risate,olocausto,shoah

….”Chiaramente ogni attività con scopo di “profitto”, in senso lato, necessita di pubblicità e “testimonials” sempre più “importanti” nell’industria dell’apparire.

Ciò ci sembra la recente “idea” di far visitare, quindi FOTOGRAFARE, i giocatori della nazionale italiana di calcio ( il must del “sex-appeal” e del successo,oggi) in quella “vacca sacra” che è Auschwitz I e Auschwitz-Birkenau ! Quindi un motore moltiplicatore di notorietà del marchio “Au$chwitz SpA” con conseguente ricaduta di notorietà del sito…quindi incremento delle visite dei minus habentes calciofili e parenti al seguito…quindi maggiori “consulenze”, “assistenze”, “capi comitiva”, “esperti di camere a gas” inesistenti… chiaramente forniti dall’Industria della lacrima e del lamento eterno dei 4.000.000 “andati letteralmente in fumo”…  a livello planetario! Volendo tali campioni potranno fare una “sgambata” nel campo di calcio  del lager,poi farsi una Sauna nella “Zentralsauna” di Birkenau, ed infine una bella “doccia” da quei pomi dai quali MAI è uscito il “gas”! Perchè  no?

Sai che pubblicità! …naturalmente GRATIS!” (Fonte)

Il 27 Gennaio 2014 leggiamo: Continua a leggere

0568 – Come risolvere la povertà di 9.563.000 italiani…altri 15 milioni,oltre i 21 stanziati,all’Industria dell’olocau$to!

.

Il verme solitario dell’industria dell’olocau$to

museo_olocausto_roma_pezzetti_36milioniCome avevamo previsto le spese folli per placare, temporaneamente , la fame di soldi della Auschwitz SpA, industria dell’olocau$to , non si limitavano ai 21,7 MILIONI per erigere il monumento al FALSO STORICO detto olocau$to anche a Roma, ma occorreranno altri 15 MILIONI “per l’allestimento”! Lo dice tale pezzetti marcello, ebreo askenazita , così…

in Italia abbiamo 9.563.000 di poveri , gente che non ha da mangiare e qualcuno pensa e decide di SPUTTANARSI 21,7+15= 36,7 MILIONI per cosa? Più che altro PER CHI? Continua a leggere

0567 – Legge sulla repressione della libertà di espressione: più no che si alla “verità di stato”!

.

$$$_ legge_anti_revisionismo_negazionismo_pacifici_comunitàebraica_usuraPresentiamo un estratto da un articolo de “La Stampa” in cui si delinea nitidamente lo scopo ideologico che sta dietro l’isterica ripresentazione della voglia di forca/ legge “antinegazionismo” per la costituzionale libertà di espressione del cittadino, se, il cittadino, contesta o ha opinioni (sul preteso olocau$to ebraico) diverse ed in contrasto agli interessi economico-politici della israel-lobby e suoi shabbat-goyim (servi del sabato). Olodogma (1)

_______________________________

(…) Il Presidente (Napolitano) ha però voluto leggere un passaggio di un editoriale scritto nei mesi scorsi da Gattegna per La Stampa: «La Memoria si tutela al meglio, ma soprattutto si difende nel modo migliore, privilegiando le armi della cultura e dell’istruzione». Continua a leggere

0565 – 27 gennaio?…”i testimoni fanno confusione tra ciò che hanno visto e ciò di cui hanno sentito parlare” !

.

!auschwitz,piscina,bordello,cinema,teatro

…«Nel 1998, Valentina Pisanty, in un’opera sul cosiddetto “negazionismo”, si lasciò sfuggire questa magistrale analisi delle testimonianze olocaustiche:

“Spesso gli scrittori intrecciano le proprie osservazioni dirette con frammenti di “sentito dire” la cui diffusione nel lager era capillare. La maggior parte delle inesattezze riscontrabili in questi testi è attribuibile alla

confusione che i testimoni fanno tra ciò che hanno visto con i propri occhi e ciò di cui hanno sentito parlare durante il periodo dell’internamento.

Con il passare degli anni, poi, alla memoria degli eventi vissuti si aggiunge la lettura di altre opere sull’argomento, con il risultato che le autobiografie stese in tempi più recenti perdono l’immediatezza del ricordo in favore di una visione più coerente e completa del processo di sterminio”.

Ciò si addice perfettamente al testimone Venezia (shlomo) [ le cui “memorie”, è bene ricordarlo, sono apparse nel 2007, 63 anni dopo i presunti eventi! ]…

Fonte: Carlo Mattogno, nel post Piergiorgio Odifreddi: il capro espiatorio del porcaio mediatico, 16  Novembre 2013. Il testo completo de «LA VERITÀ SULLE CAMERE A GAS» ? Considerazioni storiche sulla «testimonianza unica» di Shlomo Venezia  è disponibile QUI,cliccare.

______________

seguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito dal 2/8/13 i commenti sono chiusi. N.B. Sono graditi segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. Foto, evidenziazione, grassetto, colorazione, titolo di apertura, non sono parte del testo originale. Per  contattarci…  olodogma@gmail.com .   QUI  TUTTI gli articoli di Olodogma . Torna alla PAGINA INIZIALE

0564 – 27 Gennaio 2014: Overdose/endlösung per clowns e circo dell’olocau$to?

 .

In morte del 27 Gennaio giornata della memoria

Chicca da  SETTE del CORRIERE della SERA del 24/01/2014, pag. 32:

$$$_ israel_lobby_auschwitz_industria_olocausto_vivere_colpa_altrui_ammende_carlschmitt…”Logica del negazionismo (Bompiani). Questo saggio del 1998 analizzava per primo le “strategie persuasive” degli storici che hanno confutato l’esistenza dello sterminio di massa attuato dai nazisti”… (1)

Essendo stato, l’articolo, scritto da un professore di letteratura si ritiene contenga il pensiero  REALE dell’autore ed è “rivoluzionario” (negazionista?) che ci informi che alcuni storici “hanno confutato” lo “sterminio” !

Secondo il vocabolario Treccani confutare significa “Ribattere un’affermazione, una ragione, ecc., dimostrandola erronea o carlo_mattogno_eichmann_di_carta_pisanty_valentina_particolare_storici_confutato_sterminioMassainfondata

Imbarazzante!

________________________

Diverse voci sono critiche sulla commemorazione della giornata della memoria, nella forma attuale di rappresentazione di un orgiastico orgasmo, sintesi di 364 giorni di olocopulazione degli impiegati della memoria dell’industria dell’olocau$to, collaborazionisti impiegati di stato, shabbat goyim, capibranchi di studenti/deportati nelle cattedrali olocau$tiche, intellettuali/vaselina, organici del sistema dell’usura apolide. Vediamo alcune di queste critiche… Olodogma

Continua a leggere

0561 – Affaire Dieudonné-Faurisson il diritto di “sbagliare”, quindi di informarsi…il diritto di poter ascoltare

.

 

Antonio Caracciolo,fermo immagine tg3 del 22 ottobre 2009

Antonio Caracciolo, tg3 del 22 ottobre 2009

Presentiamo un breve estratto da un ampio post del Prof. Antonio Caracciolo. Molto interessante la verità messa in evidenza, ovvero l’isterica repressione del diritto di ogni cittadino di informarsi, farsi una opinione in base a fonti diverse, anche opposte. Olodogma

.

________________L’estratto_________________

.

(…) Partiamo dal comico francese Dieudonné (1) contro il quale è stata orchestrata una vera e propria guerra, mediatica e poliziesca, per farlo tacere, per chiudergli la bocca, per non fargli fare i suoi spettacoli che avevano un vastissimo pubblico pagante. Con tutto il rispetto: non i miei Cinque Lettori da cui non lucro certo il mio sostentamento, ma un pubblico pagante biglietti dal costo stratosferico, quasi un motore per l’economia e l’occupazione. Ecco una prima riflessione, ancora in limine rispetto a quanto verrò a dire più avanti. Quando si impedisce a qualcuno di parlare, o meglio di esprimere un contenuto che è una sua creazione originale dal punto di vista artistico, storico, scientifico, filosofico (non stiamo parlando di gossip!), non si fa tanto un torto a lui quanto al suo pubblico potenziale o reale. Continua a leggere

0560 – Revisionismo e repressione della libertà di espressione versione fiscale: l’ufficiale giudiziario per Dieudonnè

.

Inquisizione fiscale la Endlösung der Dieudonnéfrage?

Soluzione finale per Dieudonné?

Il vero problema! La frequentazione del prof. Faurisson!

                            Il vero problema! La frequentazione/sdoganamento del prof. Faurisson!

Nuova azione repressiva , “legale”, degli shabbat goyim francesi  contro il “negazionista” Dieudonné. Due agenti (ufficiali giudiziari) falliscono nella consegna di un pezzo di carta. Il Dieudonnè si è… “recato spontaneamente in commissariato per denunciare gli agenti per violazione di domicilio, come sostiene il suo avvocato“…(Il Corriere del 23.01.14)  . La repressione dei sistemi di sostentamento dei revisionisti, quindi la loro rovina e riduzione in miseria,  è un principio della repressione sterminazionista sostenuta, assieme ad altre misure, dall’industria dell’olocau$to sionista, indifesa dalla sua stessa storiografia standard, battuta sul piano storico dalle ricerche revisioniste. Il Corriere da il Dieudonné come “fermato fino a tarda sera“. Sotto la notizia…

____________________________________

Il comico antisemita Aggressione a un ufficiale, fermato Dieudonné 

Continua a leggere

0559 – Fondi statali tagliati per i pericolosi viaggi ad Auschwitz et similia?

.

4 delle spese folli

4 delle spese folli

Premettiamo che  i “viaggi della memoria” sono riconosciuti, da fonti ebraiche, come pericolosi per la salute mentale degli studenti (cliccare QUI per leggere l’articolo) , quindi un suo ridimensionamento o cancellazione totale non possono che essere salutati come benvenuti.

Avevamo dato notizia di un ulteriore spreco di denaro pubblico quando riportammo la richiesta di un ulteriore finanziamento di 100.000 euro (oltre i 300.000 annui già da tempo stabiliti), per i prossimi tre anni alla Fondazione centro di documentazione ebraica. Richiesta avanzata da  fiano emanuele, ebreo,  del Pd.

 

L'annuncio dei 300.000 euro annui

L’annuncio dei 300.000 euro annui

Ora ci giungono due informazioni di segno opposto. Considerato che abbiamo qualche  problema come la povertà e FAME per  9.563.000 Italiani ci sembrava delinquenziale bruciare tutti quei soldi in attività estranee alla oculata amministrazione del denaro pubblico e opposte alla soluzione del problema fame e povertà! Olodogma

________________________________________________

I^  “Memoria,taglio ai viaggi degli studenti: è polemica
È bufera sul taglio ai viaggi della Memoria del Campidoglio, annunciato ieri in commissione scuola, che tra le altre cose dimezza il numero degli studenti che parteciperanno alle visite ad Auschwitz e cancella quelle dedicate al ricordo delle Foibe. «È una situazione molto grave, si comprimono le spese sull’educazione”… “Replica Alessandra Cattoi, attuale assessore alla scuola: «Il ridimensionamento del budget è stato una scelta obbligata spiega la Cattoi Abbiamo risparmiato sul volo e sulla delegazione, ottenendo un costo per studente molto più basso rispetto agli anni precedenti». (http://80.241.231.25/ucei/Viewer.aspx?Date=Today&ID=2014012126560018)

II^    Se la Memoria diventa un carrozzone sterile

Le iniziative di contrasto Liliana Picciotto e le ricerche sul dopoguerra

…”Fra gli obiettivi del Cdec c’è anche, infatti, la creazione di un Archivio di storia orale sugli ebrei del Mediterraneo. Purtroppo i fondi ministeriali a nostra disposizione sono davvero pochi, tagliati di circa la metà rispetto all’anno scorso”… (http://80.241.231.25/ucei/Viewer.aspx?ID=2014011926550311)

______________

seguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito dal 2/8/13 i commenti sono chiusi. N.B. Sono graditi segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. Foto, evidenziazione, grassetto, colorazione, titolo di apertura, non sono parte del testo originale. Per  contattarci…  olodogma@gmail.com .   QUI  TUTTI gli articoli di Olodogma . Torna alla PAGINA INIZIALE

0558 – Il prete Desbois e il “divieto rabbinico” di spostare i cadaveri ebraici della $hoah: un falso clamoroso

.

PATRICK DESBOIS E LE “FOSSE COMUNI” , il “DIVIETO” RABBINICO DI SPOSTARE I CADAVERI DEGLI EBREI VITTIME DELLA $HOAH: UN FALSO CLAMOROSO?!

Desbois,il secondo da dex

Desbois,il secondo da dex

Tale prete, Desbois (in foto il 3° da sin. in “buona” compagnia di wiesel elie e bernard henri levy ), nel suo resoconto sulle sue indagini sulle “fosse comuni“in Ukraina, ci vende questa informazione :

esiste una “legge” rabbinica che IMPEDISCE di riesumare i cadaveri degli ebrei uccisi durante la $hoah!

Tale “legge” era stata usata, anche, per IMPEDIRE il conteggio dei cadaveri nelle pretese “fosse comuni” di Belzec, cercate dal 1997 e il 1999 da un gruppo di archeologi dell’università Nicola Copernico di Toruń diretto dal prof. Andrzej Kola, che conterrebbero 600.000 corpi di ebrei! Continua a leggere