«

»

Giu 30

1454 – Gli incassi di Mein Kampf regalati a 270 sopravvissuti all’olocau$to non sono antisemiti, diversamente… sono antisemiti!

.
Quando si dice chutzpah, חֻצְפָּה , insolenza, arroganza si potrebbe pensare che tutto sia stato detto, ma ci sono soggetti cui non basta questa chutzpah, חֻצְפָּה, insolenza, arroganza, devono sempre più qualificarsi per quello che sono.
$$$_ israel_lobby_auschwitz_industria_olocausto_vivere_colpa_altrui_ammende_carlschmitt
In sintesi la filosofia che scaturisce da questa notizia è:

se i proventi della vendita del Mein Kampf vanno all’editore questo è antisemitismo
mentre
se i proventi della vendita del Mein Kampf vanno anche all’ebraiche Jewish Family” e “Children’s Service chiudiamo ambo gli occhi e decretiamo che…NON è antisemitismo!

Ovvero: se mi dai i soldi va bene, diversamente…sei un antisemita.
In normali ambiti si chiama estorsione!
La notizia…

<<Stati Uniti. Gli incassi di «Mein Kampfi per le vittime della Shoah
L’editore che pubblica l’opera di Hitler dal 1933 ha deciso di devolvere circa 60mila dollari l’anno. Le organizzazioni ebraiche «Una buona iniziativa»
Un segnale dalla casa editrice americana che pubblica il Mein Kampf: Houghton Mifflin Harcourt ha annunciato che i proventi delle vendite del controverso trattato politico pubblicato nel 1925 da Adoff Hitler andranno a organizzazioni che lavorano direttamente con gli anziani sopravvissuti all’Olocausto. In gioco sono decine di migliaia di dollari l’anno. L’iniziativa segna un cambio di rotta da parte della casa editrice che era stata criticata con l’accusa di favorire l’antisemitismo.
Soddisfatte le organizzazioni ebraiche.
Secondo Robert Trestan, direttore dell’ufficio per il New England della Anti-Defamation League, «è importante avere un processo trasparente su come vengono usati» i fondi. Destinatari della donazione saranno il Jewish Family e Children’s Service che fornisce cura per anziani a sopravvissuti alla Shoah attraverso il programma Schechter Holocaust Services. Prima di prendere la decisione Houghton Mifflin si è consultato con le Combined Jewish Philanthropies of Greater Boston: “la nostra intenzione è stata che questi fondi fossero usati per generare un impatto positivo», ha spiegato un portavoce. I fondi saranno usati esclusivamente per aiutare gli ultimi sopravvissuti ai lager, 270 nell’area di Boston e sempre più in malferma salute e bisognosi di cure. Houghton Mifflin non ha voluto precisare l’entità delle donazioni, che fonti vicine alla casa editrice hanno quantificato intorno ai 60 mila dollari all’anno. L’editore bostoniano ha pubblicato Mein Kampf senza soluzione di continuità dal 1933 e aveva recuperato i diritti nel 1979 e ne aveva tenuto l’ammontare per sé fino al 2000>> (1)

Note
1) Fonte: http://80.241.231.25/ucei/Viewer.aspx?Date=Today&ID=2016063033568134
__________________________________Informazioni generali__________________________________
!newsletter, prospettiva,diversa,iscriviti_x sitoN.B.seguito di una  sentenza, a tutela di utenti/sito, dal 2/8/13 i commenti sono chiusi. Sono graditi segnalazioni di errori o malfunzionamenti. In blue testi di Olodogma. Foto, titolo di testa, grassetto, links, colore, sottolineatura, normalmente, non sono parte del testo originale. Per  contattarci: olodogma@gmail.com. QUI  l’Archivio 1,  QUI  l’Archivio 2,QUI l’Archivio 3 di Olodogma. Olodogma è ripreso, in  pagine non ufficiali, su Twitter… e su Facebook. Per non perdere alcun aggiornamento del sito consigliamo l’iscrizione alla nostra “Newsletter”, è sufficiente inserire la propria mail qui sotto e confermare. L’iscrizione può essere auto-cancellata in ogni momento.[wysija_form id=”8″]
Pubblicato il 30-06-2016 alle ore 18,14
Torna alla PAGINA INIZIALE

Salva

Salva