«

»

Giu 17

1437 – Legge ultima chance dei tagliagole sionisti: Radio Radicale intervista lo storico Massimo Teodori (contrario)

.
Premessa

Olodogma non ha matrimoni in corso e pubblica le fonti più disparate.

Imm-0. olocausto-sei-milioni-camere-a-gasshoah-non-credere-ma-controllare-lenin. Click...

Imm-0. olocausto, sei-milioni, camere-a-gas, shoah, non-credere-ma-controllare-lenin. Click…

Dopo l’approvazione della legge ultima chance dei tagliagole sionisti contro la libertà di espressione proponiamo alcuni degli articoli politicamente corretti pubblicati sulla stampa standard; articoli fortemente critici sull’approvazione di tale espediente che serve solo alle metastasi talebane del sionismo realizzato ed ai suoi fedeli shabbat-goyim e shamashim.
Gli articoli non vengono commentati da parte nostra.
Di seguito l’intervista a Massimo Teodori, storico, politico, scrittore e giornalista italiano che si dice contrario  a tale legge. Divertente la premessa obbligatoria di dirsi… “molto amico degli ebrei dello Stato di Israele“… preservativo universale indispensabile per non beccarsi la solita idiota accussa di antisemitismo!
____________________________________________

Intervista a Massimo Teodori sul reato di negazionismo

di Michele Lembo. 15 GIU 2016


Michele Lembo – Il negazionismo è reato, è stata approvata la legge dalla Camera dei deputati e diventa una aggravante il reato di negazionismo alla legge  Mancino rispetto ai reati di discriminazione razziale di stampo xenofobo né vogliamo commentare anche lo scenario che vada delineandosì in particolare proprio negli studi anche legati ai temi che vanno in qualche modo a incidere con questo argomento negazionismo lo vogliamo fare con il professor Massimo Teodori che innanzitutto ringraziamo per la sua disponibilità. buona sera professore
ha condotto numerose ricerche o storico noto degli ascoltatori di radio radicale la conoscono qual è la sua opinione su questo su questo provvedimento del Parlamento

Massimo Teodori – La mia opinione un’ opinione molto molto netta e che io ho espresso già quando venne fuori questo problema alcuni anni orsono possono devo precisare e premettere insomma che io sono molto amico degli ebrei e dello Stato di Israele che mi hanno, una organizzazione ebraica mi ha dato una menorah d’oro, al primo, per aver organizzato un Israele day una decina di anni fa e via di seguito.
Quindi faccio tutte queste premesse per dire che io ritengo il reato di negazionismo come tutti i reati di opinione che sia una un reato profondamente illiberale e assolutamente inutile perché su queste grandi fatti della ,queste grandi tragedie, grandi drammi della storia come l’ Olocausto degli ebrei ma non soltanto degli ebrei anche dei rom anche di altri settori di popolazioni il giudizio deve essere un giudizio che non può essere affidato alle leggi di questo tipo e soprattutto ai reati di opinioni e giudizio naturalmente un giudizio degli storici, giudizio nel dibattito nella opinione pubblica di confronto e non può assolutamente essere incasellato in questa maniera io in generale questo lo dico sono molto contrario a tutte queste fattispecie penali assolutamente estranee per esempio lo stesso femminicidio ero ritengo una cosa abbastanza assurda perché come si distingue da un normale omicidio di uno di una donna e via di seguito io penso che e in un Paese come gli Stati Uniti che hanno il rispetto dei diritti individuali con il Bill of Rights che è profondamente radicato nella cultura americana mai verrebbe in mente nessuno anche hai più accesi libertari o ai più accesi difensori dei diritti degli ebrei o dei neri o di altro di fare dei reati di opinione di questo tipo

Michele Lembo – diciamo non c’è la possibilità tra l’ altro nello scenario che va delineando anche di vedere delle sincerità chi per esempio usare gli argomenti anche maniera grossolana degli avviamenti del storica via e quella che poi invece anche in questo senso la libertà di ricerca scientifica in questo caso degli storici sono due mondi diverso e noi in qualche maniera

Massimo Teodori -si ma, appunto,appunto non possiamo affidare dei grandi problemi storici e che poi per quanto riguarda la Shoah ormai sono stati sviscerati e conosciuti in tutti i particolari non siamo agli anni quaranta cinquanta quando ancora le stesse comunità ebraiche avevano un certo ritegno a parlare di questa enorme tragedia che si era verificata sulle loro spalle non siamo più in quegli anni lì e quindi affidare questo grande dibattito, quale che esso sia, con punti di vista giusti non giust,i  veri o non veri, ma affidarlo a una norma di legge è un reato di opinione  mi sembra che tra l’ altro di rendere più più piccolo e rimpicciolire la grandezza il dramma la drammaticità di queste vicende per quello che riguarda la shoah come per quello che riguarda perché poi di tragedie minori che hanno investito intere popolazioni ce n’è tanti perché adesso c’è per esempio quello quello dell’ Armenia su cui appunto è stato riconosciuto, ma una cosa è riconoscere un genocidio, soprattutto laddove c’è una situazione come come quella di turchi che hanno rimosso questa cosa un’ altra cosa e affidarla invece a una norma di legge di reato l’ opinione insomma sono due cose assolutamente diverse (…) (1)(2)

Note
1) La trascrizione sopra riportata va integrata dall’asolto della registrazione audio, in testa riportata, ciò per avere l’esatto testo ed il senso dell’intervista.
2) Fonte: https://www.radioradicale.it/scheda/478562/intervista-a-massimo-teodori-sul-reato-di-negazionismo

___________________________________________________________

Avvertenza
Coloro che sono interessati a conoscere i vari passaggi della voglia di forca, concretizzata nella legge anti “negazionismo”, possono consultare il nostro archivio dedicato CLICCANDO QUI.

__________________________________Informazioni generali__________________________________
!newsletter, prospettiva,diversa,iscriviti_x sitoN.B.seguito di una  sentenza, a tutela di utenti/sito, dal 2/8/13 i commenti sono chiusi. Sono graditi segnalazioni di errori o malfunzionamenti. In blue testi di Olodogma. Foto, titolo di testa, grassetto, links, colore, sottolineatura, normalmente, non sono parte del testo originale. Per  contattarci: olodogma@gmail.com. QUI  l’Archivio 1,  QUI  l’Archivio 2,QUI l’Archivio 3 di Olodogma. Olodogma è ripreso, in  pagine non ufficiali, su Twitter… e su Facebook. Per non perdere alcun aggiornamento del sito consigliamo l’iscrizione alla nostra “Newsletter”, è sufficiente inserire la propria mail qui sotto e confermare. L’iscrizione può essere auto-cancellata in ogni momento.[wysija_form id=”8″]
Pubblicato il 17.06. 2016, alle ore 10,21
Torna alla PAGINA INIZIALE 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva