«

»

Feb 10

0957 – Il revisionista e prigioniero politico del GROD (Grande Regime di Occupazione Democratica) RFT Gerhard Ittner scrive a Dieudonné

.

Riceviamo e pubblichiamo…

Gerhard-Ittner7 febbraio 2015

Caro Signor Dieudonné,

Ho chiesto a uno dei miei amici francesi di trasmetterle questa lettera e pubblicarla per me.
Non posso farlo io stesso poiché sono prigioniero politico nella Repubblica Federale Tedesca- solo per un motivo totalmente non violento.

Solo per aver usato la libertà d’espressione, sono imprigionato da ormai tre anni. Che ipocrisia: da un lato scandiscono “Io sono Charlie” lodando la più totale libertà di espressione e con la pretesa di combattere il terrorismo ; e dall’altra sono loro stessi terroristi contro la libertà di espressione ! Nel 2012, dopo essermi esiliato sette anni in diversi paesi, sono stato arrestato in Portogallo e estradato nella RFT per avere espresso i miei pensieri [contro la guerra in Irak, denunciando il governo degli Stati Uniti e il genocidio amerindiano]*nel 2002 e nel 2003.

E’ evidente che io fossi colpevole perché non ho usato la buona libertà di espressione, quella al solo fine di umiliare le religioni e di urtare diversi milioni di persone con disegni sul profeta Mohamed; ho usato la cattiva libertà di espressione, quella che riguarda la critica delle storie di Olocausto: storie messe in opera da una potentissimo e molto influente lobby organizzata, che esercita un business e fa pressione sulle politiche e la Finanza.

Ho quindi imparato che la democrazia permetteva di urtare le sensibilità religiose di parecchi milioni di persone nel mondo ma non permetteva di disturbare il business di un certo gruppo di individui con questioni imbarazzanti.

"Organisationsform einer Modalität der Fremdherrschaft"... " Forma Organizzativa di una Modalità del Dominio Straniero"

Germania?… “Organisationsform einer Modalität der Fremdherrschaft”… ” Forma Organizzativa di una Modalità del Dominio Straniero”. Click…

Chi ha bisogno di una “democrazia” come quella, a parte quegli stessi individui? Ho sempre creduto che la democrazia difendesse gli interessi del popolo, non di un piccolo ma molto influente gruppo di uomini d’affari e incantatori professionisti apolidi. La mia pena é finita nell’ottobre 2014 ma non sono stato liberato. Devo restare qui aspettando un altro processo che hanno aperto contro di me per “negazione di crimini contro l’umanità”.

Sono accusato di aver “negato l’Olocausto” in alcune lettere private, scritte mentre ero in prigione in Portogallo e aspettavo la mia estradizione.

Il soggetto delle mie lettere non era di abbordare la questione dell’ “Olocausto” in particolare, ma solo di chiedere perché la libertà di espressione non fosse effettiva per questo periodo della Storia.

Il procuratore ha detto che fare questa domanda costituiva in sé un delitto poiché le mie intenzioni erano di negare l’ “Olocausto”. La Corte ha detto che dovevo attendere il mio processo in prigione perché ci avrei passato molto tempo per il mio terribile crimine.

Forse, lei e i suoi lettori potreste chiedere all’Ambasciata Tedesca in Francia come può la RFT esclamare “Io sono Charlie” e lodare la libertà di espressione, intimando l’ordine di rispettare questa libertà di espressione alla Cina e alla Russia- mentre persone come me sono rinchiuse come prigionieri politici, come grandi delinquenti, solo a causa di un discorso non violento [A tale proposito si veda l’articolo: Paradossi democratici: libertà di espressione per Charlie Hebdo, galera per i “negazionisti”  ].

Caro Signor Dieudonné, apprezzo molto il suo lavoro e il suo stato d’animo. Sia certo del mio sostegno e della mia simpatia.

Molto cordialmente,
Gerhard Ittner (1)
Prigioniero politico nella RFT

Questo l’indirizzo del prigioniero politico

Gerhard Ittner
JVA Nürnberg
Bärenschanzstr. 68
D-90429 Nürnberg

* Precisazione del traduttore (Traduzione a cura di GV)

Note

1) Altri posts sul casi del revisionista Gerhard Ittner  0195 – Lettera dal carcere di Gerd Ittner agli amici francesi  , http://olodogma.com/wordpress/2014/11/17/0885-il-revisionista-tedesco-gerd-ittner-processato-anche-per-il-genocidio-degli-indiani/

________________________Pubblicato il 10.02.15 alle ore 20,14

Avvertenza
!newsletter, prospettiva,diversa,iscriviti_x sitoseguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito dal 2/8/13 i commenti sono chiusi. Sono graditi segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. In blue testi di Olodogma. Foto, titolo di testa, grassetto, links, colore, sottolineatura, non sono parte del testo originale. Per  contattarci: olodogma@gmail.com
QUI  l’Archivio 1 ,  QUI  l’Archivio 2, QUI l’Archivio 3 di Olodogma.
Per non perdere alcun aggiornamento del sito consigliamo l’iscrizione alla nostra “Newsletter”. L’iscrizione può essere auto-cancellata in ogni momento.
[wysija_form id=”8″]
Olodogma è ripreso, in  pagine non ufficiali, su Twitter … e su Facebook
Torna alla PAGINA INIZIALE