«

»

Feb 03

0937 – Matrix 27 Gennaio2015, l’ossessione del revisionismo e del reato di negazionismo per 1h 47′ 44″

.

Click...

Click…

Il presidente, a scadenza del proprio mandato, degli ebrei di Roma, pacifici riccardo aveva dichiarato il 21-01-2015:

Il 27 gennaio è stata finalmente calendarizzata al Senato, grazie ai senatori Malan e Amati, uno di Forza Italia, l’altra del Partito democratico, il voto per l’introduzione del reato di negazionismo e minimizzazione e della Shoah e del Cybercrime, anche in Italia, dopo l’iter in commissione Giustizia”. (1)

Quindi pareva che la mummia della legge “ultima chance”, anti libertà di espressione, che istituirebbe il “reato di negazionismo”, fosse stata nuovamente riesumata  e “finalmente calendarizzata al Senato“. Da ricerche effettuate non appariva alcuna calendarizzazione di tale legge “ultima chance“. Nulla sul sito ufficiale del Senato, nulla sui media maggiori.

Sei (6) giorni dopo, il 27 gennaio data della calendarizzazione dichiarata, il pacifici si trovava ad Auschwitz, da dove dichiarava che la discussione della legge ha subito un nuovo “vergognoso rinvio“. Evidentemente tra il 21 ed il 26 deve essere successo qualcosa di importante che ha fatto nuovamente “slittare in un “vergognoso rinvio” la discussione della legge! Logicamente così appare.
* Cosa è successo?
** Perchè la notizia data dal pacifici non è stata ripresa dalla stampa, sempre pronta a rilanciare le iniziative anti-revisioniste?
***  Perchè sul sito del Senato non è stata pubblicata l’avvenuta calendarizzazione?

MATRIX…

Il giorno 27 Gennaio 2015 è andata in onda sui canali TV Mediaset la trasmissione Matrix, dedicata alla cosiddetta “giornata della memoria” (vedere qui). Riportiamo la  trascrizione, parziale, delle affermazioni, di pacifici riccardo, fatte durante la trasmissione [vedere qui il nostro post precedente], ciò a ulteriore supporto della non avvenuta calendarizzazione. Durante la trasmissione le voci si sono spesso sovrapposte e da questa sovrapposizione possono essere stati commessi errori di trascrizione, ce ne dispiace e rimandiamo il corretto e completo ascolto al link “fonte“, a fondo pagina.

– 04,58 Nel commento di fondo…” i negazionisti da anni ci dicono che il campo (di Auschwitz) è una invenzione, una sorta di Disneyland costruita dai vincitori, ci dicono che le memorie dei carnefici sono TUTTE estorte o inventate (05,22) che le camere a gas sono un falso costruito dai Russi nel 1945

[Conosciamo la maggior parte degli scritti dei maggiori e seri revisionisti e MAI vi abbiamo trovato affermazioni che “il campo di Auschwitz è una invenzione” ! MAI! Solo degli stolti possono affermarlo, il campo è lì dal 1940 ! Negarlo è da malati mentali Noi crediamo che certe affermazioni si debbano leggere come “il campo di Auschwitz è una invenzione” come campo di sterminio! E qui non ci piove! 

Per quanto riguarda la battuta “sorta di Disneyland”, ricordiamo l’affermazione del Prof. Faurisson (vedere qui) sui  ” musei ispirati a Disneyland” , ma non conosciamo studiosi seri che abbiano paragonato il campo di Auschwitz ad una “sorta di Disneyland”

Per quanto riguarda l’estorsione delle testimonianze abbiamo buone conferme  di ciò, cominciando da quella dell’ SS-Obersturmbannführer Rudolf Höss (vedere qui) e (vedere qui) quindi  ex comandante di Auschwitz, passando a quelle accertate, 137 casi positivi su 139, dal giudice americano Van Roden, si veda il suo libro “American Atrocities in Germany “, (vedere qui) , si vedano le ammissioni inglesi (vedere qui) . Ciò è stato, ma per completezza ed oggettività riportiamo il giudizio del massimo ricercatore mondiale revisionista, Carlo Mattogno, sulla tortura e sulla sua non necessità per la confessione del reo!…

…<<Nelle aule dei tribunali il presunto sterminio ebraico, soprattutto riguardo a “campi di sterminio” e “camere a gas”,  divenne subito un «fatto di comune conoscenza» di cui bisognava semplicemente prendere   «judicial notice», vale a dire un dogma indiscutibile. La strategia difensiva degli imputati vi si adattò senza bisogno di pressioni. In tale contesto, la “confessione” era molto più remunerativa di una “negazione”, che avrebbe solo inasprito la pena per il malcapitato, perché sarebbe stato inevitabilmente giudicato un nazista incallito e impenitente. I testimoni dell’accusa, comprensibilmente esacerbati per le sofferenze che avevano patito a causa del regime nazionalsocialista, si precipitarono a reclamare la loro  vendetta. I Tribunali si mostrarono estremamente comprensivi nei loro confronti, garantendo loro di fatto la totale impunità. Tra le migliaia di testimoni che deposero in decine di processi, non risulta infatti che uno solo sia stato incriminato per falsa testimonianza, sebbene molti avessero fatto dichiarazioni palesemente false e assurde.>>(2)

Le falsificazioni post belliche. Click...

Le falsificazioni post belliche. Click…

L’affermazione che le “camere a gas sono un falso costruito dai Russi nel 1945” comporta lo studio della “camera a gas” di Auschwitz mostrata ad oltre 30.000.000 di olo-pellegrini, studio che ha portato il revisionista ebreo David Cole a smascherare il capo della sezione storica del museo di Auschwitz, F. Piper che ha dovuto ammettere che il crematorio I e la sua “camera a gas” NON erano nelle condizioni originali, ma ristrutturato nelle condizioni “originali” ipotizzate dalla dirigenza del museo nel 1948! Ipotesi clamorosamente false, come si vede nella “cartolina” a lato.

Quindi se c’è del falso nella dichiarazione “camere a gas sono un falso costruito dai Russi nel 1945” è solo nella paternità, che fu polacca anzichè russa!

Questo il clima! ]

-18.00 Pierluigi Battista (in riferimento alla deportazione ebraica da Roma) : “nessun fermò quei treni che andavano ad Auschwitz …i Romani furono totalmente indifferenti” (18,09)

Il rifiuto australiano. Click...

Il rifiuto australiano. Click…

[Sull’indifferenza dei “Romani” alla deportazione ebraica si può dire, tranquillamente, che è uguale all’indifferenza di tutto il mondo, tranne un paio di eccezioni, forse tre! Della sorte della massa degli ebrei importava nulla, neppure ai sionisti, per esempio agli USA che rifiutarono, nel 1938, l’attracco della nave S. Louis con 937 ebrei europei a bordo! Come il caso della nave  “Quanza“, nel settembre 1940, come nel caso caso della famiglia di “anna frank“ ! Come il caso dell’australiano Ministro del lavoro , T. W. White, che  sentenziò: as we have no real racial problem, we are not desirous of importing one.“ (“siccome non abbiamo alcun reale problema razziale, non siamo desiderosi di importare uno.”) ! Oppure il caso limite  del mancato “salvataggio” di 1.000.000 di ebrei da parte “alleata”! Il “caso “Europa Plan“…

” le cui trattative cominciarono in forma ufficiale nella primavera del 1944. HimmIer proponeva Io scambio di un milione di ebrei (bambini, donne, vecchi) “per 10.000 autocarri pesanti, mille tonnellate di caffè e un po’ di sapone” .

Joel Brand testifying at the Eichmann TrialJoel Brand, (in foto, mentre depone al processo Eichmann a Gerusalemme) che conduceva le trattative da parte ebraica, si recò ad Istambul e da lì al Cairo.

“In pratica gli ostacoli sorsero da parte degli alleati. Joel Brand fu internato dalle autorità britanniche, senza aver avuto la  possibilità di portare a termine il suo incarico; e il Dipartimento di Stato americano proibì al dottor Schwartz, direttore dell’American Jewish Joint, di trattare con sudditi nemici” .

Joel Brand riusci a trasmettere la proposta tedesca a Lord Moyne, allora ministro di stato britannico per il Medio Oriente, che gli rispose: E che dovrei farmene di un milione di ebrei? Dove dovrei metterli? (3) !!!

… e si può continuare!  I “Romani” erano, dunque, in buona DEMOCRATICA e LIBERALE compagnia!]

23,45 Telese Luca: “vorrei chiedere a pacifici se pensa che il negazionismo, coi testimoni che scompaiono, sia una minaccia oppure no”

24,35 pacifici riccardo: “assolutamente si…chi aveva programmato tutto,

[Il pregiudizio sterminazionista è duro a morire! Nonostante il massimo storico ebraico, hilberg raul, abbia smentito l’esistenza di un “piano di sterminio” (mica avventato il soggetto, con la spada di Damocle dell’analisi revisionista in perenne agguato! )… 

…« Ma ciò che cominciò nel 1941 non era nessun tentativo di genocidio [degli ebrei], pianificato in anticipo e organizzato da un ufficio centrale . Non c’è stato nessun piano e nessun bilancio per questi provvedimenti di genocidio…Ciò accadde perciò non certamente eseguendo un piano ma per un’incredibile coincidenza d’intenzioni, una concordante LETTURA NEI PENSIERI A L T R U I d’una burocrazia [tedesca] di ben grande portata.»… !

La divulgazione della sua menzogna dei “due ordini di sterminio” firmati/impartiti da Adolf Hitler, arrivata ai quattro angoli del mondo ha bruciato ogni possibilità di poter profferire ulteriori falsità!  ) 

Il pregiudizio sterminazionista del “piano di sterminio” resiste nonostante che dal  1982, ben 33 anni fa, lo storico ebreo friedländer saul, al convegno internazionale sul tema «La Germania nazista e lo sterminio degli Ebrei» avesse affermato:…”

«La questione della data in cui fu deciso lo sterminio fisico totale degli Ebrei, così come il problema dell’ elaborazione del piano di “soluzione finale”, restano irrisolti»   ] (4)

sapeva che nessuno avrebbe creduto a nulla (24,58); (citando di cesare donatella esther, professoressa, ndolo) oggi i negazionisti vogliono continuare l’opera dei nazisti (25,01) negando la morte non solo di quelli di allora…

[Per negazione della “morte…di quelli di allora” si deve intendere la riduzione del numero dei morti totali e parziali. Fissato, non è ben chiarito da chi, il 6.000.000 come “dato” si deve intendere che siano negazionisti tutti gli storici o uffici della tabella sottostante, in quanto fornitori di “numeri” inferiori a 6.000.000

Morti x Fleming 4.975.477
Morti x hilberg 5.100.000
Morti x  Jan Sehn 4.380.00
Morti x Manvell/Fraenkel 5.978.000
Morti x Rei­tlin­ger max 4.581.2­00
Morti x l’Encyclopedia Judaica 5.820.960

e ciò SOLO per il numero totale dei pretesi morti! Il caos più totale lo raggiungiamo se ci avventuriamo nella “conta” dei morti dei vari pretesi “centri di sterminio”, classico l’esempio di Auschwitz che riproduciamo in tabella:

Balletto macabro. Click

Balletto macabro. Click

tutti questi storici, giornalisti, enti, uffici sono negazionisti? Assassini della memoria anche loro?

Anche loro godranno della legge “ultima chance“?

E’ ben vero che chi sta affogando si attacca anche alla lama di un rasoio! ]

portano avanti la morte degli ebrei di oggi, ed è per questo che noi speriamo ancora una volta che il rinvio ennesimo,

[ Da ciò si ricava che sia avvenuto, da poco tempo, giorni(?), un nuovo rinvio! Rinvio sconosciuto ai media, al “popolo” che dai media è informato! ]

ed a mio avviso vergognoso rinvio della discussione della legge sull’introduzione del reato di negazionismo, venga portato avanti  in Italia come quindicesimo paese europeo” (25,28)

[Il pacifici aveva fatto accenno al disposto dell’Europa che prescriveva illiberali  e liberticide leggi anti-revisionismo, ma non troviamo cenno che un “ente superiore”, l’Human Rights Committee (Commissione per i Diritti Umani) delle Nazioni Unite, in una riunione, a Ginevra al Consiglio dell’Unione Europea, nei giorni dall’11 al 29 luglio 2011, quindi BEN DOPO il 2003 e 2008 citati,  ha sentenziato…

(…) “Le leggi che penalizzano l’espressione di opinioni su fatti storici sono incompatibili con gli obblighi che il Patto impone agli Stati membri in relazione al rispetto per la libertà di opinione e di espressione. Il Patto non permette la proibizione pubblica dell’espressione di un’opinione erronea o di una interpretazione inesatta di eventi del passato. Restrizioni al diritto alla libertà di opinione non dovrebbero mai essere imposte e, riguardo alla libertà di espressione esse non dovrebbero oltrepassare ciò che è permesso nel paragrafo 3 o richiesto in base all’articolo 20″… (qui il testo originale inglese: http://unipd-centrodirittiumani.it/public/docs/HRC_General_Comment_34.pdf) ] (5)

25,32 Telese Luca: “pacifici ci dice che il negazionismo dovrebbe essere perseguito per legge, su questo non so se tutti sono d’accordo”…

In fondo: dei presenti alla trasmissione non un solo ospite si è dichiarato favorevole all’introduzione del reato di negazionismo!…e non sappiamo se realmente era stata “calendarizzata” la discussione di tale legge!

Note

1) Fonte http://www.dire.it/home/9982-memoria-reato-negazionismo-senato.dire e ripresa, leggermente modificata in http://sociale.corriere.it/comunita-ebraica-e-santegidio-insieme-contro-il-terrorismo/ , ripresa e presentata al link. http://olodogma.com/wordpress/2015/01/27/0927-l-ultima-chance-della-legge-anti-revisionismo-sfruttare-il-pathos-del-27-gennaio-e-seguenti/

2) Fonte http://olodogma.com/wordpress/2013/08/10/0337-processo-belsen-genesi-dei-miti-delle-camere-a-gas-e-dello-sterminio-ebraicola-menzogna-di-auschwitz/

3) http://olodogma.com/wordpress/2013/12/09/0501-ebrei-no-grazie-conferenza-di-evian-nave-s-louis-nave-quanza-anna-frank-europa-plan-nessuno-voleva-gli-ebrei-perche/

4) Le citazioni sono tratte da:  Carlo Mattogno, http://olodogma.com/wordpress/2014/07/04/0734-carlo-mattogno-raul-hilberg-e-i-centri-di-sterminio-nazionalsocialisti-fonti-e-metodologia/

5) Vedi il post http://olodogma.com/wordpress/2014/06/19/0717-legge-anti-liberta-di-espressione-lhuman-rights-committeecommissione-per-i-diritti-umanidellonu-non-la-vuole/

________________________Pubblicato il 03.02.2015 alle ore 09,29

Avvertenza
!newsletter, prospettiva,diversa,iscriviti_x sitoseguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito dal 2/8/13 i commenti sono chiusi. Sono graditi segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. In blue testi di Olodogma. Foto, titolo di testa, grassetto, links, colore, sottolineatura, non sono parte del testo originale. Per  contattarci: olodogma@gmail.com
QUI  l’Archivio 1 ,  QUI  l’Archivio 2, QUI l’Archivio 3 di Olodogma.
Per non perdere alcun aggiornamento del sito consigliamo l’iscrizione alla nostra “Newsletter”. L’iscrizione può essere auto-cancellata in ogni momento.
[wysija_form id=”8″]
Olodogma è ripreso, in  pagine non ufficiali, su Twitter … e su Facebook
Torna alla PAGINA INIZIALE