«

»

Ott 21

0854 – Wolfgang Fröhlich, revisionista austriaco internato: sparite le camere a gas!

.

Click...

Click…

Dal fondo della prigione, dove è rinchiuso dall’agosto 2007 e da dove non uscirà che nel gennaio del 2016, il revisionista austriaco Wolfgang Fröhlich, ingegnere chimico di 63 anni (specialista di questioni sulla disinfestazione!), ha trovato un articolo che lo ha fatto sussultare: le camere a gas sono dimenticate! Il Professore Faurisson non scrisse nel suo ultimo articolo a proposito degli ebrei deportati, che “ai giorni nostri, gli storici della “distruzione degli ebrei d’Europa” lasciano poco spazio alla magica camera a gas nazista, “un’arma del crimine” mai esaminata, mai nemmeno vista, mai rappresentata tecnicamente? Wolfgang Fröhlich ci ha fatto giungere la lettera dattilografata che ha indirizzato agli autori dell’articolo che aveva appena letto . L’originale dell’articolo di “Profil” si trova on line qui: http://www.profil.at/articles/1436/985/377734/vor-75-jahren-zweite-weltkrieg

PROFIL
Taborstrasse 1-3
A-1020 Vienne
29 settembre 2014

Ho davanti agli occhi il suo opuscolo “Profilthema-History, ‘Seit 5:45 wird
zurückgeschossen’ – Vor 75 Jahren begann der Zweite Weltkrieg” (“Dalle 5 e 45 di stamane, rispondiamo ai colpi!” [Frase di Hitler] – 75 anni fa iniziava la Seconda Guerra Mondiale);
Come sono cambiati i tempi! Dopo anni di inqualificabili campagne calunniose ecco che “Profil” pubblica improvvisamente un testo storico al quale, con un po’ di buona volontà, si può accordare un tocco di buon senso! E non solo quello. Ha anche l’ardire di tralasciare, in un trattato relativo alla Seconda Guerra Mondiale, il più’ importante dogma politico-religioso della nostra epoca: il preteso assassinio di massa di 6 milioni di ebrei nelle camere a gas con lo Zyklon-B durante il regime nazionalsocialista.

[Attenzione! Il dato di 6.000.000 di pretesi trattati con aerosolcianuro-di-idrogeno è molto controverso nella storiografia olocau$tica, si svaria da 1.141.000 di Pressac ad un 3.110.000 di hilberg,

I numeri dei morti secondo Pressac ed hilberg. Click...

Raffronto tra i numeri dei morti secondo Pressac ed hilberg. Click…

con una “certezza variabile” di circa 2.000.000 destinati all’ololimbo, più una serie infinita di varianti. L’affermazione del Fröhlich è inesatta alla fonte oppure mal interpretata nella traduzione. La versione olocau$tica delle cause delle pretese seimilionarie morti è indirizzata ad un 50% cadauno tra camere a gas di vario genere e spallottolamento degli Einsatzgruppen. ]

A cosa avete pensato?
Semplicemente a non menzionare le camere a gas, quando invece esistono “tonnellate di testimonianze”, come confermato dalla conferenza episcopale austriaca!
E “Adolf Hitler ha continuato la guerra unicamente per poter continuare a far funzionare le macchine della morte di Auschwitz” – citazione (libera) del professore universitario Dr Pelinka nel quotidiano “Die Presse”, un giornale detto di qualità…
Certo, in Austria non mancano delle creature corruttibili.
Non le si riconosce subito perché si nascondono sotto toghe e sottane!
Il regime nazionalsocialista aveva a che fare con 3,5 milioni di ebrei (*). Dicono ne siano morti 6 milioni. Ma dopo la Seconda Guerra mondiale, più di 4 milioni di ebrei hanno reclamato dei risarcimenti !

Click...

Click…

Un calcolo palesemente battuto da un registratore di cassa e sanzionato da giudici corrotti.
Tra i numerosi bugiardi accademici e spergiuri ce n’è uno le cui “qualità” morali rigettano tutti gli altri nell’ombra . Si tratta del FAMOSO FALSO ESPERTO GIURATO il professore universitario Gerhard Jagschitz, noto per essere uno storico contemporaneo dalle competenze scientifiche. Durante il simulacro del processo politico contro il commerciante Fritz Rebhandl, il giudice gli chiese un parere sul fatto che alcuni scienziati considerassero impossibile praticare uno sterminio umano in una camera a gas alimentata dallo Zyclon B.
La sua risposta sotto giuramento fu :
“Si tratta di uno Zyklon B speciale utilizzato in quell’occasione”.
In cosa questo Zyklon B “jagschitzien” [riportiamo, ma il termine ci è sconosciuto] differenziava dall’abituale Zyklon B, una sostanza sanitaria utilizzata comunemente in quell’epoca, il mistero resta tale. L’accusato non si lascio’ convincere e naturalmente fu condannato come è normale che sia in una repubblica delle banane.
A quell’epoca, ero preposto alla difesa come esperto in tecnologia.
Dr. jur. Hans Peter JanuschkeIl tribunale era riuscito ad impedire la mia deposizione !
Gli indossatori di toghe, ebbero paura che la verità venisse alla luce, fatto che avrebbe messo fine alla loro carriera.

Ricordo il caso di un rispettabile giudice viennese. Dr Hans-Peter Januschke.
Intanto, i crimini della giustizia austriaca riempiono decine di migliaia di pagine di fascicoli giudiziari.

Distinti saluti  (Ingegnere Wolfgang Fröhlich) (1)
(*) Cf : Almanacco mondiale ebreo, nelle collezioni della Biblioteca nazionale dell’Austria, ma vietato al pubblico…

Fonte Vor 75 Jahren begann der Zweite Weltkrieg