«

»

Ott 07

0838 – La casa editrice EFFEPI presenta le sue novità dell’ottobre 2014

.

La casa editrice EFFEPI ha presentato il proprio catalogo delle novità per l’Ottobre-2014. Estraiamo la presentazione dell’ultimo lavoro del dott. Valli; la penna è dello stesso Autore,…

__________________________________________

Oligarchi, di cose ebraiche nel crollo dell’Unione Sovietica

di Gianantonio Valli

Copertina.Click...

Copertina.Click…

Il termine «Oligarchi», i «pochi al potere», desueto in campo politico fino ad un ventennio fa, è tornato prepotentemente alla ribalta col crollo del Socialismo Reale. Durante il Penultimo Esperimento – quello bolscevico-comunista – per inverare il Regno della Pace, della Fratellanza e della Prosperità umana, il termine corrente dagli anni Settanta per identificare i reggitori della parte orientale del Sistema era stato, per dirla con Mikhail Voslensky, «Nomenklatura». Era questo un termine dotato di una sua forza semantica, ma di natura prettamente politica. Un termine divenuto ormai sorpassato dopo il crollo del mondo sovietico e dei suoi satelliti. In brevissimo tempo ci si accorse che i Potenti non erano ormai più i carrieristi politici del PCUS, l’avanguardia cosciente del proletariato o i membri di quel parassitario burocratismo indagato da Bruno Rizzi e Cornelius Castoriadis, ma personaggi, fino ad allora ignoti, del mondo economico e finanziario sovietico, che condizionavano l’andamento delle elezioni negli anni della glasnost / perestrojka gorbacioviana.

In particolare dopo il colpo di Stato eltsiniano del 4 ottobre 1993, quando, con la copertura della «libera» stampa internazionale, era stato cannoneggiato il Palazzo del Parlamento ed erano stati massacrati un migliaio di civili tra la popolazione schieratasi a difesa dei propri rappresentanti, a noi graditi o meno che fossero. Un Parlamento che, pur con tutti i limiti e le ombre di quella convulsa fase di trapasso, aveva cercato di opporre un’ultima, disperata resistenza alla travolgente occidentalizzazione, contro tutte le provocazioni governative fomentate dagli USA, come aveva piamente anticipato il quotidiano la Repubblica un anno prima, precisamente il 24 ottobre 1992, ed i piani ideati «per causare violenze di piazza e proclamare lo stato d’emergenza». Uno dopo l’altro, mentre ogni vecchia struttura crollava frammezzo ad un crescente caos sociale […] vennero alla luce anche in Occidente i nomi dei Nuovi Potenti, tutta una schiera di ex comunisti che avevano ricevuto, per arraffare il potere, incoraggiamenti e concreti aiuti in miliardi di dollari dall’Alta Finanza apatride dimorante in Inghilterra e negli USA. Un’Alta Finanza discretamente capeggiata dai Rothschild – personaggi mai comparsi in primo piano sulle gazzette occidentali o in una qualche classifica sui più ricchi nel mondo stilata, ad esempio, da Forbes – corsa a sostegno dei confratelli ancora poco esperti dei cabalistici giochi di Borsa. Un’Alta Finanza che fece da consulente e stampella ai primi passi compiuti da tutta una schiera di personaggi che avevano fino ad allora ricoperto cariche di alto livello nelle organizzazioni giovanili del Partito o si erano fatte largo in campo economico e giuridico, creando, a mutuo appoggio, un vero e proprio sinedrio criminale. Di costoro il lettore conoscerà, nella presente opera, i nomi. Di costoro, soprattutto, il lettore verrà a sapere l’ascendenza etnica, quasi sempre taciuta in Occidente, e il loro modo di agire. Di costoro conoscerà l’inestricabile intreccio con la criminalità comune, la mafia cosiddetta «russa», fino alla restaurazione nazionale voluta dal presidente della Federazione Vladimir Putin, una variabile non prevista e comunque fino ad oggi sfuggita alle grinfie dei promotori dell’Unico Governo Mondiale guidato dai Soliti Noti. Il tutto, sulla base dell’Antico Delirio isaiaco del Mondo Nuovo, ove le spade saranno trasformate in vomeri e le lance in falci, ove l’agnello siederà accanto al lupo senza più paura di essere divorato.

GIANANTONIO VALLI

Gianantonio Valli, Oligarchi, di cose ebraiche nel crollo dell’Unione Sovietica,  Ed. EFFEPI, via Balbi Piovera n.7, 16149 Genova. Formato 14×21, pp. 194 ,€ 22,00. Per ordini: tel. 338-9195220, email effepiedizioni@hotmail.com.

______________

Avvertenza
.
!newsletter, prospettiva,diversa,iscriviti_x sitoseguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito dal 2/8/13 i commenti sono chiusi. N.B. Sono graditi segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. In blue testi di Olodogma. Foto, titolo di testa, grassetto, links, colore, sottolineatura, evidenziazione, non sono parte del testo originale. Per  contattarci…  olodogma@gmail.com .   QUI  l’Archivio 1  e  QUI  l’Archivio 2 di Olodogma .
Per non perdere alcun aggiornamento del sito consigliamo l’iscrizione alla “Newsletter”. L’iscrizione può essere auto-cancellata in ogni momento.
.
.
Torna alla PAGINA INIZIALE