«

»

Ago 24

0789 – Il mercante della $hoah, il sedicente ebreo/sopravvissuto wiesel elie e l’olocausto dei bambini di Gaza

.

L’ebreo sionista wiesel elie…«clown di casa del circo dell’ O£ocau$to», il «personaggio ridicolo», il «mercante della $hoah»(*) quello che è stato ad Auschwitz e non ha visto, nè sapeva dell’esistenza delle camere a gas!… contestato pubblicamente da 40 “sopravvissuti” per la sua partigianeria pro-perpetratori del genocidio di Gaza dell’agosto 2014.(1)

Click...

Click…

L’ebreo wiesel elie è quel soggetto che preferì, anzi, SCELSE di seguire i Tedeschi (2) al momento dell’evacuazione del campo di Auschwitz, dove dice di essere stato internato (3), anzichè aspettare i “liberatori” sovietici! Addirittura scrive… “Con una scarpa in mano – non potevo calzare il piede destro – correvo senza sentire né il dolore né il freddo“(4)…! Strano comportamento da parte di chi avrebbe visto “buttare nel fuoco” i bambini ebrei VIVI! …e poteva in qualsiasi momento essere eliminato come “testimone oculare”! L’arroganza, il senso di superiorità, e , più che altro, intangibilità-impunibilità goduta, consente a soggetti come wiesel elie, ebreo e sedicente sopravvissuto, di continuare a presentarsi al mondo e di “fare la morale” ai Goyim! Il soggetto wiesel elie è stato definito dall’ebreo finkelstein norman (figlio di due ebrei ex internati nei campi di concentramento tedeschi) “ «clown di casa del circo dell’ O£ocau$to», «personaggio ridicolo»!

(*) Il sedicente ebreo e sedicente sopravvissuto wiesel elie è stato definito “mercante della shoah” dall’ influente ebreo vidal-naquet pierre, il cui padre morì ad Auschwitz, che ha scritto di Wiesel: “Ad esempio, abbiamo il rabbino Kahane, l’estremista ebreo, che è meno pericoloso di un uomo come Elie Wiesel, che non dice nulla di importante…Dovete solo leggere dei brani di Notte per capire che certe sue descrizioni non sono esatte e che è essenzialmente un mercante della Shoah…che ha fatto un danno, un danno enorme alla verità storica”(Pierre Vidal-Naquet, Zero, Aprile 1987, p. 57)

______________________________La notizia________________________________

Gaza, oltre 300 sopravvissuti alla Shoah contro Israele

 

La lettera originale del wiesel. Click...

La lettera originale del wiesel. Click…

Hanno pubblicato una lettera a pagamento sul New York Times per condannare “il massacro dei palestinesi” e “l’abuso della nostra storia”. Il riferimento è al premio Nobel Elie Wiesel che ha paragonato Hamas ai nazisti (chiaramente gli brucia il paragone planetario israele=nazi e tenta di pulire l’immagine genocida del suo sponsor sionista )

NEW YORK – Oltre 300 (5) sopravvissuti e discendenti di sopravvissuti all’Olocausto hanno pubblicato una lettera a pagamento sul New York Times per condannare “il massacro di palestinesi a Gaza” e per criticare gli Stati Uniti per il sostegno che danno a Israele nelle sue operazioni militari nella Striscia, nonché l’Occidente in generale per la protezione dalle condanne che forniscono al governo israeliano. “Il genocidio comincia sempre con il silenzio”, si legge nel testo. L’iniziativa rappresenta la risposta a uno scritto pubblicato da molti media internazionali in cui il premio Nobel Elie Wiesel paragona Hamas ai nazisti e accusa l’organizzazione islamista di “sacrificare bambini”.

“Come ebrei sopravvissuti e discendenti di sopravvissuti e vittime del genocidio nazista, inequivocabilmente condanniamo il massacro di palestinesi a Gaza e l’attuale occupazione e colonizzazione della storica Palestina“, affermano i 327 firmatari della lettera pubblicata del quotidiano newyorkese e sponsorizzata dall’International Jewish Anti-Zionist Network.

L’iniziativa rappresenta la risposta a uno scritto pubblicato da molti media internazionali in cui il premio Nobel Elie Wiesel paragona Hamas ai nazisti e accusa l’organizzazione islamista di “sacrificio di bambini”.

Siamo disgustati e oltraggiati dall’abuso fatto da Wiesel della nostra storia… per giustificare l’ingiustificabile: gli sforzi all’ingrosso di Israele per distruggere Gaza e l’uccisione di oltre 2.000 palestinesi, tra cui centinaia di bambini. Nulla può giustificare il bombardamento di rifugi dell’Onu, case, ospedali e università. Dobbiamo tutti alzare la voce e usare il nostro potere collettivo per arrivare alla fine di ogni forma di razzismo, compreso il genocidio di palestinesi in corso”, scrivono i 327 che concludono con un appello per “la fine immediata dell’embargo a Gaza” e “un totale boicottaggio economico, culturale e accademico di Israele”.

Nell’inserzione a pagamento pubblicata a inizio agosto su New York Times e Washington Post, Wiesel aderiva a una campagna della “Rete dei valori” fondata dal rabbino ortodosso Shmuley Boatech. “Nella mia vita”, scriveva il premio Nobel sopravvissuto ad Auschwitz, “ho visto bambini ebrei gettati nel fuoco. E adesso vedo bambini usati come scudi umani, da fedeli al culto della morte non dissimili da coloro che veneravano Moloch. Questa non è una battaglia di ebrei contro arabi o di Israele contro i palestinesi. E’ una battaglia tra coloro che celebrano la vita contro i campioni della morte. E’ la civilizzazione contro la barbarie”. (Fonte http://www.repubblica.it/esteri/2014/08/24/news/gaza_sopravvissuti_shoah-94355223/?rssimage)

[ Identica posizione del sionismo in ogni angolo del mondo. Chiaramente l’hasbara (il sistema di disinformazione dello “stato-ebraico”) ha diramato la velina cui attenersi e tutti i propagandisti incistati nel mondo goy riprendono e rilanciano. Un tempo c’erano i comunisti che aspettavano le veline da Mosca prima di aprire bocca, oggi abbiamo i sayanim e gli sciocchi shabbat-goyim che riprendono il copione! .]

Note

1) Per le definizioni tra “” si veda http://olodogma.com/wordpress/2012/11/06/0048-il-clown-di-casa-del-circo-dell-oocautoil-personaggio-ridicoloil-mercante-della-hoahil-sedicente-ebreo-e-sedicente-wiesel-elie-ed-i-cattolici/

2) Al link la storia http://olodogma.com/wordpress/2012/10/22/wiesel-eliesedicente-ebreo-internato-ad-auschwitz-scelse-i-tedeschi-anziche-i-liberatori/

3) Tre articoli, di Carlo Mattogno, che rispecchiano lo sviluppo delle ricerche sul sedicente ebreo sopravvissuto wiesel elie  http://olodogma.com/wordpress/2014/07/17/0740-lebreo-mercante-della-hoah-wiesel-elie-e-il-piu-autorevole-testimone-vivente-della-shoah/

4) wiesel elie,“La notte“, Giuntina, 1986, pp. 82-83

5) Altre fonti parlano di 40 “sopravvissuti”…”40 survivors of Nazi genocide and hundreds of their children”…vedi http://www.dailykos.com/story/2014/08/23/1324061/-40-Holocaust-Survivors-Condemn-Gaza-Assault-Call-for-Boycott-of-Israel#        

_________Avvertenza_______________

seguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito dal 2/8/13 i commenti sono chiusi. N.B. Sono graditi segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. In blue testi di Olodogma. Foto, titolo di testa, grassetto, links, colore, sottolineatura, evidenziazione, non sono parte del testo originale. Per  contattarci…  olodogma@gmail.com .   QUI  l’Archivio 1  e  QUI  l’Archivio 2 di Olodogma . Torna alla PAGINA INIZIALE