«

»

Lug 30

0763 – Italiani in povertà e cattedrali olocau$tiche (musei dell’olocau$to): c’è fretta?

.

Il 14 luglio 2014 avevamo scritto…

Istat: in Italia i poveri sono 10.048.000, mangeranno coi musei dell’olocau$to!?

Istat, in Italia oltre 10 milioni di poveri. Peggiora il Mezzogiorno

Click...

Click…

Le persone in povertà relativa sono il 16,6% della popolazione (10 milioni 48 mila persone), quelle in povertà assoluta il 9,9% (6 milioni 20 mila)

Nel 2013, secondo l’Istat, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28 mila). Le persone in povertà relativa sono il 16,6% della popolazione (10 milioni 48 mila persone), quelle in povertà assoluta il 9,9% (6 milioni 20 mila)… (Fonte: http://www.lettera35.it/istat-10-milioni-poveri/)

Nonostante la gravità della situazione non si hanno notizie di sospensione, quanto meno, delle spese folli del seguente menù:

1° piatto: traduzione del talmud………………………………………………………………….costo  5.000.000
2° piatto: museo dell’olocau$to di Milano……………………………………………………costo  9.000.000
3° piatto: museo dell’olocau$to di Roma……………………………………………………costo 36.700.000
4° piatto: museo nazionale dell’ebraismo italiano e della $hoah di Ferrara…costo 40.000.000

Per un totale di…90.700.000 di euro !

ovvero 191.700.000.000 di lire!

Quanti italiani poveri si potrebbero assistere con quella montagna di soldi? Sicuramente questa domanda “popolare” è antisemita! (Continua QUI)

__________________________________

Non avevamo alcuna illusione che la ragione tornasse a coabitare con le scatole craniche degli stolti shabbat-goyin che hanno progettato di dilapidare 36.700.000 euro in una inutile, per i cittadini italiani, cattedrale alla menzogna olocau$tica dei 4.000.000 di assassinati ad Auschwitz, delle”camere a vapor acqueo” di Treblinka, del “sapone fatto con gli ebrei“…etc , ma era arrivata l’eco della notizia di qualcuno che ha fretta o non condivide più le manie di grandezza di certuni dirigenti e impiegati della memoria (con allegata relativa corte di aspiranti impiegati della memoria) dell’industria dell’olocau$to. Escluso il rinsavimento non restava che ipotizzare un RIPIEGAMENTO su meno faraonici progetti.

E’ del 29 Luglio 2014 la notizia che riportiamo in screenshot col  coordinato commento…

Intervento dell'ebreo terracina piero.Click...

Intervento dell’ebreo terracina piero.Click…(1)

Intervento di Olla Roberto. Click...

Intervento di Olla Roberto. Click…(2)

.

 

 

 

 

 

 

 

Nell’articolo del terracina troviamo che …”

…”Il prossimo 27 gennaio 2015 sarà il 70º anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz e Birkenau. Come sapete, settanta anni fa io ero là, dietro quell’infame cancello Arbeit Macht Frei, assieme a Primo Levi e ad un pugno di sopravvissuti”…

L’affermazione solleva perplessità

1) Il cancello con la scritta “Arbeit Macht Frei” si trova ad Auschwitz I e levi primo NON era in quel campo, bensì a Monowitz, distante circa sette chilometri da Auschwitz I! Il levi conferma di esere stato all’ospedale di Monowitz il giorno dell’occupazione del campo da parte dei sovietici. In aggiunta nel libro del levi non abbiamo trovato traccia che abbia lasciato Monowitz per andare ad Auschwitz I !
– Abbiamo letto male?
– Da dove, oltre il terracina e l’ebreo modiano samuele (…”All’interno trovai Pietro Terracina e Primo Levi“…) , si rileva che il 27 Gennaio 1945 levi primo fosse ad Auschwitz I?

2) Quanto al “pugno di sopravvissuti” si rileva che i Tedeschi, al momento dell’evacuazione del campo, lasciarono nel complesso concentrazionario di Auschwitz circa 7.000 internati, non esattamente “un puno”!

Il terracina piero, che fa “parte nel Comitato Scientifico” del costruendo museo dell’olocau$to di Roma da 36.700.000 euro, sembra ripiegare e sembra quadrare il cerchio: …”basta cercare un’altra sede, che abbia una struttura già pronta e che richieda solo pochi lavori di allestimento“…si eliminano tutti i problemi di progettazione, di appalti, di costruzione…si trovano locali, già esistenti, pronti, adatti ed il gioco è fatto! …e “all’inaugurazione posso esserci io“…

Decisamente riduttivo, uno yad vashem d’occasione, una specie di via di fuga, ma realmente più “umano”!

Il nostro post è servito? Non ci importa. Non abbiamo la pretesa di aver fatto capire l’offesa arrecata a 10.048.000 Italiani in POVERTA’ con lo sperpero di 36.700.000, assolutamente no! E’ solo un ripiego .

Note:

1) Fonte http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Terracina-lettera-sul-Museo-della-Shoah-144fab0d-5bc8-49df-9bcf-a4555cf972d9.html?refresh_ce

2) Fonte http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Perche-Roma-deve-avere-il-suo-Museo-della-Shoah-9ce8e354-4d5b-4539-96f9-7613548cebf5.html

_________Avvertenza_______________

seguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito dal 2/8/13 i commenti sono chiusi. N.B. Sono graditi segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. Foto, titolo di testa, grassetto, links, colore, sottolineatura, evidenziazione, non sono parte del testo originale. Per  contattarci…  olodogma@gmail.com .   QUI  l’Archivio 1  e  QUI  l’Archivio 2 di Olodogma . Torna alla PAGINA INIZIALE