«

»

Gen 27

0565 – 27 gennaio?…”i testimoni fanno confusione tra ciò che hanno visto e ciò di cui hanno sentito parlare” !

.

!auschwitz,piscina,bordello,cinema,teatro

…«Nel 1998, Valentina Pisanty, in un’opera sul cosiddetto “negazionismo”, si lasciò sfuggire questa magistrale analisi delle testimonianze olocaustiche:

“Spesso gli scrittori intrecciano le proprie osservazioni dirette con frammenti di “sentito dire” la cui diffusione nel lager era capillare. La maggior parte delle inesattezze riscontrabili in questi testi è attribuibile alla

confusione che i testimoni fanno tra ciò che hanno visto con i propri occhi e ciò di cui hanno sentito parlare durante il periodo dell’internamento.

Con il passare degli anni, poi, alla memoria degli eventi vissuti si aggiunge la lettura di altre opere sull’argomento, con il risultato che le autobiografie stese in tempi più recenti perdono l’immediatezza del ricordo in favore di una visione più coerente e completa del processo di sterminio”.

Ciò si addice perfettamente al testimone Venezia (shlomo) [ le cui “memorie”, è bene ricordarlo, sono apparse nel 2007, 63 anni dopo i presunti eventi! ]…

Fonte: Carlo Mattogno, nel post Piergiorgio Odifreddi: il capro espiatorio del porcaio mediatico, 16  Novembre 2013. Il testo completo de «LA VERITÀ SULLE CAMERE A GAS» ? Considerazioni storiche sulla «testimonianza unica» di Shlomo Venezia  è disponibile QUI,cliccare.

______________

seguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito dal 2/8/13 i commenti sono chiusi. N.B. Sono graditi segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. Foto, evidenziazione, grassetto, colorazione, titolo di apertura, non sono parte del testo originale. Per  contattarci…  olodogma@gmail.com .   QUI  TUTTI gli articoli di Olodogma . Torna alla PAGINA INIZIALE