«

»

Gen 20

0554 – Per gli ebrei non valgono MAI le cose che valgono per gli esseri umani ! “ilblogdibarbara” dixit!

.

 Il grande orgasmolocau$to del 27 Gennaio 2014 sta…arrivando! 

per_gli_ebrei_non_valgono MAI_le_cose_che_valgono_per_gli_esseri_umani_ilblogdibarbara_18gennaio2014Un lettore ci segnala un post ne “ilblogdibarbara” (1) . Il “tema” del post sono le dichiarazioni di Piergiorgio Odifreddi riguardo il preteso olocau$to ebraico. Nel post è inserito un video classico sullo “sterminio ebraico” (che in realtà è un video su ciò che i “liberatori” trovarono a Bergen-Belsen). Chiude il post una frase di “barbara”…”Il signor Odifreddi non è stato mio scolaro“… come a dire che se Odifreddi fosse stato oggetto del sistema “educativo” di “barbara” non avrebbe detto ciò che , ONESTAMENTE, ha detto.  Seguono alcuni commenti;  interviene “Grazia” che precisa che sui cadaveri esibiti nel filmato sono state fatte autopsie ( il che è confermato) che non hanno rilevato alcun caso di morte per avvelenamento da acido cianidrico (ovvero Zyklon B) e chiede a “barbara”…

può fornirmi il nome di un ebreo gasato e la prova dell’avvenuta gasazione?“, precisando di aspettarsi “Una prova accettabile da un qualsiasi tribunale apolitico per un caso di omicidio“… 

Una domanda ovvia ed una precisazione che in qualunque caso verrebbe richiesta. L’ipse dixit nei tribunali e in casi specifici di omicidi non è accettato, giustamente. Evidentemente nel mondo di alcuni è sufficiente ripetere ciò che altri ha copiaincollato dal “Kalendarium” di Danuta Czech, la quale ha, unilateralmente, decretato come “gasati” TUTTI coloro che non erano stati ritenuti “abili al lavoro“, senza fornire alcuna prova di ciò, basandosi, generalmente, su dichiarazioni di sedicenti testimoni oculari , arrivando ad INVENTARIARE 98.000 trasferiti come morti per il solo campo di Auschwitz!

Nelle, per noi, superstizioni semite è il famoso atto di fede che  fa digerire che il mondo sia stato “creato” 5774 anni fa, mentre sappiamo che la città di Matera è abbondantemente vecchia di almeno 10.000 anni ! Ovvero che d_o (dio. in linguaggio gentile ) fermò il Sole per permettere a Giosuè di sterminare un pò di gente odiata! Ragione e superstizione non legano!

Tornando a noi notiamo, nella discussione, l’uso di abusati stereotipi/espedienti della NON risposta alla semplice richiesta e dell’offesa personale. Nulla di nuovo sotto il sole olocau$tico! Le arroganti ed ignoranti teste d’uovo sioniste hanno pensato e lo sterminazionismo da piazzaweb si adegua! Detto in camera caritatis…se non sono riusciti quelli del “delicato fiore universitario” europeo con “eco” ripetenti, potevano altri riuscire ad esibire “una prova, una sola prova“? Certo che no! Al limite degli sforzi umani lo sterminazionismo olocau$tico ha prodotto degli “indizi“, non prove! Sotto il breve testo a firma “barbara”, seguono alcuni commenti con la perla che ha dato il titolo  a questo articolo. In BLUE i commenti di Olodogma. Olodogma

___________________________________________

 

18 Gennaio 2014

CAMERE A GAS?

“So solo ciò che mi è stato fornito dal ‘ministero della propaganda’ alleato del dopoguerra”.
Piergiorgio Odifreddi

Questo film l’ho fatto vedere su cassetta, anni fa, a una mia classe particolarmente interessata, sensibile e preparata…Due ragazze hanno chiesto di non guardarlo, tutti gli altri hanno scelto di vederlo, e hanno resistito fino alla fine. Soffrendo, ma con la coscienza di avere il dovere di conoscere ciò che è avvenuto.
Alla discussione seguita al film hanno scelto di assistere anche le due ragazze che non lo avevano guardato.
Il signor Odifreddi non è stato mio scolaro.

barbara

(…) Interviene tale “Grazia”che avanza una richiesta…

    • Replica
  1. Grazia

    Da tutte le autopsie fatte sui corpi e conservate a Bad Arolsen non risultano tracce di acido cianidrico. Signora Barbara può fornirmi il nome di un ebreo gasato e la prova dell’avvenuta gasazione? Una prova accettabile da un qualsiasi tribunale apolitico per un caso di omicidio. Grazie per la risposta.
    P.S.: una testimonianza non la considero prova sufficiente

    Replica
    • blogdibarbara

      Ho deciso di approvare e pubblicare questo commento perché io sì, questo, lo considero una prova sufficiente. (Se capiamo bene “barbara” ritiene sufficiente la testimonianza a certificare un omicidio. Facciamo presente che l’attribuzione, ai Tedeschi, della responsabilità della strage di Katyn era supportata da “centinaia di testimonianze” ed altro…TUTTE, UFFICIALMENTE,  rivelatesi INFONDATE, FALSE! Anche la “gasazione con vapor acqueo”, a Treblinka, era supportata da dichiarazione del rabbino di Lodz ed altri “testimoni oculari”! Anche la gasazione immediata  dei malati o per una “infiammazione di un foruncolo” affermata da  “testimonianze oculari” è smentita dall’ebreo levi primo e dal congenere debenedetti leonardo!  Olodogma)
      Naturalmente nessun altro commento di questa fogna nazista sarà pubblicato in questo blog.

      Replica
      • Grazia

        Non ha risposto alla domanda. Ho solo chiesto un nome e una prova di una gasazione, se non é in grado di fornirli ne prendo atto, perché si scalda tanto? Io non sono nazista.

        Replica
        • blogdibarbara

          In via del tutto eccezionale ho deciso di approvare ancora una volta – ma questa è davvero l’ultima – il tuo commento, per poterti rispondere. Vedi, accettare un’interlocuzione con te sulla base della tua domanda significa accettare implicitamente il giudizio di merito che la tua domanda pone; e io non l’accetto. Non per preclusione mia, ma perché è intrinsecamente inaccettabile.

          [Qui viene nuovamente riaffermato cio che 34 storici francesi  della chiesa olocau$tica ortodossa hanno pontificato… …”Non bisogna chiedersi come, tecnicamente, un tale massacro di massa è stato possibile. È stato tecnicamente possibile perché è avvenuto. Tale è il punto di partenza obbligato di ogni ricerca inchiesta su questo argomento. Questa verità, ci spettava semplicemente di ricordarla: non c’è e non ci può essere alcun dibattito circa l’esistenza delle camere a gas … (pubblicato su  Le Monde, il 21.02.1979)… il DOGMA !]

          Una “persona” – mi perdonerai le virgolette, spero – che viene a pretendere prove di una gassazione, semplicemente non è un interlocutore, su nessun argomento, a nessun livello. PASSO E CHIUDO.
          (Se poi qualcuno dei NUMEROSI frequentatori di questo blog che hanno perso familiari nelle camere a gas avranno voglia di interloquire con una fogna nazista, liberi di farlo; per quanto mi riguarda, il discorso si ferma qui).

          (…)

  2. Grazia

    Un nome e una prova, ho chiesto solo questo. Ci sono “montagne” di prove, me ne basta una collegata ad un nome. Troppo difficile rispondere prof.? Perché mi insultate?

    Replica
  3. Grazia

    Un nome e una prova. Lei é un’insegnante, se la domanda l’avesse posta un suo studente l’avrebbe insultato? Cosa c’è di illecito o offensivo in quella domanda? Ci sono stati MILIONI di ebrei gasati e MONTAGNE di prove delle gasazioni e lei – professoressa – non é in grado di rispondere ad una domanda tanto semplice.

    Replica
  4. blogdibarbara

    Avete notato che come argomento per il suo scetticismo porta “le autopsie” sulle ceneri dei gassati e cremati? ( Qui si genera un problema, “Grazia” scrive…”Da tutte le autopsie fatte sui corpi“…e “barbara” intende…”autopsie” sulle ceneri“! Eppure è ben chiaro! Incredibile che un professore fraintenda un testo sì lineare! Olodogma)  E pretende di essere considerata un’interlocutrice! Pretende di porre domande! Pretende che le si diano risposte! ( “Grazia non ha preteso alcunchè, ha solo scritto “ può fornirmi“…che rappresenta una semplice RICHIESTA! Non ha scritto “io voglio” ! Olodogma)
    No cara, non ti insulto: sei troppo in basso perfino per un insulto.

    Replica
    • Grazia

      Non sulle ceneri, a Bad Arolsen sono conservati i risultati delle autopsie sui cadaveri plurifotograti: nessuna traccia di hcn su nessun cadavere, se ha dati differenti sono molto interessata a verificare le fonti. Grazie

      Replica
      • blogdibarbara

        Cioè hanno preso gli ebrei morti ad Auschwitz di morte naturale e invece di metterli nei forni crematori li hanno conservati e gli hanno fatto le autopsie (chi? Le SS? O periti esterni chiamati appositamente?) per poter poi dimostrare, settant’anni dopo, che loro erano innocenti e non avevano gassato nessuno? O hanno fatto le autopsie sulle foto, come sembrerebbe capire dal tuo limpido scritto?

        ( …Quando le forze americane a britanniche invasero la Germania centrale occidentale nella primavera del 1945, erano seguite da reparti incaricati di scoprire ed accertare ogni prova riguardante crimini di guerra tedeschi. Fra di loro c’era il Dr. Charles Larson, uno dei principali patologi forensi americani assegnato al Dipartimento Generale delle Corti Marziali dell’Esercito americano. In qualità di membro della squadra investigativa americana sui crimini di guerra, il Dr. Larson effettuò autopsie a Dachau e in un’altra ventina di campi tedeschi, esaminando, a volte, più di 100 corpi al giorno. Alla fine del suo ingrato lavoro a Dachau, fu interrogato per tre giorni da pubblici ministeri dell’esercito americano (1). Cosa trovò il Dr. Larson? In un’intervista nel 1980 su un quotidiano disse: “ ciò che abbiamo sentito è che sei milioni di ebrei furono sterminati. In parte è una menzogna “ (2). E quale parte era la menzogna? Il Dr. Larson, che disse all’autore della sua biografia che, per quel che sapeva, “ era l’unico patologo forense in servizio nell’intero scacchiere europeo delle operazioni militare alleate “ (3), confermò che “ non fu mai scoperto una caso di gas venefico “ (4)

        1. John D. McCallum, Crime Doctor (una biografia del Dr. Charles P. Larson) – (Mercer, Wash: The Writing Works, 1978), pag. 44-46, 59, 69; vedi anche: J. Cobden, “ Il Mito della Camera a Gas di Dachau”, The Journal of Historical Review, Marzo-Aprile 1995, pag. 17-18

        2. Jane Flroechinger, “ le condizioni del campo di concentramento uccisero la maggior parte dei detenuti, afferma un medico “, The Wichita Eagle, 1 Aprile 1980, pag. 4C

        3. J.D. McCallum, Crime Doctor (1978) pag. 46

        4. The Wichita Eagle, 1° Aprile 1980, pag. 4C . Olodogma )
        Una cosa, comunque, non sei ancora riuscita a capire: tu non sei un’interlocutrice, tu non sei niente. E ora sparisci.

        Replica
      • HaDaR

        Lei non è altro che un’ignorante, che usa un trucco tipicamente decostruzionista usato dai negazionisti alla Faurisson e Irving, entrambi condannati per FALSO IN OGNI PROCESSO IN CUI SONO STATI PROCESSATI, OVUNQUE, SENZA ECCEZIONE.
        Di documentazione c’è n’è a iosa, e ne può avere quanta ne vuole da Serge e Beate Klarsfeld e dal meno serio e piú all’acqua di rose Centro Wiesenthal, nonché da Yad Vashem ( per farsi un’idea dell’attendibilità di quest’ultimo è sufficiente leggere il post , cliccare QUI , dove è spiegato come è possibile creare, in numero a piacimento morti nel cosidetto olocau$to! Olodogma ) (…)
        Le potrei consigliare, scritto per gente che sragiona come lei, la lettura dell’eccellente testo di Valentina Pisanty “L’Irritante Questione delle Camere a Gas”… ma dubito che lei sia capace di leggere e capire.  ( Il soggetto era tanto impegnato a leggere altro che ha “saltato” la puntuale risposta revisionista al libretto a firma pisanty valentina, lo consigliamo di leggere QUI, vedrà che TUTTI i sofismi ed eco-pretese sono state demolite e sparso sale sulle macerie. La risposta è datata 1998… e non si conosce risposta! Olodogma)  (…)
        (…)
        Sa cosa?… Faccia pure finta, per farle capire quanto lei è stupida e manipolatrice (non avendo trovanto altro da commentare a un film del genere, in cui non si parla neppure di camere a gas) che non siano mai esistiti i circa 3.000.000 di Ebrei assassinati nelle camere a gas e camion camera a gas di Belzec, Birkenau, Chelmno (Kulmhof), Majdanek, Sobibor e Treblinka, di cui peraltro in gran parte si hanno nomi, cognomi, data e luogo di nascita, eccetera. Si concentri solo sugli altri TRE MILIONI di Ebrei, ben catalogati e suddivisi per paesi, regioni, città e provincie, sterminati dagli Einsatzgruppen,(…) 

        ( Si presenta un problema: da dove si è preso quel “TRE MILIONI”?  Riportiamo alcune fonti “ufficiali” sul numero di pretesi morti per mano degli Einsatzgrppen:

        750.000 secondo Reitlinger (Dimension des Völkermords. Die Zahl der jüdischen Opfer des Nationalsozialismus”. R. Oldenbourg Verlag, Monaco, 1991, p. 16.)

        1.300.000 secondo hilberg raul (pag.1318 del suo “la distruzione degli ebrei in Europa”)

        -oltre 2.000.000, due  milioni, di ebrei secondo M.Mazower  (Fonte: M.Mazower, L’impero di Hitler, pp. 192-193.)

        2.100.000 secondo W. Benz (Dimension des Völkermords. Die Zahl der jüdischen Opfer des Nationalsozialismus”. R. Oldenbourg Verlag, Monaco, 1991, p. 16.)

        La veridicità delle cifre delle vittime registrate nei rapporti degli Einsatzgruppen non è mai stata verificata, tranne in un caso, nel corso del processo al feldmaresciallo Erich von Manstein. Le unità di Ohlendorf comunicarono nei loro rapporti di aver ucciso nel Novembre 1942 a Simferopol 10.000 Ebrei. Il difensore dell’imputalo, l’inglese Reinald T. Paget, riuscì a dimostrare con una serie di controprove che all’epoca, a Simferopol, era avvenuta una sola esecuzione di non più di 300 persone, di cui solo una parte erano Ebrei (R.T. Paget, il Manstein. His Campaigns and Trial. ” 1951. Cito dall’edizione tedesca: Manstein. scine Feldziige und sein Prozess. wiesbaden, 1952, p. 199.). Esagerazioni di Ohlendorf o manipolazione di documenti? olodogma)

        (…)

        Replica
    • blogdibarbara

      Ma sicuramente la tua amica tornata da Auschwitz (ma è esistita davvero, una Auschwitz?) fa parte del famoso famigerato complotto giudaico – come ne faceva parte la tua presunta nonna e come ne fai parte tu, del resto – quindi è chiaro che nessuno di voi è attendibile, per una analista scrupolosa e rigorosa e soprattutto amante della giustizia e della verità come la nostra cortese ospite.

      Replica
    • Grazia

      Un nome e una prova, niente altro. Mi sta dicendo che le uniche prove sono le testimonianze? Se fosse così ne prendo atto.

      Replica
      • blogdibarbara

        VAI A CAGARE. E CAGATI FUORI TUTTA, LURIDO NAUSEANTE SCHIFOSO ESCREMENTO IN FORMA UMANA.
        E risparmiati la fatica di aggiungere altri commenti: non te ne sarà pubblicato nessun altro.

        Replica
  5. Manuel

    Allora sono riuscito a convincere questa “persona”? Beh, giornata da incorniciare, se fosse vero.

    Replica
    • blogdibarbara

      No, Manuel, leggi meglio: ti sta dicendo che non siamo stati capaci di fornirle alcuna prova. Ed è convinta di essere un interlocutore, di avere diritto di porre domane, di pretendere “prove”: ti rendi conto? (esattamente! Nessuno ha fornito UNA sola prova! Per informazione generale : NESSUNO AL MONDO HA MAI fornito una sola prova di una avvenuta gasazione! TUTTO è affidato ai racconti…NON a caso si cita sempre la “memoria” e non la Storia documentata! La camera a gas omicida è la seconda “mascella d’asino”… mai esistita! Olodogma)

      (…)  Replica

  6. Nessuno

    La storia si basa su ricerche di archivio e testimonianze.Per gli ebrei non vale?

    Replica
    • blogdibarbara

      Per gli ebrei non valgono MAI le cose che valgono per gli esseri umani. Prova un po’ a indovinare perché.

      Replica
      1. HaDaR

        Ci facesse la Grazia di morire presto, codesta Grazia tutt’altro che graziosa e parecchio indecente con l’atteggiamento da finta studiosa che vuole prove.
        Giusto perché sia chiaro che la mia risposta poco “gentile” – “gentile” non lo son proprio – era a lei e non ad altri, la copio e incollo qui a seguito:

        (…) (2)

        Qui finisce l’avventura di una signora che ha avuto l’ardire di fare una richiesta, semplice, pulita, naturale, NORMALE. E’ stata ricoperta di insulti, offese, di speranza che abbia a “morire presto”! Fantastico! Ma in tutto questo ordinario standard brilla di luce propria quel: “Per gli ebrei non valgono MAI le cose che valgono per gli esseri umani che ci fa capire che in un certo mondo ci sono”gli ebrei” e gli “esseri umani”. Chissà cosa ne pensano i cultori della legge “Mancino”!

        ______________il 23.01.14 riportiamo altre “perle”______________

        Replica

            • Edoardo

        gennaio 20, 2014 alle 15:42 ∞

        Scusi non ho capito che significa.
        Perché le cose che valgono per gli “esseri umani” non valgono per gli ebrei?
        Le faccio presente che il suo commento implica che gli esseri umani e gli ebrei siano due categorie diverse.
        Se mi vuole spiegare, grazie.

        Replica

              • blogdibarbara

        gennaio 20, 2014 alle 16:00 ∞

        Non si preoccupi, caro, e soprattutto non si sforzi troppo, non sia mai che a causa mia abbia a gripparle il cervello.

        (…)  Soniagennaio 20, 2014 alle 11:32 ∞

        Gli schifosi negazionisti del sito olodogma parlano di te e di questa discussione
        Gli insulti che ti riservano sono inaccettabili, sono davvero persone senza morale e senza rispetto ma soprattutto senza vergogna. Cosa possiamo fare per cancellarli dalla società civile?

        Replica

          • blogdibarbara

        gennaio 20, 2014 alle 12:21 ∞

        Temo purtroppo che il modo di cancellarli, proprio perché la nostra è una società civile non ci sia… Quanto al merito, gli insulti di certa feccia li considero come una medaglia al valore.

        Replica

        1. Giovanni di Matteo

        gennaio 21, 2014 alle 20:53 ∞

        Vorrei rispondere a Grazia, che scrive:
        1. Grazia
        gennaio 16, 2014 alle 10:56 ∞
        Da tutte le autopsie fatte sui corpi e conservate a Bad Arolsen non risultano tracce di acido cianidrico. Signora Barbara può fornirmi il nome di un ebreo gasato e la prova dell’avvenuta gasazione? Una prova accettabile da un qualsiasi tribunale apolitico per un caso di omicidio. Grazie per la risposta.
        P.S.: una testimonianza non la considero prova sufficiente.
        2. Grazia
        gennaio 17, 2014 alle 22:06 ∞
        Non ha risposto alla domanda. Ho solo chiesto un nome e una prova di una gasazione, se non é in grado di fornirli ne prendo atto, perché si scalda tanto? Io non sono nazista.

        quanto segue:
        1. il documentario in oggetto (uno tra i tanti) non è un documento sufficiente a dimostrare l’annientamento degli ebrei detto Olocausto o Shoà?
        2. che c’entrano le autopsie? mi sembrano una contraddizione in termini: se i corpi gasati venivano prima bruciati all’aperto nei campi e i resti sepolti, poi inceneriti nei forni crematori, come pensa che fosse possibile trovare resti di acido cianidrico?
        3. come pensa che ci fossero prove di ebrei gasati, visto che appunto venivano ridotti in cenere e le ceneri accuratamente sepolte, buttate nei fiumi, sepolte, in seguito anche dissepolte per non lasciare tracce?
        4. verso il 1941 inizi 1942 circa 2 milioni o più degli ebrei erano già stati eliminati, prima della graduale introduzione delle camere a gas ecc. Questi come li considera? Siccome non c’erano ancora camere a gas nel sistema industriale dell’annientamento, né era ancora entrato in produzione il Zyclon B, né i forni crematori, ma con l’Operazione Barbarossa gli ebrei dell’Est sono stati eliminati dalle Einsatsgruppen (appunto fino a che, con la Conferenza di Wannsee, fu decisa l’ultima fase della soluzione finale, cioè i lager dotati di apparato industriale di annientamento, camere a gas ecc.), questi milioni precedenti (così, per puro spirito di discussione) come sono morti? di scarlattina? di morte naturale? si sono suicidati, forse per fare un piacere ai loro aguzzini? mah!?
        5. Sulle prove di grassazione c’è una letteratura sterminata, facilmente reperibile (perfino in italiano); naturalmente posto che uno si voglia documentare; se invece pensa che sia meglio rivolgersi ai testi dei cosiddetti negazionisti e simili, allora è evidente che non c’è nulla da dire: non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Ah, dimenticavo: esiste una letteratura approfondita che smentisce i negazionisti.
        6. Siccome intervengo in positivo e voglio dar credito che Grazia sia in buonafede e vedo che ci tiene a definirsi non nazista e sembra semplicemente chiedere prove, sono qui a farle una proposta: venga a Gerusalemme a visitare Yad Va-Shem, il più grande Museo STORICO (cioè basato su documenti, non su commemorazioni o emozioni) della Shoàh al mondo e, come esperto storico, le offrirò con piacere una giornata di visita guidata corredata da tutte le spiegazioni e, se vorrà documentarsi in maniera approfondita, le mostrerò gli archivi, biblioteca e tutto quello che presumo potrà servirle.

        Replica

        1. blogdibarbara

        gennaio 22, 2014 alle 13:34 ∞

        Naturalmente l’ennesima coglionata stile disco rotto della signora Grazia, che a causa della sua beceraggine ha perso il diritto d’accesso a questo blog, non sarà pubblicata. Sarà tuttavia inviata al diretto destinatario.

        Replica

        1. Andrea

        gennaio 22, 2014 alle 16:26 ∞

        Quello che lascia interdetti è che i presunti alfieri della morale democratica riempiono di contumelie e di insulti, con tanto di minacce di morte, chi ha avuto l’ardire di esporre una semplice domanda.
        In decine e decine di risposte non siete stati in grado di fornire una, e dico una, sola prova di un’avvenuta gasazione ad Auschwitz o in qualsiasi altro campo. Ciò che avete fatto è stato rimandare al testo di Valentina Pisanty, che è stata ampiamente umiliata e smentita da uno studioso come Carlo Mattogno, riconosciuto uno dei più utorevoli studiosi di Auschwitz.
        Il protocollo di Wansee dimostra l’esatto contrario: la soluzione finale altro non era che la deportazione in massa della popolazione ebraica nella seconda guerra mondiale.
        E questo perché, checchè ne vogliate dire, non vi è alcuna prova di uno sterminio del popolo ebraico. Ciò spiega la vostra irascibilità e isteria nel rispondere ad una domanda.
        Non abbia paura di rispondermi, “signora”. Io, contrariamente a lei, non sono un goym e le assicuro che non ho il cervello grippato, come afferma lei con linguaggio da scaricatore di porto. Gli insulti ad oltranza suoi e di quelli come lei, suoi degni lettori, mi dimostrano che lei è una persona incapace di qualunque seria discussione e l’unica cosa che le rimane sono le offese e le minacce. Non per niente, per imporre il vostro dogma che fa acqua da tutte le parti, avete bisogno di leggi antirevisioniste che non avrebbero necessità di esistere se l’olocausto ebraico fosse così palese.
        La saluto, goym.

        Replica

          • blogdibarbara

        gennaio 22, 2014 alle 18:00 ∞

        Ho scelto, in via del tutto eccezionale, di approvare questo commento, perché è giusto che il mondo sappia quale immonda feccia abbiamo in circolazione.

        Replica

          • HaDaR

        gennaio 22, 2014 alle 20:04 ∞

        A tanta monnezza, fra cui “Carlo Mattogno” (che magari non esiste neppure – non ne ho mai avuto la sequenza genetica e una foto affissa a un certificato di esistenza in vita firmato e timbrato in Germania, e che di certo nessuno si caha al di fuori dei consessi di minus habentes mentali negazionisti dell’IHR, che a OGNI PROCESSO VENGONO CONDANNATI PER FALSO!) io rispondo solo nello stesso modo in cui rispondevano dalle mie parti 79 anni fa: PIETÀ L’È MORTA! Evidentemente,

        il vero problema è che i miei compatrioti non hanno usato le atomiche anche sui nazisti e i fascisti, ma solo sui Toyo del sol levante.

        Ovviamente ‘stu buzzurro che si firma Andrea il Protocollo della Conferenza di Wannsee non l’ha neppure letto, cosí come non ha di certo visto le interviste fatte ai macellai ecc.
        Ma è assolutamente inutile ogni discussione con nazifascisti, islamonazisti, nazicomunisti e il resto della feccia antisemita.
        Non mi stupisco piú che l’Europa sia nuovamente nella cacca fino agli occhi.
        Spero solo che stavolta vi ci lascino crogiolare e non si sprechino le vite di giovani Americani per tirarvici fuori.

        Replica

        1. Simone

        gennaio 22, 2014 alle 21:00 ∞

        Buonasera Barbara,
        intervengo su due affermazioni di Giovanni di Matteo che sono molto imbarazzanti.

        Scrive Giovanni di Matteo,il 21 gennaio 2014…

        “verso il 1941 inizi 1942 circa 2 milioni o più degli ebrei erano già stati eliminati,”…”né era ancora entrato in produzione il Zyclon B”
        Risposta:
        1) copio da Wikipedia che mi pare congeniale a lei…”insetticida cianogenetico, sviluppato originariamente negli anni venti da Fritz Haber, un ebreo tedesco impiegato della Bayer”…
        2) la fonte UFFICIALE del museo di Auschwitz, il “Kalendarium der Ereignisse im Konzentrationslager Auschwitz-Birkenau 1939-1945“,al giorno 3 Settembre 1941 scrive…”non appena i prigionieri di guerra sono spinti nelle celle e le SS hanno gettato dentro il Zyklon B, le porte vengono chiuse ermeticamente”…

        Commento: la sua affermazione non corrisponde ai dati ufficiali. Secondo la versione standard è falsa, o di uno sprovveduto, infatti si scrive che il 3-9-41 si usò lo Zyklon B e se si usò vuol dire che era stato prodotto!

        Quindi continua…
        “con la Conferenza di Wannsee, fu decisa l’ultima fase della soluzione finale, cioè i lager dotati di apparato industriale di annientamento, camere a gas ecc”..

        1) A wannsee NON si decise alcunchè! I convocati alla conferenza dovevano solo prendere atto del cambio di “destinazione” degli ebrei, ovvero dall’emigrazione , in atto dal 25 Agosto 1933 col patto Haavara tra sionisti tedeschi e III Reich, si passava alla deportazione all’Est, Russia compresa . Secondo lo storico ebreo hilberg raul a Wannsee si doveva discutere dell’annoso problema dei matrimoni misti e situazioni simili.
        Quindi la sua affermazione NON corrisponde ai fatti documentati.In aggiunta le segnalo che nel 1992, Yehuda Bauer, professore all’Università ebraica di Gerusalemme, tacciava di “silly” (assurda) la tesi secondo la quale la decisione di sterminare gli ebrei era stata presa il 20 gennaio 1942 a Berlino-Wannsee (“Wannsee’s importance rejected”, Jewish Telegraphic Agency, The Canadian Jewish News, 30 gennaio 1992)

        Simone

        Replica

          • blogdibarbara

        gennaio 22, 2014 alle 22:28 ∞

        Prima parte.
        Punto 1: non so da che cosa si possa dedurre che Wikipedia mi sia congeniale (non lo è), in ogni caso non capisco il senso di questa citazione. Il Zyklon era un insetticida di cui prima della guerra esisteva la formula E, per insetti piccoli (mosche, formiche), D per insetti grossi (scarafaggi), C per i topi. Poi è stato chiesto di metterne a punto uno, che ovviamente avrebbe avuto la denominazione B, per qualcosa di “molto più grosso”. Magari qualcuno potrebbe avere immaginato che serviva per ammazzare pecore e capre, chissà. La circostanza che l’insetticida sia stato sviluppato da un ebreo è di qualche rilevanza?
        Punto 2: lei non vede differenze fra “sperimentare” e “entrare in produzione”? Si può immaginare che qualcosa venga messo in produzione, ossia prodotto in quantità industriali e messo in commercio, prima di avere verificato se funziona? La sperimentazione fu appunto effettuata nel settembre del ’41 su 3000 prigionieri di guerra russi alla presenza dell’ufficiale delle SS Kurt Gerstein, che si precipitò poi ad informarne il nunzio vaticano, ma gli fu risposto che la cosa non interessava.
        Seconda parte. Certo che è silly l’idea che lo sterminio sia stato deciso a Wannsee! Lo sterminio era stato deciso anni prima! A Wannsee si è discusso sui metodi da utilizzare, dal momento che quelli “artigianali” usati fino a quel momento si erano rivelati inadatti ad eliminare l’intero ebraismo europeo in tempi brevi.

        Replica

        1. Pingback: COMUNICAZIONE DI SERVIZIO | ilblogdibarbara
        2. Simone

        gennaio 22, 2014 alle 23:58 ∞

        Lei, Barbara, non era la destinataria del post.Il post era indirizzato a Giovanni di Matteo

        Sulle sue (di Barbara) affermazioni …”prima della guerra esisteva la formula E, per insetti piccoli (mosche, formiche), D per insetti grossi (scarafaggi), C per i topi”…
        Le riporto i dati Wikipedia…””insetticida cianogenetico,sviluppato originariamente negli anni venti”…ANNI VENTI !
        Dalla documentazione, ampia esistente sono note e documentate solo produzioni di Zyklon A e Zyklon B. Lo Zyklon A era un metil-cianoformato e aveva in comune solo il nome con lo Zyklon B,che è acido cianidrico puro o cianuro di idrogeno o anche “blue di Prussia”, che lo sostituì.
        Zyklon C e Zyklon D furono solo denominazioni temporanee dello Zyklon B, nomi commerciali, impiegate da ditte distributrici.Ciò che variava, nella produzione dello Zyklon B, non era la concentrazione di acido cianidrico, ma il coibente e la sostanza avvisatrice (che poteva essere presente o assente).
        Ciò produceva anche prezzi diversi perciò i distributori di Zyklon B parlavano di Zyklon C, D, E, F.
        Quindi ciò che ha affermato è inesatto.
        Disponibile a rivedere quanto ho scritto, in base a riscontri documentali.
        Il fatti che sia stato creato da un ebreo non ha alcuna rilevanza, qui.

        Successivamente “Barbara” scrive…” La sperimentazione fu appunto effettuata nel settembre del ’41 su 3000 prigionieri di guerra russi alla presenza dell’ufficiale delle SS Kurt Gerstein”…
        Qui abbiamo una forma di “revisionismo” di B verso la pubblicazione ufficiale del Museo dell’Olocausto di Auschwitz che sul numero dei russi scrive per il 3 Settembre 1941…”nelle celle sono fatti entrare circa 600 prigionieri di guerra,
        ufficiali e commissari del popolo russi “…quindi al giorno 16 Settembre si ha notizia che 900 prigionieri di guerra russi sono uccisi col gas.L’uccisione ha luogo nell’obitorio del crematorio 1. 1.500, non 3000.

        Poi “B” afferma…”alla presenza dell’ufficiale delle SS Kurt Gerstein”… Ciò non risulta dalla pubblicazione ufficiale “Kalendarium der Ereignisse im Konzentrationslager Auschwitz-Birkenau 1939-1945“. Mi sa dire dove ha tratto l’informazione su Gerstein? Grazie.

        In ultimo “B” afferma…” Lo sterminio era stato deciso anni prima!”…Qui è necessario intenderci:
        1) se per “deciso” si intende ideato, ma non ordinato, si può accettare, serve solo precisare chi lo abbia deciso, quando, e da cosa si rileva.
        2) Se per “deciso” si intende ordinato ci dobbiamo chiarire chi lo ha deciso/ordinato, a chi venne ordinato, quando venne ordinato, in quale forma.

        Lei da cosa ricava che lo sterminio “era deciso anni prima”?

        La sua ipotesi è incompatibile con la politica comune tra ebrei sionisti e III Reich di emigrazione praticata dal 25 Agosto 1933 fino al 20 Ottobre 1941,oltre 2 anni dall’inizio della guerra, quando venne sospesa. Se era “già decisa”, perchè permettere l’emigrazione? Non ha senso.

        Simone

        Replica

          • blogdibarbara

        gennaio 23, 2014 alle 00:28 ∞

        1. Che cosa significa che non ero io la destinataria? Che per rispondere a un commento in casa mia devo chiedere l’autorizzazione a lei?
        2. Io con Wikipedia sono solita pulirmici il culo; lei ne faccia pure l’uso che crede, ma mi risparmi per favore di presentarmela come “documento”.
        3. L’informazione su Gerstein la ricavo dalla biografia di Gerstein costruita in base alle testimonianze delle persone a cui G. ha parlato della gassazione a cui aveva assistito. Per il numero potrei ricordare male, per il fatto no.
        4. La storiellina degli ebrei che fino al ’41 emigravano col beneplacito dei nazisti la vada a raccontare a sua nonna, se ne ha una sufficientemente rimbambita.
        5. Che lo sterminio era stato deciso anni prima lo ricavo da una bazzecola come il fatto che da anni lo sterminio era in atto, e a quella data ne avevano fatto fuori un buon paio di milioni.
        NON SI ASPETTI ALTRE RISPOSTE AI SUOI DELIRI.

        Replica

            • Simone

        gennaio 23, 2014 alle 01:24 ∞

        Lei, su Gerstein, fa confusione .
        1- La sperimentazione sarebbe avvenuta nel settembre 1941 ad Auschwitz, stando al testo UFFICIALE che ho citato, ma il Gerstein parla del campo di Belzec che avrebbe visitato nella seconda metà di Agosto 1942 e non cita come elemento omicida lo Zyklon B, bensi le emissioni di un motore diesel, quindi Ossido di carbonio.
        Qui, il Gerstein, dichiara di aver visto nella camera a gas di 25 metri quadrati stipate 800 persone, ossia 32 persone per metro quadrato!
        2- L’accordo per l’emigrazione tra ebrei sionisti tedeschi e III Reich è citato da Hannah Harendt nel suo libro e non solo in lei.
        3- La mia precisazione sul “destinatario” era dovuta al fatto che lei aveva frainteso, non al fatto che lei abbia necessità di “autorizzazione”!
        4- Anche La citazione da Wiki era destinata a Giovanni di Matteo
        5- Riguardo a Gestein , lei afferma”testimonianze delle persone a cui G. ha parlato della gassazione”…le persone sono il vescovo Dibelius e il diplomatico svedese von Otter.
        – Il primo parla di rapporto al vescovo di Upsala, ma di questo rapporto nessuno ha mai visto l’oriiginale e anche la copia.
        – Il secondo presunto rapporto scritto da von Otter a Berlino non esiste alcuna traccia documetaria nell’archivio reale di Stoccolma;
        – del presunto rapporto orale di von Otter al governo svedese non esiste alcuna traccia documentaria.
        Quindi TUTTO è rimandato ai “racconti”, ai “ricordi”. Documenti ZERO!

        Vede signora i miei sono solo dei “copiaincolla” di testi UFFICIALI, cito affermazioni UFFICIALI, che lei, evidentemente, non conosce.
        Non interverrò più, è inutile.

        La ragione è sempre perdente coi sentimenti.
        Sim

        Replica

        1. Giorgio Bressan

        gennaio 23, 2014 alle 00:11 ∞

        MI SCUSI BARBARA, CAPISCO LA SUA RABBIA MA E’ CONTROPRODUCENTE CON GLI ELEMENTI NEGAZIONISTI, QUELLI LO FANNO DI PROPOSITO, LE SI INCAZZA, LE SCAPPA LA RABBIA CHE SOPRAFFA’ LA SUA INTELLIGENZA INTELLETTUALE. RISULTATO: ECCO NON SANNO RISPONDERE, NON HANNO ARGOMENTI, ECC.
        MI PAR DI CAPIRE CHE SIAMO COETANEI (HO 61 ANNI, MA NON SI ARRABBI SE CI HO AZZECCATO), BENE QUANDO RICEVE LETTERE COME QUELLE: LE LEGGA, FACCIA UN LUNGO RESPIRO, CI RIFLETTA E SOLO ALLORA TOCCHI LA TASTIERA. A MILANO C’E’ UN EBREO ECCEZZIONALE HAIM BAHARIER. GUARDI I SUOI VIDEO MA SOPRATUTTO ASCOLTI IL SUO MODO DI PARLARE, PENSO LEI POSSA TRASLARLO IN SCRITTURA. CON SIMPATIA SHALOM

        Replica

          • blogdibarbara

        gennaio 23, 2014 alle 00:28 ∞

        Spiacente, “respira a fondo e conta fino a dieci” non è il mio genere.
        A parte questo, non è rabbia: è schifo.

        Replica

        HaDaR

        gennaio 23, 2014 alle 11:08 ∞

        Barbara: codesti ratti da fogna, che sono soliti autocitarsi, non hanno altro scopo che avere i loro deliri in piú pagine web possibili.
        Pubblicarglieli serve solo al loro scopo.
        Io, vista anche l’assoluta mistificazione contenuta in TUTTI gli elementi che portano, mi permetto di suggerirle di cancellarne i deliri: hanno abbastanza milioni di petrodollari da potersi permettere i loro siti e quelli a loro simili, cosí uno sceglie se entrarvi o no.
        Dar loro un palcoscenico anche in altri siti è perdente.

        Replica

         

        Fonte: http://ilblogdibarbara.wordpress.com/2014/01/13/camere-a-gas/#comment-10214

Note:

1) Il testo è stato tagliato nelle parti superflue, assolutamente irrilevanti e diversive, utili solo a sollevare un polverone atto a coprire l’incapacità di rispondere alla semplice richiesta della blogger “Grazia” . Il testo completo è disponibile al seguente link: http://ilblogdibarbara.wordpress.com/2014/01/13/camere-a-gas/

______________

seguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito dal 2/8/13 i commenti sono chiusi. N.B. Sono graditi segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. Foto, evidenziazione, grassetto, colorazione, titolo di apertura, non sono parte del testo originale. Per  contattarci…  olodogma@gmail.com .   QUI  TUTTI gli articoli di Olodogma . Torna alla PAGINA INIZIALE