«

»

Dic 24

0518 – Il prof. Valvo,l’assoluzione,le teorie revisioniste “aberranti e risibili “.Inchiesta sul giudice Maria Cristina Muccari?

.

Il prof. Roberto Valvo è stato assolto dopo 5 anni di “torture” mediatiche e misure amministrative, sospensione per sei mesi dall’insegnamento. Il 23.12.2013 sono apparsi su “Repubblica” stralci delle motivazioni della sentenza. Abbiamo selezionato alcuni punti dell’articolo che commenteremo brevemente. A cappello dell’articolo il sito che si propone come (unico) obiettivo di “assicurare al pubblico un’informazione corretta su Israele”  scrive che…” una inchiesta sul giudice  Muccari ci pare doverosa e urgente“.  In blue i commenti di Olodogma.  

________________________L’articolo____________________________

valvoassoluzione,informazionecorretta,sitosionista,inchiestasu giudice,punizione,ricatto23.12.2013

Riprendiamo da REPBBLICA di oggi, 23/12/2013, a pag.27, con il titolo “Il prof. negò la Shoah ma non fu propaganda” l’articolo di Francesco Salvatore  a commento della sentenza che manda assolto il prof. romano Roberto Valvo, non fu nezionismo, ma ” con gli studenti solo una conversazione informale”.
L’esimio giudice Maria Cristina Muccari, che ha trovato “asettico” il modo di esprimersi del prof.  Asettico ? Ecco quanto ha detto ai suoi studenti “
inizia a parlare minimizzando il numero di vittime

Una "prova" dello "sterminio ebraico"  accettata a Norimberga,  documento USSR-008, un falso clamoroso!

Una “prova” dello “sterminio ebraico” accettata a Norimberga, documento USSR-008, un falso clamoroso!Click per ingrandire

( Onestamente e correttamente il Prof. Valvo fece osservare che tale “numero”…“era stato oggetto di contestazione da parte di storici non negazionisti”! Facciamo presente, a tale proposito, che la storiografia standard sterminazionista NASCE al processo di Norimberga con le “prove”, accettate dalla corte, prodotte dagli stati vincitori la II^ GM! In questo caso specifico col documento URSS 008, detto “Lysenko” che alleghiamo, dove si scrisse CHIARAMENTE che i “morti accertati” erano  “5.121.000”, ridotti successivamente, in base a misteriosi coefficienti correttivi, a “NON MENO DI 4.000.000″.

Merita  ricordare anche la stima del giudice polacco Sehn…«Questo testimone (Fr. Stanek) dichiarò che nel corso di tre anni, nello stesso periodo 1942-1944 giunsero ad Auschwitz in trasporti ferroviari 3.850.000 detenuti. Se consideriamo i restanti anni di esistenza del campo e i numerosissimi trasporti con autocarri, il numero delle vittime del campo di Auschwitz ammonta effettivamente a circa 5.000.000 » (Sehn, Obóz koncentracyjny i zagady Oswiecim, in: Biuletyn Gównej Komisji Badania Zbrodni Niemieckich w Polsce. Poznan1946, p. 128)

La prima targa di Auschwitz:  la menzogna dei 4.000.000 di Norimberga è ufficiale! Targa "pensionata" nel 1990! Cliccare per ingrandire.

La prima targa di Auschwitz: i 4.000.000 di Norimberga sono  ufficiali . Targa “pensionata” nel 1990! Click per ingrandire.

Tale numero fu tanto ufficiale che venne scolpito sulle lapidi commemorative nel “museo di Auschwitz” (che riproduciamo) e restò valido fino al 1990, quando le targhe vennero eliminate e sostituite con altre “aggiornate” e volutamente SBAGLIATE, quindi FALSE ! Perchè fù fatto?

Semplice!

La ricerca storica sterminazionista standard sapeva che ad Auschwitz erano entrate circa 1.300.000 persone in TOTALE, quindi ogni numero superiore a 1.300.000 era una FALSIFICAZIONE, senza ombra di dubbio! Diamo qualche esempio a supporto di quanto da noi, qui, affermato ed a supporto di quanto affermato dal Prof. Valvo :

1) L’ebreo,ex-internato, Georges Wellers addusse, negli anni ’80  «nuove cifre» , esattamente: 1.613.455 deportati e 1.471.595 morti (contro i 4.000.000 “uficiali”).

2) L’ebreo van Pelt riporta la statistica dello storico ebreo  Gerald Reitlinger: 840.800 deportati ad Auschwitz, di cui sarebbero stati gasati tra 550.000 e 600.000, più una parte sconosciuta dei 300.000 detenuti immatricolati morti (R. J. van Pelt The Case for Auschwitz. Evidence from the Irving Trial, p. 107)

3) Franciszek Piper, del Dipartimento per le Ricerche Storiche del Museo di Auschwitz,  ha stabilito che, ad Auschwitz,  furono deportati (in cifra tonda) 1.095.000 Ebrei, per un totale di 1.300.000 persone.(F. Piper, Die Zahl der Opfer von Auschwitz, Verlag Staatliches Museum in Auschwitz, 1993)

4) Lo storico ebreo hilberg raul stimava a più di 1.000.000 il numero degli Ebrei morti ad Auschwitz e a “forse 300.000” quello dei non ebrei, senza spiegare come li aveva calcolati!

5) Il ricercatore storico francese Jean-Claude Pressac aveva stimato, per Auschwitz, un numero di morti  pari a 631.000 (J.C. Pressac, Le macchine dello sterminio. Auschwitz 19411945, p. 173)

6) L’ebreo fritjof meyer, capo redattore del “Der Spiegel”, nel 2002, ha “accertato” 510.000 morti totali, di cui “solo” 356.000 pretesamente gasati, per Auschwitz.

In sintesi abbiamo citato 6 fonti, di cui 4 “ebraiche” e 2 goyish che hanno ridotto , “minimizzato”, la fantastica, fabulatoria, narrazione standard sterminazionista!

Il Prof. Valvo ha, quindi, detto solamente la VERITA’ NOTA, MA NON DIVULGATA… (NON RENDE…NON PROVOCA EMOZIONI! NON PROVOCA il “giusto” SENSO DI COLPA negli “stolti goyim”… senso di colpa preteso da chi pensa di poter dettare legge sulla terra intera e per sempre!), incontestabilmente!

e aggiungendo che “i video dei campi di concentramento sono stati girati al termine della guerra da registi come Hitchcock

Riportiamo:

….”gli anglo-americani ripresero molte sequenze, soprattutto a Bergen-Belsen.
Le immagini furono poi affidate ad Alfred Hitchcock perché le montasse”…(Fonte: http://www.gliscritti.it/approf/shoa/sh_doc/vocap12.htm) ... “”Nel 1978, mentre stavo svolgendo una ricerca nell’ archivio di Stato, mi sono imbattuto in alcune indicazioni che riguardavano un film documentario al cui montaggio aveva lavorato come supervisore Alfred Hitchcock. Si trattava di materiale filmato sul campo di concentramento di Belsen”… (Fonte: http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1984/04/21/olocausto-dal-vero.html)

Quindi il Prof. Valvo ha detto la verità!

bombardamento_lager_vittime_internati_Cadaveri di internati nel lager di Nordhausen

Bombardamento nel lager di Nordhausen i cadaveri degli internati, esibiti dagli alleati

e i cumuli di cadaveri nei filmati non sono verosimili, altrimenti gli ufficiali nazisti non avrebbero potuto sopportarne l’odore“.

Non sappiamo, con certezza, se quest’ultima frase sia stata pronunciata dal Prof. Valvo perchè molto più semplicemente non era una questione di “odore”, bensì di igiene, di prevenzione del tifo ed altre malattie infettive sempre presenti e diffuse nel sistema concentrazionario tedesco! In verità anche il nauseabondo gas prodotto dalla

Bergen-Belsen-lager-1945, cartello apposto dagli alleati

Bergen-Belsen-lager-1945, cartello apposto dagli alleati

decomposizione/putrefazione dei cadaveri era un valido motivo di non sopportazione da parte dei responsabili  tedeschi dei campi! In ultimo non si è tenuto conto del particolarissimo periodo in cui la mortalità, per l’epidemia di tifo nel campo di Bergen Belsen ( che perennemente ci viene propinato in filmato), era altissima, tanto da costringere il comando alleato a bruciare tutto, come dimostrato dalle foto alleate

Bergen-Belsen concentration camp is burned to the ground by British soldiers - typhus. Germany, May 21, 1945.

Bergen-Belsen concentration camp is burned to the ground by British soldiers – typhus. Germany, May 21, 1945.

dell’epoca che alleghiamo, nell’ultima lasciamo anche la didascalia originale “Bergen-Belsen concentration camp is burned to the ground by British soldiers – typhus. Germany, May 21, 1945” !

Amministrare la giustizia non è il nostro compito,

ma una inchiesta sul giudice  Muccari ci pare doverosa e urgente.

Si resta allibiti di fronte ad affermazioni del genere, se fatte da un revisionista, con molta probabilità,  lo avrebbero portato sul banco degli imputati di un qualche reato. Ci resta incomprensibile, ma è senz’altro ( anzi sicuramente) una tara di noi stolti goyim, il motivo per cui dovrebbe essere aperta una indagine su un giudice che, in pratica, ha preso atto (anche se non ammesso) che il Prof. Valvo ha SOLO riportato ciò che da decenni è ammesso dagli storici sterminazionisti, ma opportunamente non viene divulgato!

prof.valvoil prof. negazionista, giustamente sorridente, grazie alla giudice Maria Cristina Muccari

Ecco l’articolo:

ROMA— È stata una semplice “conversazione informale e personale” quella tra il professore Roberto Valvo e una sua studentessa di origine ebraica…
Sebbene Valvo “abbia esplicitato le sue teorie negazioniste, carpendo in classe anche l’attenzione di un secondo studente”, ciò non è stato giudicato “sufficiente a integrare la condotta di propaganda”. Reato che sussiste, secondo il magistrato, nei casi in cui si vada “oltre la manifestazione di un personale convincimento ad un singolo o a un numero ristretto di interlocutori”… “nel riportare le teorie negazioniste dell’Olocausto, certamente aberranti e risibili sotto il profilo storico e culturale, lo ha fatto, però, con modalità del tutto asettiche.

Definizioni dal vocabolario di aberranti e risibili :

– Aberrante: “Che devia dalla norma, dalla media”

– Risibile: “Che suscita il riso, la derisione; ridicolo, irrisorio”

Stando a quanto scritto sul giornale  “REPBBLICA di oggi, 23/12/2013, a pag.27(l’errore è nell’originale), riportato dal sito sionista e alle PROVE a sostegno delle affermazioni del Prof. Valvo, da noi prodotte… DOVE sarebbero “aberranti” quelle affermazioni, se NON esiste più alcun storico standard mentecatto che riconosca come corrette e rispondenti alla realtà i NUMERI UFFICIALI di Norimberga ? Chi “devia dalla norma” è la storiografia ufficiale! Anzi sbanda paurosamente da 9.000.000 a 356.000 ! Il Prof. Valvo ne mise a conoscenza l’alunna, semplicemente! Andrebbe premiato, pubblicamente!

Accertato che il Prof. Valvo ha solo riportato dati “ufficiali”… cosa “suscita il riso, la derisione“? Quanto affermato dalla storiografia sterminazionista?

Non ha utilizzato termini indicativi della superiorità del popolo ariano né ha manifestato odio verso quello ebreo”…

shlomo-sand-invenzione-popolo-ebraicoDove sia questo “popolo ariano” non è dato sapere! Ancor meno dove sia “quello ebreo” che per ammissione dell’ebreo israeliano Shlomo Sand è semplicemente, propagandisticamente, stato inventato! Si legga a tale proposito “L’ Invenzione del popolo ebraico(http://rizzoli.rcslibri.corriere.it/libro/4451_l_invenzione_del_popolo_ebraic_sand.html) ! Come può un “popolo” non delimitato, connotato, riconosciuto, inventarsi una superiorità su un “popolo” che è stato “inventato”?

«Al di là delle motivazioni specifiche è un’ulteriore dimostrazione che in Italia c’è bisogno di confini legislativi più rigidi per combattere il negazionismo della Shoah — ha commentato Ruben Della Rocca, assessore alle relazioni istituzionali della comunità ebraica di Roma — È arrivato il momento che il nostro paese si adegui alle normative europee, come hanno già fatto altri paesi del vecchio continente».

$$$_ legge_anti_revisionismo_negazionismo_pacifici_comunitàebraica_usuraQui siamo al vero “target”: strappare, magari coll’espediente della “sede deliberante, o magari sull’onda emotiva di avvenimenti del millennio passato, uno straccio di legge contro il “negazionismo”! Quel “negazionismo” che ha fornito al Prof. Valvo gli elementi per le sue INDISCUTIBILI affermazioni! …e che il giudice NON ha trovato degne di condanna! Questa posizione censoria e liberticida della libertà di espressione, accantonata ed inutilizzabile, è ormai confinata in pochi soggetti e rifiutata, con motivazioni diverse, dalla comunità degli storici, giornalisti, liberi pensatori, ebrei e non!

La vicenda risale all’ottobre del 2008…La giovane… gli chiede lumi sull’Olocausto. A quel punto l’insegnante, secondo il racconto della ragazza, inizia a parlare minimizzando il numero di vittime … Il docente, interrogato, aveva detto che il numero di vittime “era stato oggetto di contestazione da parte di storici non negazionisti”. Poi aveva spiegato “che molti documenti dell’Olocausto erano stati secretati

robert kempner,norimberga,processoSenza ombra di dubbio dalle 1100 tonellate di documentazione originale tedesca che venne sequestrata/rubata dagli alleati vennero scelti circa 2500 documenti UTILI all’ ACCUSA per condannare i dirigenti tedeschi, il resto rimase secretato per 50 anni ed una infinità di documenti lo sono ancora.

Non solo!

Ci fu chi pensò bene di far sparire il “Diario di Rosenberg” e “un numero indeterminato di documenti” a Norimberga, esattamente da parte dell’ebreo kempner robert,  procuratore  USA a Norimberga! 

e che da sempre venivano riproposti servizi cinematografici senza alcuna rilevanza probatoria, che tendevano a valorizzare l’aspetto emozionale della vicenda”.

(Fonte: http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=4&sez=120&id=51786)

_______________

seguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito, dal 2/8/13 i commenti sono chiusi. N.B. Sono gradite segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. Foto, evidenziazione, grassetto, colorazione, titolo di apertura, non sono parte del testo originale. Per  contattarci…  olodogma@gmail.com .   QUI  TUTTI gli articoli di Olodogma . Torna alla PAGINA INIZIALE