«

»

Ott 23

0440 – l’AIMH, Alleanza internazionale per la memoria dell’Olocausto: definizione pratica di negazione e distorsione dell’olocausto

ARROGANZA TANTA, CHIAREZZA NULLA!

175 “esperti”, non è precisato in cosa, universitari e responsabili di ogni dove, rappresentanti 31 stati 
4 stati osservatori  
6 organizzazioni osservatrici permanenti

!SHOAH,è,UNA,TRUFFA,EBREI,DIMERDA,SOLDI,MENZOGNAriuniti, quindi spesati completamente, dal 6 ottobre al 10 ottobre 2013 a Toronto per trattare di olocau$to ebraico e sua negazione /minimizzazione… hanno “dimenticato” di precisare, in apertura, di che cosa stessero parlando, quindi senza definizione del motivo conduttore, BLATERANDO sul nulla! Tanti luminari hanno “dimenticato” di precisare cosa si dovesse intendere con “realtà storica” ,”ampiezza”  del preteso sterminio degli ebrei , numero delle pretese vittime dell’ olocau$to,  fonti sicure ,  “concepita“! Capiamo bene quanto siano IMPOTENTI  davanti a questo compito di correttezza formale e sostanziale… a CHI, quale storico, a COSA appellarsi nelle definizioni di “olocau$to” , numero dei morti, ideatore  e ordinantore dello “sterminio” ? NULLA come se questi problemi base non esistessero! Si danno per chiariti ed assunti, al pari della “realtà” che il Sole si sia fermato per consentire all’ebreo Giosuè di sterminare i suoi nemici! Giustamente qualcuno ha osservato che la fabulazione olocau$tica sarà l’ultimo libro della Bibbia ! In ultimo si apprende quale sarà la direzione principale del persorso necessario per tentare di uscire dal pantano in cui si sono cacciati i fabulatori olocau$tici…dirottare ogni ragionamento, articolo di stampa, libro sul tema dell’antisemitismo che è terreno di pascolo esclusivo, senza rischi di indagini, contestazioni numeriche o testimoniali, riscontri tecnici! Pubblica ammissione del fallimento totale della olonarrazione standard e della resa davanti alle argomentazioni storiche del “nemico” revisionista !!! …ma il cane non muove la coda per nulla… tra le righe si legge che il vero motivo di tanto fumo negli occhi era la RACCOLTA FONDI per il mantenimento della elefantiaca e parassitaria struttura di mezze maniche, accompagnatori olo-turistici, “impiegati della memoria“, a supporto delle basi fondanti il NWO e del ghetto ebraico di occupazione della Palestina! Soldi e propaganda, null’altro! Come sempre. Un precedente articolo, sullo stesso tema AIMH-Canada-Truffa di Auschwitz, si ha cliccando QUI.  Olodogma

$$$_ goldmann_nahum_ebrei_raccogliere_soldi_protestare

..
_____________________Le notizie_______________________
.
I
.
.

L’Alleanza internazionale per la memoria dell’Olocausto (AIMH) chiude delle fruttuose  riunioni in Canada

OTTAWA, 21 ottobre 2013 /CNW/ – Il ministro del Multiculturalismo,Jason Kenney, ha annunciato che i membri dell’Alleanza internazionale per la memoria dell’Olocausto (AIMH), riunita a Toronto nel quadro di un incontro diretto dal Canada, si sono accordati su una definizione pratica della negazione e della distorsione dell’Olocausto.

Sono molto contento dei progressi realizzati alle riunioni dell’AIMH, che dimostrano l’impegno del governo del Canada verso le attività di commemorazione, di ricerca e di sensibilizzazione relativa all’Olocausto, – ha affermato il ministro Kenney.- Gli obbiettivi che il Canada si era prefisso iniziando il suo anno di presidenza all’AIMH erano ambiziosi e sono felice che siamo riusciti a fare progredire degli importanti dossier.”

Durante l’incontro dell’AIHM a Toronto, sono stati realizzati importanti progressi per quanto riguarda l’istituzione di una definizione pratica della negazione e della distorsione dell’Olocausto , che fa riferimento ad ogni tentativo di affermare che l’Olocausto non ci sia stato, e può includere il fatto di negare o mettere in dubbio pubblicamente l’utilizzo dei principali meccanismi di distruzione o il carattere intenzionale del genocidio che ha colpito il popolo ebreo. Inoltre secondo la definizione, la negazione dell’Olocausto sotto diverse forme è un’espressione di antisemitismo.

[ Anche qui manca la definizione ufficiale di “antisemitismo”, noi riportiamo il giudizio di un ebreo DOC, levi primo, KL-Auschwitz-Monowitz Häftling numero 174.517, su tale termine:   …”l’avversione contro gli ebrei, IMPROPRIAMENTE detto antisemitismo“…
  ( levi primo, pag.170 de  Se questo è un uomo, Einaudi 2009 )…sbagliava il levi primo? ]

L’AIMH è un organismo intergovernativo, la cui amministrazione è fondata sul consensus, e raggruppa esperti e rappresentanti di 31 paesi. Ha come mandato quello di incoraggiare ovunque nel mondo le attività di sensibilizzazione, di commemorazione e di ricerca
riguardanti l’Olocausto, e di fare valere l’aspirazione comune degli esseri umani  alla reciproca comprensione e alla giustizia per tutti.
Hanno permesso a più di 175 esperti, universitari e responsabili di ogni dove, rappresentanti 31 paesi membri, quattro paesi osservatori e sei organizzazioni osservatrici permanenti, di discutere insieme sull’Olocausto come problema attuale.  Come visitatori speciali hanno
assistito alle riunioni i rappresentanti dell’Ucraina, dell’Australia e dell’Uruguay.
Il Canada ha aderito all’AIHM nel 2009 e ne è stato nominato presidente nel 2013. Presiederà l’AIHM sino al marzo 2014.
Fonte: http://www.newswire.ca/fr/story/1246093/l-alliance-internationale-pour-la-memoire-de-l-holocauste-aimh-conclut-des-reunions-fructueuses-au-canada

_____________________________________________________________

abbuffata

II

Definizione pratica della negazione e della distorsione dell’Olocausto

Punto suggestivo dell’anno della presidenza del Canada nell’Alleanza internazionale per la memoria dell’Olocausto (AIHM), delle riunioni di lavoro semestrali hanno avuto luogo dal 6 ottobre al 10 ottobre 2013 a Toronto, riunendo più di 175 esperti, universitari e responsabili del mondo intero. Le riunioni si sono concluse con una seduta plenaria, in cui i partecipanti si sono accordati su alcune questioni importanti, tra cui la definizione pratica della negazione e della distorsione dell’Olocausto, che aiuterà il Canada nel raggiungere il suo obbiettivo, quello di combattere l’antisemitismo precisando in cosa consiste questo persistente problema.

Cos’è la negazione dell’Olocausto?

“ Definizione pratica della negazione e della distorsione dell’Olocausto”

( In una sede di definione…parlano di olocau$to ma non ne danno la definizione!..Perchè? … di che cosa parlano? Del Sarchiapone? )

– La presente definizione è espressione della coscienza del fatto che la negazione e la distorsione dell’olocausto devono essere contestate e denunciate a livello nazionale e internazionale, e devono essere oggetto di un esame a livello mondiale. L’AIHM ha adottato la seguente definizione pratica della negazione e della distorsione dell’Olocausto.

La negazione dell’Olocausto è un discorso e una propaganda che negano la realtà storica e l’ampiezza (inprecisate) dello sterminio degli Ebrei effettuato dai nazisti e dai loro complici durante la seconda guerra mondiale. Sterminio conosciuto con il nome di Olocausto o Shoah.

La negazione dell’Olocausto  designa appositamente ogni tentativo di affermare che l’Olocausto o la Shoah non abbia avuto luogo.
La negazione dell’Olocausto può consistere in particolare nel negare o nel mettere in dubbio pubblicamente l’utilizzo dei principali meccanismi di distruzione (come le camere a gas, le fucilazioni, la privazione di cibo e la tortura) o il carattere intenzionale del genocidio del popolo ebreo.

La negazione dell’Olocausto nelle sue diverse forme è un’espressione di antisemitismo. Ogni tentativo di negare il genocidio degli Ebrei è un tentativo di scagionare il nazismo e l’antisemitismo da ogni colpevolezza o responsabilità nel genocidio del popolo ebreo.

Tra le forme di negazione, il fatto di accusare gli Ebrei di esagerare l’ampiezza della Shoah o di averla inventata per fini politici o finanziari, come se fosse il risultato di una cospirazione fomentata dagli Ebrei. In questo caso, l’obiettivo è di biasimare gli Ebrei e di legittimare ancora una volta l’antisemitismo.
Gli obiettivi della negazione dell’Olocausto sono spesso la riabilitazione di un antisemitismo chiaramente affermato, e la promozione di ideologie e di condizioni politiche propizie
all’apparizione dello stesso tipo dell’avvenimento che negano.

Cos’è la distorsione dell’Olocausto?

La distorsione dell’Olocausto designa:

1.      Gli sforzi intenzionali per giustificare l’Olocausto o i suoi principali elementi, in particolare i collaboratori e gli alleati della Germania nazista, o nel minimizzarne l’impatto;
2.      Una minimizzazione flagrante del numero di vittime dell’Olocausto in contraddizione con le fonti sicure;
3.      Ogni tentativo di rimproverare agli ebrei di essere la causa del genocidio di cui sono state vittime;
4.      Le dichiarazioni che presentano l’Olocausto come un avvenimento storico positivo. Non negano l’Olocausto, ma vi sono intimamente legate come forma radicale di antisemitismo. Possono sotto intendere che l’Olocausto non sia andato abbastanza lontano dalla realizzazione del suo obbiettivo di essere la “soluzione finale alla questione ebrea”;
5.      Ogni tentativo di attenuare la responsabilità per la creazione dei campi di concentramento e della morte concepita e diretta dalla Germania nazista gettandone la responsabilità su altre nazioni o gruppi etnici.

Ecco alcune notevoli decisioni prese nella seduta plenaria:

•       Adozione di una definizione pratica della negazione e della distorsione dell’Olocausto, che aiuterà il Canada nel raggiungere il suo obbiettivo di combattere l’antisemitismo precisando in cosa consista questo problema persistente;
•       Avanzamento del piano di lavoro pluriennale per mezzo di finanziamento supplementare accordato per condurre ricerche sui siti dove hanno avuto luogo gli assassinii dell’Olocausto fuori dai principali campi della morte, avere accesso agli archivi dell’Olocausto e avere la capacità di organizzare delle attività per commemorare il giorno del Ricordo;
•       La creazione di un Fondo Yehuda Bauer che mira a riconoscere una proposta eccezionale sottoposta attraverso il Programma di sovvenzioni dell’AIHM ogni anno.
•       La seduta plenaria comprendeva anche una discussione per stabilire dei legami con dei nuovi paesi e per l’accresciuta collaborazione con i partners internazionali permanenti.
•       Unitamente con la riunione semestrale, delle attività si sono svolte dal 6 al 10 ottobre con degli organismi comunitari per sostenere la commemorazione dell’Olocausto. Una conferenza universitaria si è tenuta all’Università di Toronto e ha permesso di riunire 24 esperti (dell’America del Nord, dell’Europa, d’Israele, dell’Australia e dell’Argentina) e di presentare delle nuove ricerche relative all’Olocausto.
•       Il 7 ottobre, l’organismo B’nai Brith Canada ha organizzato un ricevimento al Foro dell’Alto Canada dove il Ministro Uppal ha annunciato il lancio della Guida di ricerca sui fondi documentari legati all’Olocausto di Biblioteca e Archivi del Canada (BAC). Questo progetto, appoggiato dal governo del Canada, cataloga le vaste risorse sull’Olocausto detenute dal BAC. Queste risorse sono essenziali per tutti coloro che desiderano saperne di più su questo orribile crimine contro l’umanità. Saranno particolarmente utili agli insegnanti ovunque in Canada che vogliano inculcare ai più giovani un impegno verso il principio secondo il quale “mai più” una cosa tale debba riprodursi.
L’8 ottobre, il ministro Kenney ha partecipato ad una cena di gala per i partecipanti dell’AIHM e organizzato dalla Canadian Society for Yad Vashem, dove le famiglie Kottelengberg e De Jongh erano presenti. Gert Jan, Jan Kottelenberg e Maria e Barend de Jongh si sono visti consegnare, a tiolo postumo, la medaglia e il certificato Yad vashem per i giusti tra le nazioni per il loro incredibile eroismo e il loro coraggio morale nell’aver salvato la vita degli Ebrei durante
l’Olocausto.
Il 10 ottobre, durante un evento in onore di persone che offrono insegnamento sui sopravvissuti dell’Olocausto organizzato in collaborazione con Sarah and Chaim Neuberger Holocaust Education Center, il ministro Kenney ha annunciato che il governo del Canada accorderebbe 800.000 $ a quattro organizzazioni per l’esecuzione di progetti che mirino a preservare le testimonianze dei sopravvissuti dell’Olocausto, perché le loro storie possano essere ascoltate dalle generazioni future. Il 9 ottobre, il ministro ha anche annunciato  il vincitore del Premio di eccellenza per l’educazione sull’Olocausto, ad un insegnante di Toronto, Scott Masters.
Per più informazioni sul partenariato Canada e l’AIHM (partinariat entre le Canada et l’AIMH.)
•  Fonte: : http://www.cic.gc.ca/francais/ministere/media/documents-info/2013/2013-10-21b.asp

Traduzione a cura di GV per Olodogma. I testi originali si trovano ai links segnalati.

______________________

A seguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito dal 2/8/13 i commenti sono chiusi.
N.B. Sono graditi segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. Foto, grassetto, corsivo, sottolineatura, evidenziazione, titolo di apertura, non sono parte del testo originale. Per contattarci… olodogma@gmail.com .  QUI  TUTTI gli articoli di Olodogma . Torna alla PAGINA INIZIALE