«

»

Ott 07

0412 – Nuovo attacco contro la libertà di espressione del revisionista Frank Brunner

Frank Brunner era  stato arrestato il 13 giugno 2013 e rilasciato il giorno della sua condanna, il 31 luglio 2013. Lui è determinato a fare appello. Nel frattempo ha pubblicato il seguente articolo…che viene tradotto da GV  e pubblicato…

frank,brunner,general.info

 2 ottobre 2013

La israel-lobby : attacco contro la libertà di espressione (23 ° parte)

Gli internauti sanno che in data 31 luglio 2013, a Ginevra, in seguito ad una procedura penale intentata dal Coordinamento intercomunitario contro l’antisemitismo e la diffamazione (CICAD), Il tribunale di polizia mi ha condannato a sei mesi di prigione con sospensione della pena, per discriminazione razziale ( per il fatto di criticare gli ebrei e di contestare la veridicità della loro storia di genocidio ); calunnia (il mio avvocato dell’epoca, Pierre Bayenet, si è deliberatamente astenuto dal trasmettere al tribunale le prove che avevo accumulato della veridicità del contenuto dei testi controversi ); rifiuto di sottomettermi ad una decisione di giustizia (mi sono rifiutato di sopprimere degli articoli pubblicati sul sito  site interet-general.info malgrado la decisione del Tribunale di 1°istanza di Ginevra) e per aver impedito l’adempimento di un atto ufficiale

( ho sputato sul viso di una procuratrice

che mi aveva imposto una perquisizione personale che non giustificava nulla ). Le motivazioni della sentenza mi sono appena arrivate.
Per non aver prodotto in tribunale le prove della veridicità dei miei scritti, questi sono sistematicamente ritenuti come menzogneri, persino calunniosi. Seguendo questa logica, il tribunale, lontano dall’ammettere che ci sia un interesse pubblico nel denunciare l’operato delle lobby ebree ( fanatico sostegno a Israele, corruzione degli eletti di ogni parte, campagne islamofobiche, campagne di persecuzione, ecc…) il tribunale considera che niente di tutto questo sia vero. Sempre seguendo questa logica, io non avrei altra volontà se non quella di calunniare, di incitare all’odio per gli ebrei, di dire male della CICAD, e le mie critiche si riassumono con la diffusione di una “ideologia”nemmeno precisata
E’ un po’ come se avessimo a che fare con un giudice persuaso che l’Unione Sovietica sia il paradiso dei lavoratori. Partendo da questo presupposto, considera che ogni denuncia dei processi staliniani, del gulag ecc…sia menzognera. Quindi, quelli che denunciano questo non avrebbero altra motivazione se non la volontà di calunniare, d’incitare all’odio per i Sovietici e di propagare un’ideologia. Assurdo.
Naturalmente faremo appello contro questo giudizio grottesco e questa volta, trasmetteremo al tribunale le numerose prove della veridicità del contenuto di tutti i testi controversi.

                                                                                                                                     Frank BRUNNER

Fonte : http://www.interet-general.info/spip.php?article18761&var_mode=calcul

________________________

A seguito di una  sentenza , a tutela di utenti/sito dal 2/8/13 i commenti sono chiusi.
N.B. Sono graditi segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. Foto, grassetto, corsivo, sottolineatura, evidenziazione, titolo di apertura, non sono parte del testo originale. Per contattarci… olodogma@gmail.com .  QUI  TUTTI gli articoli di Olodogma . Torna alla PAGINA INIZIALE