0241 – La persecuzione di David Cole, ebreo revisionista, che svelò in video la Menzogna di Auschwitz

David Cole: mea culpa ( di un ebreo revisionista ) ! 

Il”caso” David Cole o del come si “rieduca” olocau$tianamente !

 

David Cole Intervista il Dr. Franciszek Piper

David Cole Intervista il Dr. Franciszek Piper

David Cole era un giovane ebreo appassionato di Storia, fece scalpore il suo video-intervista al direttore del “museo” di Auschwitz, tale Franciszek Piper.
Nel video si vede il funzionario comunista Piper ammettere le manipolazioni all’interno e all’esterno del Krematorium 1 di Auschwitz ( nella pretesa Gaskammer), eseguite nel 1948.
Automaticamente il Cole divenne un …”ebreo che odia se stesso” !
I video di Cole produssero, e producono, sconcerto tra le fila degli olocredenti e misero in crisi l’olovangelo sterminazionista.
Occorreva riportare , con OGNI mezzo l’oloateo Cole nel solco della più conforme olocredulità.
L’articolo sotto riprodotto rivela la olopericolosità ( per la Holocau$tica Religio) del Cole, senza mezzi termini si OFFRONO $oldi per avere l’indirizzo del Cole, a quale scopo serva tale indirizzo non è detto, ma, considerata la furia dell’articolo non è difficile immaginarlo. David Cole registrò il suo

Copia-cache della lettera alla JDL. Cliccare sulla foto per ingrandirla

Copia-cache della lettera alla JDL. Cliccare sulla foto per ingrandirla

video nel 1992… 4 anni dopo (1996), ricevette la lettera di minacce presentata online sul sito della JDL, la lettera è ancora consultabile al link: http://web.archive.org/web/19970603092508/http://www.jdl.org/Traitor_amer.html
Il threat contro Cole rimase sul sito della JDL dal 1994 al 1997.


Su tale JDL forniamo due informazioni assolutamente anti-revisioniste e anti-nazzzzziste :

- l’FBI sul suo sito aveva definito la JDL come:…“Jewish Defense League: A “right-wing terrorist group”, according to the FBI”…. [ [http://www.fbi.gov/publications/terror/terror2000_2001.htm FBI] (il link è stato disattivato!) . 

– L’ “Anti-Defamation League of Bnai Brith in the United States openly condemns the JDL on its website (http://www.adl.org/extremism/jdl_chron.asp)”.

La pagina, opportunamente, non è più visibile (14-5-2013) ma può essere letta al link: http://web.archive.org/web/19970603092508/http://www.jdl.org/Traitor_amer.html , vedi anche la foto sopra]… ogni ulteriore informazione è superflua. Questi gli antefatti, ora passiamo alla prima reazione degli  “eletti socididio”…

________↓_________Lettera di tale robert j. newman sul “caso” Cole_________↓________

David Cole : Un traditore mostruoso

di Robert J.Newman

Egli è riuscito a muovere le creduli masse con l’odio, la menzogna e l’ inganno.Come un serpente vile e menzognero, che striscia da un luogo oscuro ad un altro, egli diffonde il suo veleno sulle vittime innocenti. Questo è David Cole, che va orgoglioso della sua diabolica professione : negatore dell’olocausto di sei milioni di ebrei. Cole è un giovane ebreo con un piano demoniaco : alterare la storia e negare i fatti documentati.Questa specie di ebreo è un mostro ripugnante ed orribile.

David Cole Intervista la guida di Auschwitz Alicia

David Cole Intervista la guida di Auschwitz Alicia

Egli procede spalla a spalla con i criminali neonazisti che compiono le loro malvagie prodezze per Hitler e che, ad oggi, continuano a diffondere l’antisemitismo sotto le mentite spoglie del negazionismo revisionista olocaustico.
Che cos’è (sic) David Cole ? E’ un morbo? E’ una malattia mentale?
Cole è solamente un parassita umano che si avvinghia al suo fervente sostegno nazista e agli amici che sostengono le sue idee di tutto cuore ?
Dopo tutta questa Cole-mania che i media hanno sfruttato, non pensate sia giunto il momento di gettare questo putrido essere infetto nel cesso con tutte le sue menzogne?
Senza David Cole non cesserà certamente l’odio contro gli ebrei, ma sarà stato eliminato un pericoloso parassita, veicolo di malattie, dalla società.
David Cole deride il suo stesso popolo.
Egli è fiero di sé nel vedere la sofferenza dei sopravvissuti all’olocausto.
Egli ride e gongola quando qualcuno menziona le parole Auschwitz, camere a gas e crematori.
Il negazionismo di Cole è in realtà il rifiuto del suo stesso popolo.
Egli odia il fatto di essere nato ebreo.
Ma più di ogni altra cosa il suo rifiuto è un immenso crimine contro l’umanità.
Questo spregevole animale è più esecrabile di Julius Streicher e di Joseph Goebbels.
Egli è più malvagio perchè è un ebreo!
Questo patetico surrogato di essere umano è uno sleale neonazista che tradisce il suo stesso popolo ebreo.

Un mostro malvagio come questo non merita di vivere su questa terra.

Tutti gli articoli che sono stati scritti sulla sua vita servono solo ad incoraggiare Cole a nutrire, sempre più, il suo ego malato mettendo in evidenza il suo stile di vita depravato.
Cole è un abominevole psicopatico che deve essere fermato.
La parola “revisionismo” è un insulto diretto alla comunità ebraica, ai sopravvissuti all’olocausto e alla memoria di milioni di ebrei assassinati.
Ed è, principalmente, offensiva per noi ebrei che non riusciamo a stritolare questi degenerati nazisti negatori dell’olocausto.
Esattamente come dobbiamo sbarazzarci del mostro Cole, dobbiamo anche cancellare la parola revisionismo dal nostro dizionario.
Questa orrenda parola ed anche David Cole, devono essere eliminati definitivamente.
Non ci sono discorsi.
Non abbiamo bisogno di ulteriori chiacchiere, ma solo dell’eliminazione dei negazionisti.
Cole è una malattia, una mostruosa aberrazione che si espande come un tumore maligno.
David Cole è manipolato dai neonazisti per propagare ulteriormente il loro credo pieno di odio.
jdl.fbiEgli è il fantoccio ebreo di Ernst Zundel, Bradley Smith, Willis Carto, degli assertori della supremazia della razza bianca, dei filonazisti, dei criminali thugs (sic) omicidi.
Vorrebbero vedere gli ebrei di tutto il mondo gasati e inceneriti, nuovamente, nei forni crematori di Treblinka lasciando di loro solo ceneri fumanti.
Questo mondo sarebbe un posto più felice davvero se tutti coloro che odiano e perseguitano gli ebrei sparissero, in modo particolare il più degenerato di tutti loro, David Cole.

RICOMPENSA PER INFORMAZIONI

JDL vuole conoscere l’ubicazione del negazionista David Cole, sopra ritratto. Chiunque ci porti il suo indirizzo esatto riceverà una ricompensa in denaro.

Contatateci immediatamente mezzo Email se avete informazioni primarie sull’attuale ubicazione di David Cole

_________________

Di seguito riproduciamo il “mea culpa”, una “Autocritica”,  firmata dal Cole stesso, un uomo sicuramente disperato e senza difesa. Questa “confessione” fa uno straordinario paio con quella di Rudolf Hoess (il comandante di Auschwitz). Nel caso di Hoess furono usati metodi “persuasivi” come la tortura fisica e psicologica (la famiglia,e i figli).
Nel caso di Cole non è dato sapere, ma il sacro furore olocau$tico della lettera di Robert J.Newman lascia ben poco alla nostra immaginazione.Ecco il testo della lettera “di” Cole…

__________Il “mea culpa”/ dichiarazione “di” David Cole__________

Copia della lettera "mea culpa" di David Cole, del 05.01.1998

Copia della lettera “mea culpa” di David Cole, del 05.01.1998. Cliccare per ingrandire.

Questa dichiarazione è resa nel tentativo di spiegare il mio attuale punto di vista sull’olocausto e la sua negazione.

Chiunque segua le argomentazioni negazioniste sa che dal 1991 al 1994 ero molto noto nel movimento come un negatore dell’olocausto ebraico ( autodefinitomi revisionista) .
Negli ultimi tre anni non sono stato ulteriormente associato a questo movimento avendo compreso che stavo sbagliando e che il percorso intrapreso era autodistruttivo nonchè ingiurioso per altri.
Ho trascorso gli ultimi anni in silenzio tacendo sugli argomenti da me trattati quando ancora aderivo al movimento negazionista, silenzio dovuto principalmente alla vergogna per quello che avevo fatto della mia vita e al desiderio di allontanare me stesso da quella vita.
Comunque, nel mio silenzio indotto dalla vergogna, mi è stato fatto presente che non mi ero allontanato quanto avrei dovuto per rendere una chiara e completa dichiarazione pubblica in modo da chiarire la mia attuale posizione.
E’ mia grande speranza che questo mio atto consegua il risultato che mi sono preposto.
Vorrei chiarire, a futura memoria, che :
nella mia mente non vi è dubbio che, durante l’olocausto perpetrato ai danni degli ebrei europei durante la seconda guerra mondiale, i nazisti abbiano impiegato le camere a gas al fine di sterminare gli ebrei.

David Cole con Ernst Zündel ad  Auschwitz

David Cole con Ernst Zündel ad Auschwitz

Nei campi dell’est e dell’ovest d’europa gli ebrei sono stati assassinati in camere a gas che utilizzavano sostanze velenose come il Zyklon B ed il monossido di carbonio ( nel campo di Auschwitz le camere a gas funzionavano a Zyklon B).
Le prove sono al disopra di ogni ragionevole dubbio.
I nazisti intendevano uccidere tutti gli ebrei europei ed il numero finale delle vittime è di sei milioni.
Questa atrocità, unica nella sua portata, non dovrà mai essere dimenticata.
Durante i miei quattro anni da negazionista io ero dilaniato dall’odio e dal disprezzo verso me stesso, fatto che molti di miei critici hanno puntualizzato.
Effettivamente questo odio verso me stesso era ovvio ai più, ma io ero troppo cieco per accorgermene.
L’odio che provavo per me stesso lo ho riversato sulla mia gente.
Sono stato sedotto da tesi pseudostoriche senza senso, da frasi ad effetto e da idee, apparentemente intelligenti, ma vuote.
Quando finalmente mi sono stati aperti gli occhi, grazie ad alcuni buoni ed affettuosi amici che non hanno mai smesso di credere in me anche quando davo il peggio, sono inorridito al pensiero di quello che avevo fatto. Il mio istinto mi suggeriva di fuggire senza guardarmi indietro, ma ora comprendo che, nei confronti di chi ho ferito, debbo un netto e chiaro rifiuto delle mie precedenti posizioni. Debbo inoltre porgere le mie scuse più sentite non solo ai molti che ho fatto infuriare, alla famiglia e agli amici che ho ferito, ma soprattutto ai sopravvissuti all’olocausto che meritano solamente il nostro rispetto e la nostra compassione e non certo di essere nuovamente martirizzati.
Permettetemi quindi di porgere a questi le mie più umili e veramente sentite scuse. Sono dispiaciuto per quello che ho fatto e per il dolore che ho arrecato. Così come debbo chiarire la mia posizione altrettanto debbo fare per i miei “documentari” e le mie apparizioni sui media dal 1991 al 1994.
Questi “documentari” sono solo spazzatura videoregistrata, traboccanti di odio verso me stesso e di tesi pseudointellettuali senza senso. Le mie apparizioni non produssero altro che confusione.
Il mio sguardo vitreo, i miei ragionamenti speciosi ed il mio tergiversare durante le mie apparizioni nei talk show avrebbero dovuto mettere sull’avviso, qualsiasi attento spettatore, che questo individuo era fuori dalla realtà. Mi è stato fatto presente che Bradley Smith sta ancora utilizzando uno dei miei video nella campagna di sensibilizzazione che sta portando avanti nelle università. Vorrei pertanto chiarire questi ulteriori punti :
questo video viene pubblicizzato senza il mio consenso e lo denuncio come privo di ogni valore.
Bradley Smith non è uno storico ed il negazionismo non è una dottrina storica.
Gli studenti delle università dovrebbero guardare in altre direzioni per informarsi sull’olocausto. A questi studenti io direi di leggere libri come “La distruzione degli ebrei d’europa” di Hilberg , “L’olocausto” di Yahil e ” Guerra contro gli ebrei” di Dawidowicz per una corretta informazione.
Se la vostra biblioteca scolatica ne fosse sprovvista fatene ordinare alcune copie. Non prestate Irving D. Rubinattenzione a nessun video di David Cole se non per denunciarli, giustamente, come delle frodi.
Sono grato che mi sia stata concessa l’opportunità di fare questa dichiarazione. Questa è stata resa liberamente e non sotto coercizione, è per mio volere e con mia somma gioia che viene affidata a Mr. Irv Rubin della JDL per la sua diffusione, la più ampia possibile.
Questa dichiarazione è la più attuale ed accurata compilazione delle mie odierne posizioni e sostituisce qualsiasi scritto, video o affermazione precedente.
E’ mia speranza che non vi sia, in futuro, confusione alcuna circa la mia posizione.
Vi ringrazio per avermi dato la possibilità di questo chiarimento.
David Cole.

___________

AAA OLODOGMA piccoloNon commentiamo!

Il testo è utile solo per lo studio delle malattie mentali e sue manifestazioni “letterarie”. Anche i minus habentes, cui è indirizzata la lettera, capiscono che è delirante vangelo sterminazionista diluito per una migliore assunzione dagli stessi. Solita putrefatta propaganda della israel-lobby olocau$tica preoccupata dal dilagare del revisionismo. Proseguiamo con la terza “puntata” di questa squallida repressione sterminazionista…

____________Nuovo  capitolo della persecuzione di David Cole_____________

 DAVID COLE SMASCHERATO COME FAMIGERATO REVISIONISTA DELL’OLOCAUSTO[1]

5.6.2013
David Cole (2013)

David Cole (2013)

Il segreto è stato rivelato, poiché il Guardian il 3 maggio 2013 ha scritto [2]:

Per quelli che lo conoscevano, o che pensavano di conoscerlo, era una zanzara cerebrale e burlona che animava le bisbocce dei conservatori di Hollywood. David Stein riuniva deputati di destra, celebrità, scrittori e personaggi dell’industria dell’intrattenimento per baldorie, chiuse agli outsider, dove costoro potevano dileggiare i liberal e dare voce alle loro vere convinzioni … […]
C’era solo un problema. Stein non era ciò che diceva di essere. Il suo vero nome può essere rivelato pubblicamente per la prima volta – una ristretta cerchia di intimi lo ha scoperto solo di recente – come David Cole.
David Cole, naturalmente, è conosciuto dai revisionisti come l’ebreo ateo (qualunque cosa ciò significhi) che nel 1992 realizzò un famoso documentario video sulla falsa camera a gas del campo principale di Auschwitz [3]. Dopo di che egli comparve in qualche show televisivo insieme a Bradley Smith, ad esempio al Phil Donahue Show [4]. Dopo aver ricevuto nel 1997 minacce di morte dal gruppo terroristico “Jewish Defense League[5], si nascose, cambiando la sua identità per proteggere se stesso e la propria famiglia.
Un amico arrabbiato ora rivela la sua identità, e il giornalista Rory Carroll indulge nel suo personale genere di umorismo, mentre “smaschera” David Cole, scrivendo:

Il giovane Cole divenne una famigerata celebrità, l’ebreo opportunista, condotto di trasmissione in trasmissione, a scontrarsi allegramente con storici ed esponenti ebraici.

Carroll cita chiunque abbia qualcosa di brutto da dire su Cole, terminando il suo articolo col rabbino Abraham Cooper, del Simon Wiesenthal Center:

Sono molto deluso che qualcuno che abusò della sua ebraicità per prendersi i suoi cinque minuti di celebrità sia ancora fedele alle sue menzogne. È disgustoso e lo colloca nel campo del fanatismo.

Carroll ignora un fatto importante. David Cole fece delle ricerche coraggiose, che mostrarono che buona parte delle “prove” presentate ad Auschwitz ai turisti erano dei miseri falsi creati dopo la guerra. È ora generalmente riconosciuto che Cole aveva ragione; false porte di camere a gas, false aperture, falsi comignoli.

Per informazioni sulla storia di David Cole, vedi la nostra pagina web David Cole: Portrait [6], la sua pagina autore [7], o la nostra pagina categoriaper David Cole [8].
Carroll glissa anche su un secondo fatto importante, e cioè su gli attacchi e le minacce di morte che Cole ricevette, mentre menziona solo “una minaccia di morte da parte della Jewish Defense League, un gruppo di militanza violenta”. Ecco un tipico esempio [9] della bava velenosa rivolta contro Cole:
Cos’è un David Cole? È una malattia? Un disturbo mentale? Cole è solo un parassita umano che si attacca ai suoi appassionati amici e sostenitori nazisti che appoggiano le sue idee di tutto cuore? Dopo tutto, questa Cole mania che i media hanno messo su, non pensate che sarebbe ora che buttassimo questo individuo  guasto e malato nello sciacquone, dove giace il resto delle sue menzogne? Un  David Cole di meno nel mondo di certo non farà cessare l’odio per gli ebrei, ma impedirà ad un parassita pericoloso, ad un batterio pieno di malattie, di infettare la società […]

Proprio come dobbiamo sbarazzarci di questo mostro, Cole, dobbiamo sbarazzarci anche della parola “revisionismo” dal nostro vocabolario. Questa orribile parola, come anche Cole, devono essere eliminati completamente. È fuori questione. Non ci devono essere più discussioni, solo l’eliminazione dei negazionisti dell’Olocausto.

Rory Carroll non cita tutto ciò, limitandosi all’”ebreo opportunista”.

Carroll sembra deliziarsi per i guai che ha provocato facendo l’”outing” a Cole. Che la carriera di qualcuno possa essere distrutta all’istante per non aver creduto ad una parte della favola dell’Olocausto non induce Carroll all’esitazione. È la parte più importante di tutta la storia.

L’intolleranza, le minacce e la forza bruta non sono chiaramente un buon ambiente in cui trovare la verità. A prescindere da questo incontro con teppisti della penna, il suo lavoro rimarrà o perirà – nel lungo periodo – per i suoi meriti. Il film “David Cole intervista il dr. Franciszek Piper” è assolutamente valido adesso come lo era prima dell’intimidazione forzosa dell’uomo che lo realizzò.

Note:
[1] Traduzione di Andrea Carancini. Il testo originale è disponibile all’indirizzo: http://codoh.com/news/3037

[9] http://codoh.com/library/document/1008

Fonte: http://andreacarancini.blogspot.it/2013/05/david-cole-smascherato-come-famigerato.html

___________

! olodogma_informa_

N.B. Sono graditi segnalazioni di errori o malfunzionamenti dei links. Grassetto, sottolineatura, foto,  evidenziazione, corsivo, NON sono parte del testo originale, in BLUE testi di Olodogma. Mail: olodogma@gmail.com . Per consultare l’elenco di TUTTI gli articoli presenti su Olodogma cliccare sul link http://olodogma.com/wordpress/elenco-generale-articoli/.

Torna alla PAGINA INIZIALE

Lascia un Commento