«

»

Dic 15

0091- Il revisionista austriaco Gerd Honsik querela i giudici ed i procuratori dello Stato austriaco

Cliccare sulla foto per ingrandirla

Gli avversari del revisionismo comprenderanno un giorno che non serve a nulla perseguitare i revisionisti ? Qualche giorno fa, il Tedesco Gunter Deckert, apprendendo la sua nuova incarcerazione, dichiarava: “Ciò che non mi uccide, mi rende più forte”. Ieri, era la Tedesca Sylvia Stolz che si lanciava di nuovo nell’arena. Oggi, è l’austriaco Gerd Honsik che riparte all’attacco: egli deposita 4 querele contro i giudici ed i procuratori dello Stato austriaco responsabili della sua detenzione.

Cliccare sulla foto per ingrandirla

Ricordiamo i fatti: condannato nel 1992 ad un anno e mezzo di prigione per il suo libro “ Freispruch fur Hitler?” (1) ( Assoluzione per Hitler? La traduzione in francese doveva uscire prossimamente), Gerd Honsik si rifugia in Spagna dove, dopo 15 anni di condotta irreprensibile in questo paese, è stato arrestato a Malaga (mandato d’arresto europeo) nel 2007 e, dopo 44 giorni d’attesa in prigione, è estradato in Austria dove è giudicato e condannato a 5 anni di prigione che saranno ridotti a 4 anni in appello.

Un ufficiale a riposo dell’esercito svedese, Goran Holming, aveva già, all’inizio del 2012, depositato querela contro l’ex presidente del governo spagnolo Zapatero, contro coloro che erano allora i suoi ministri di Giustizia e degli Interni come pure contro il giudice Garzòn per aver proceduto illegalmente all’estradizione di Honsik (n/messaggio del 31/01/2012). Noi non abbiamo ricevuto notizie di questa querela.

Ma questa volta, Gerd Honsik annuncia quindi 4 nuove querele. La prima è stata appena depositata: essa riguarda il
giudice Andreas Bohm ed i suoi due “complici” che l’hanno condannato per il suo libro “Der Juden Drittes Reich?” (2) ed è indirizzata al
Dr. Heinz Fisher, presidente della Repubblica austriaca, e al
Dr. Gerahrt Holzinger, presidente del Consiglio costituzionale, che considera gli ultimi e più alti difensori del diritto e di cui chiede l’intervento.

Cliccare sulla foto per ingrandirla

Il libro di G. Honsik, che gli è valsa la sua condanna, è una critica dell’opera del conte Richard N. Coudenhove Kalergi, pubblicata a Vienna nel 1925: “Praktische Idealismus”, che tratta delle radici razziste e suprematiste dell’ideologia che sta all’origine dell’Unione europea. Kalergi è il padre d’una PanEuropa, cioè d’una Europa unita, che egli vuole vedere meticciata  e popolata di “sub-umani” sui quali, in nome di un super-razzismo, regna o dovrebbe regnare la superclasse giudeo-finanziaria (3).

Per Gerd Honsik, il suo libro :

non tratta assolutamente dell’Olocausto;

non tratta di nazional-socialismo ( egli si difende d’altronde di non aver mai pubblicamente difeso e sostenuto uno solo dei 25 punti del programma nazional-socialista mentre da 50 anni non si è smesso di perseguitarlo come nazional-socialista);

non solo non è razzista ma, al contrario, denuncia il gigantesco crimine razzista che sta per attuarsi in Europa, proprio grazie a Kalergi e alle sue elucubrazioni razziste.

Si lamenta delle inaudite condizioni nelle quali si è svolto il suo processo con un presidente (quel tale Bohm), che lo offendeva, che gli diceva o piuttosto gli urlava:…       “ Smettete di fare il furbo”, che lo interrompeva senza sosta (572 interruzoni!), che gli rifiutava ogni possibilità di difesa, che gli vietava di spiegarsi sul significato che conviene dare al suo libro, che faceva finta di intendere che i passi del libro – dove Honsik cita, per denunciarle (e in italiano!), le dichiarazioni razziste di Kalergi non sono che l’espressione confessata del razzismo e dell’ideologia nazional-socialista di Honsik e che occultava tutti i passi del libro che andavano contro l’accusa.

Così Honsik alla fine scongiura il Dr. Fisher, presidente della Repubblica ed il Dr. Holzinger, presidente del Consiglio costituzionale, d’intervenire in qualità di eminenti e supremi rappresentanti del diritto in Austria per ottenere la revisione del suo processo e che siano puniti i tre magistrati o rapresentanti dell’ordine pubblico che denuncia nella presente querela come i principali responsabili dell’ingiustizia di cui è stato vittima.

Reclama 2.946.000 euro di risarcimento, cioè 2.000 euro per ognuno dei 1.473 giorni di carcerazione.

(1)    “Freispruch fur Hitler?” : “Assoluzione per Hitler?”
(2)   “Der Juden Drittes Reich?” : “ Il Terzo Reich degli Ebrei?”
(3)  http://balder.org/judea/Richard-Nicolaus-Coudenhove-Kalergi-Idealisme-Pratiq
ue-Vienne-1925.php

Fonte: mail del: 05/12/2012 20:39

Traduzione di Germana Ruggeri

N.B. Grassetto,foto, sottolineatura, evidenziazione, NON sono parte del testo originale qui riprodotto, in BLUE testi di Olodogma. Mail: olodogma@gmail.com . Per consultare l’elenco di TUTTI gli articoli presenti su Olodogma cliccare il link http://olodogma.com/wordpress/elenco-generale-articoli/.     Torna alla PAGINA INIZIALE
______________________________________________________________________________

Lascia un commento