1104 – Cronaca del Prof. Faurisson di un processo per la sua intervista ! Crisi nervosa della “giustizia”!

.

Robert FAURISSON
29 giugno 2015

Immagine 1. Fuori testo. L'arrivo del Prof. Faurisson in tribunale. Click...

Immagine 1. Fuori testo. L’arrivo del Prof. Faurisson in tribunale. A dx Marc George. Click…

 Udienze del 16 giugno (video « Un uomo »)
e del 25 giugno 2015 (conferenza di Teheran)

Martedì 16 giugno 2015, sono stato giudicato, a Parigi, per il video di 93 minuti intitolato:
  « Un uomo : Robert Faurisson risponde alle domande di Paul-Eric Blanrue ».
.

Link diretto al video, SOTTOTITOLATO in Lingua Italiana:  https://www.youtube.com/watch?v=BM4ySFbmkd0
Come co-imputati c’erano con me P.-E. Blanrue e Marc George. L’aula era piena e un gran numero di persone a rappresentare « il popolo francese » (cosi spesso disprezzato dai magistrati o dal rappresentante del pubblico ministero) non era potuto penetrare nell’aula.  Dopo averlo constatato, la presidente (naturalmente anonima poiché eravamo sotto la giustizia francese), aveva, a denti stretti e senza ragione, lanciato un avvertimento a un pubblico il cui comportamento era peraltro impeccabile: non avrebbe tollerato nulla che potesse turbare i dibattimenti.
Continua a leggere

1103 – Il Berliner Philharmoniker politicamente corretto: “per far dispetto alla moglie si tagliò l’ucc..lo”

.

OT– La notizia è apparentemente di poco conto, ma estremamente indicativa dell’efficacia del lavaggio del cervello degli Europei; lavaggio  funzionale agli interessi politici ed economici della holocau$t-i$rael-lobby e sui shabbat-goyim di “stato” e sue “nomenklature”

Immagine 1. Fuori testo. Click... Click...

Immagine 1. Fuori testo. Click… Click…

Su “La Repubblica” del 02.07.15 si tratta dell’orchestra sinfonica “Berliner…” e della “democratica elezione del suo  nuovo direttore, si legge: 

…<< Si dice che il candidato Christian Thielemann, dato per favorito, non sia stato nominato per certe sue frasi di carattere conservatore e “antisemita>>…

<< Nel maggio scorso il meeting dei Berliner per indicare il successore di Rattle finì con un imbarazzante nulla di fatto. A questo proposito Menking spiega che, tra i Berliner, «c’è chi è interessato solo alla musica e chi ha a cuore pure la politica. Io sto nella seconda categoria. Durante quell’incontro si discusse di Thielemann e ci furono alcuni, come me, che si opposero alla sua nomina, convinti che i Berliner debbano avere un’immagine politicamente corretta>>…(1)

Continua a leggere

1102 – L’avvocato Horst Mahler, revisionista internato, ricoverato in ospedale: setticemia!

.

Organisationsform einer Modalität der Fremdherrschaft
(Forma Organizzativa di una Modalità del Dominio Straniero)

Horst-Mahler-tedesco-avvocato-nato-il-23-Gennaio-1936-internato-per-12-anni-per-revisionismo-olocaustico5_21.jpgPessime notizie sullo stato di salute dell’avvocato Horst Mahler, revisionista internato…

<< …lettera del figlio di Horst Mahler, Axel Mahler, al pastore Bode, ricevuta dal fratello di Horst Mahler, Peter Mahler, e diffusa su “Altermedia Deutschland”:

“Caro signor Bode, qui di seguito una breve e brutta notizia affinché sia informato: mio padre è stato ricoverato stamattina all’Ospedale Asclepios di Brandeburgo (proprio vicino alla prigione). E’ affetto da una grave setticemia conseguenza certa del suo diabete, della mancanza di movimento, del cibo inadeguato e anche di un cattivo trattamento medico in prigione. E’, per il momento, in uno stato critico, ricoverato in terapia intensiva – sotto costante sorveglianza (come se potesse fuggire con una gamba in cancrena!). Aspettiamo ancora il rapporto medico ufficiale.
Continua a leggere

1101 – Olodogma è sotto attacco!

.

pallottola,che,vola,gif,tumblr_mfej3kFoXV1rax75uo1_400Il nostro sito è sotto attacco da molto tempo. Ultimamente i tentativi di forzare la “porta di accesso” si sono moltiplicati, dall’Italia e dall’estero.
Non consideriamo questi attacchi come intimidazioni, che vengono portate in abbondanza in altri modi, ma come puro esercizio (tentato) di repressione della libertà di espressione.

Sotto sono riprodotte alcune delle molte mails di WordPress in cui si da conto dei vari tentativi di intrusione…
Continua a leggere

1100 – Chi si preoccupa VERAMENTE di Horst Mahler ?

.

Organisationsform einer Modalität der Fremdherrschaft

(Forma Organizzativa di una Modalità del Dominio Straniero)

Immagine 1. Fuori testo. Click...

Immagine 1. Fuori testo. Click…

<< Abbiamo recentemente segnalato (1) che la commissione incaricata, l’11 giugno, di decidere se mettere o no alla gogna, il libro di Horst Mahler* (libro scritto in prigione) aveva dichiarato di attendere, per pronunciarsi, di conoscere la decisione del Tribunale di grande istanza di Potsdam in un futuro processo contro l’avvocato revisionista. Ad oggi, la commissione non ha ancora vietato il libro.
 Sapevamo che per questa riunione dell’11 giugno, la commissione si era riunita al gran completo: una trentina di persone. Ma ignoravamo e l’abbiamo appreso, grazie a uno dei nostri corrispondenti, che malgrado l’appello di Bocage e forse di altri, c’erano solo 4 persone, a difendere Mahler!!! A parte la presenza di Friederich Bode, pastore in pensione, ex membro fondatore del partito dei Verdi tedeschi, NESSUN TEDESCO era presente !
Continua a leggere

1099 – Chi si preoccupa di Horst Mahler ?

.

Segnaliamo un articolo da non perdere sul caso del revisionista e avvocato tedesco Horst Mahler di 79 anni, essendo nato ad Haynau in bassa Slesia il 23 gennaio 1936, condannato a 12 anni e 11 mesi di carcere per lo psichiatrico reato di leso olocau$to ebraico in quanto  dichiaratosi pubblicamente non olocredente. Internato dal 25.02.2009

…”Gli Ebrei, amico mio, sono dei furbi, saresti distrutto, Ferdinand,
miserabile vermiciattolo!… Prima di aver detto uff!… ti faranno dare
una passata… mica loro!… ma dai tuoi stessi fratelli di razza
“…
(1)

 ________________________________________________________________________

26 giugno 2015

Immagine 1, fuori testo. Click...

Immagine 1, fuori testo. Click…

<< Ecco un uomo (2) (Horst Mahler, ndolo) incarcerato dal 2009 per più di 11 anni in una prigione tedesca senza aver aggredito, assassinato, tantomeno derubato nessuno.
Per il delitto di opinione.
In un paese considerato come “democratico”. Anche volendo considerare tutto quello che scrive ignobile, indegno, insopportabile, delirante…
come non essere scioccati, disgustati, da una pena pesante e sproporzionata?
Il tutto nel silenzio e l’indifferenza generale.
Gli stessi che applaudirono rumorosamente la sua liberazione e la reintegrazione all’ordine berlinese degli avvocati dopo le attività svolte in seno alla Rote Armee Fraktion, negli anni ’70, si rallegrano oggi del suo imprigionamento!
Continua a leggere

1098 – Perchè e per cosa l’ISIS? …petrolio e stato ebraico?

.

OT

isis_clinton_2014_Usa_israeleLa continuità nelle forniture di petrolio è garantita dalla continuità del rapporto-complicità tra i governanti delle entità territoriali “produttrici” di petrolio e i maggiori utilizzatori, dipendenti, dello stesso; USA in testa. Guai a mettere in crisi tale rapporto-complicità.
Si aggiunge la continuazione dell’esistenza dell’artificiale costruzione del ghetto ebraico incistato in Palestina, la cui garanzia di vita è legata alle armi USA ed dagli stratosferici  finanziamenti che dagli USA piovono da sempre nel ghetto ebraico detto israele.
Continua a leggere

1097 – Esperimenti medici dei buoni yankee su negri, giapponesi, portoricani durante la II guerra mondiale…ed oltre!

.

…raramente i medici pagano con la loro vita per le loro ricerche, le persone riportate nell’immagine 2 hanno pagato in quanto

<<La differenza tra il ricevere una sentenza di carcere a vita o di morte fu decretata dall’appartenenza ad “un’organizzazione dichiarata criminale da una sentenza del Tribunale Internazionale militare”, le SS>>…

Immagine 1. Fuori testo. La propaganda al processo di Norimberga. Click...

Immagine 1. Fuori testo. La propaganda al processo di Norimberga. Click…

Tribunale che di “internazionale” aveva proprio nulla in quanto composto da solo 4 dei 53 stati che dichiararono guerra alla Germania ed essendo solo 

<<una continuazione degli sforzi bellici delle Nazioni Alleate” contro la Germania, con la quale si trovavano “tecnicamente ancora in stato di guerra” , sebbene le istituzioni politiche e militari del nemico fossero infrante>>…

Le parole riportate sono del procuratore generale degli Stati Uniti nell’udienza del 26 Luglio 1946 del processo di Norimberga (Der Prozess gegen die Hauptkriegsverbrecher vor dem Internationalen Militargerichtshof. Nurnberg, 14. November 1945 – I. Oktober 1946. Veróffentlicht in Nurnberg, Deutschland, 1949, vol. XIX, p. 440.

repetita juvant… raramente i medici pagano con la loro vita… questi hanno pagato… a quando i processi a tutti gli altri che praticando la sperimentazione medica si sono comportati nella stessa maniera dei medici tedeschi assassinati in Baviera il 2 Giugno 1948?

__________________________________________________ Continua a leggere

1096 – Jurgen Graf: perdite di popolazione ebraica nella sfera d’influenza tedesca durante la seconda guerra mondiale

.

Di Jurgen Graf (2001) [1]

 La cifra dei sei milioni

Immagine 1, fuori testo. Click...

Immagine 1, fuori testo. Click…

Il 24 Maggio del 1995, il giornale berlinese Die Tageszeitung, riferendo che il museo Yad Vashem dell’Olocausto venne progettato dai sionisti già nel 1942, espresse stupore per il fatto che una tale iniziativa era già stata prevista in un’epoca nella quale la maggior parte delle future vittime era ancora viva. In realtà, la cifra leggendaria dei sei milioni venne ripetutamente menzionata da importanti personalità ebraiche molto prima che la seconda guerra mondiale fosse terminata.

Immagine 1 bis, fuori testo. Click...

Immagine 1 bis, fuori testo. Click…

Nel Dicembre del 1944, prima della liberazione di Auschwitz da parte dell’Armata Rossa, il propagandista ebreo sovietico Ilya Ehrenburg – che nei suoi articoli esortava regolarmente i soldati sovietici a massacrare i civili tedeschi e a violentare le donne tedesche – scrisse: “Chiedete a qualunque prigioniero tedesco di guerra perché i suoi compatrioti abbiano annientato sei milioni di persone innocenti, ed egli risponderà semplicemente: Bene, essi erano ebrei.”[2] Il 31 Maggio del 1944, un altro propagandista ebreo, il rabbino slovacco Dov Weissmandel, affermò in una lettera: “Fino ad oggi, sei volte un milione di ebrei di Europa e Russia sono stati sterminati”.[3] Due anni prima, nel Maggio del 1942, già un altro propagandista ebreo, Nahum Goldmann, che sarebbe più tardi diventato presidente del Jewish World Congress, predisse durante un raduno a New York che degli otto milioni di ebrei viventi nella sfera d’influenza tedesca solo due o tre milioni sarebbero sopravvissuti alla guerra.[4] Secondo la storia ortodossa dell’Olocausto, lo sterminio degli ebrei era iniziato proprio in quel periodo, perciò come poteva sapere Goldmann il numero futuro delle vittime?
Continua a leggere

1095 – Olodogma negli USA: la verifica-beffa “Magda Goebbels allo yad-vashem” è piaciuta!

.

Ci viene segnalato che il nostro post N° 1000,  La catena di montaggio dei morti olocau$tici, “Magda Goebbels”… nel database dello yad vashem?, è entrato nello “Smith’s report” (Bradley Smith) (1) del Maggio 2015

Click...

Click…

A conclusione del post scrivevamo:
Continua a leggere